sardanews

Lo spazio del fumetto a Cagliari

Da oggi a sabato, in programma la conferenza internazionale “Spaced out/spazi tra le nuvole. Lo spazio nel fumetto”. Nell’Aula magna Motzo della Facoltà di Studi umanistici, a Sa duchessa, alle 10, parla Michael A.Chaney, autorità riconosciuta a livello mondiale nel campo dei fumetti e della graphic novel. Presente all’evento anche un funzionario dell’Ambasciata degli Stati uniti in Italia

image

CAGLIARI - Si terrà a Cagliari, da oggi (giovedì) a sabato 28 ottobre, la conferenza “Spaced out/Spazi tra le nuvole. Lo spazio nel fumetto”, organizzata dal gruppo di ricerca sul fumetto che coinvolge studiosi e studiose del Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica dell’Ateneo del capoluogo sardo e dell’Università Paris Nanterre. Il convegno, organizzato in collaborazione con il Centro internazionale del fumetto, si inserisce nel Festival internazionale del fumetto Nues (che da sabato 18 a venerdì 24 novembre vivrà in città il clou della sua ottava edizione) e si terrà nella Facoltà di Studi Umanistici dell’Università degli studi di Cagliari (oggi) ed alla Mediateca del Mediterraneo (venerdì e sabato).

Darà il via alla discussione, oggi, dalle 9.30, nell’Aula Motzo della Facoltà di Studi umanistici, il keynote speech di Michael A.Chaney, docente del Dartmouth College, a Cagliari grazie al sostegno dell’Ambasciata statunitense in Italia, testimoniato dalla presenza all’incontro di Steven J.Labensky, cultural affairs officer dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America a Roma. Chaney è esperto di letteratura americana ed afro-americana ed è un’autorità riconosciuta a livello internazionale nel campo della graphic novel. Previsti anche i saluti del prorettore alla Ricerca Micaela Morelli, a riprova dell’interesse di tutto l’Ateneo per gli studi dei ricercatori in questo settore, e della presidente della Facoltà di Studi umanistici Rossana Martorelli.

L’incontro sarà coordinato da Fiorenzo Iuliano e Giovanni Vito Distefano, studiosi dell’Università cagliaritana. Ricercatori provenienti da tutto il mondo (da vari Paesi europei, così come da Stati Uniti, Cina, Filippine e Tunisia) si incontrano fino a sabato (fittissimo il programma) per discutere alcune delle più importanti opere a fumetti. Tema specifico del dibattito è il ruolo e l’importanza dello spazio nella scrittura a fumetti. Si osserverà ad esempio, il modo in cui nei fumetti ha luogo la rappresentazione, mai neutra, di ambienti quali la città o la casa; o, ancora, si indagheranno i meccanismi di organizzazione dello spazio semiotico della pagina attivati nella scrittura di un’opera a fumetti. Ad arricchire le prospettive d’analisi il dialogo con la fotografia, l’architettura, il teatro, il cinema, la letteratura.

Venerdì 27, alle 18.30, alla Mem, invece, l’incontro con l’autrice Sara Colaone, recentemente insignita del Gran Guinigi 2017 nell’ambito del festival Lucca Comics & Games come migliore disegnatrice, il più importante premio internazionale assegnato in Italia ai protagonisti del mondo del fumetto. Presentano Marina Guglielmi e Giovanni Vito Distefano. A latere del convegno, Sara Colaone presenterà sabato 28, alle 18.30, alla Libreria La Feltrinelli Point, in Via Paoli 19, “Leda”, la sua biografia a fumetti di Leda Rafanelli, scrittrice, anarchica e futurista, musulmana e anticonformista.

Nella foto: Michael A.Chaney

Commenti

Vedi su Alguer.it