sardanews

Il Banco espugna il Palacio di Murcia e conquista la prima vittoria in Champions

La Dinamo Banco di Sardegna conquista il primo successo di Basketball Champions League espugnando il campo iberico dell’Ucam Murcia. Una vittoria importante in termini di reazione dopo il match di Bologna e le due sfide interne di BCL, ma soprattutto in chiave di entusiasmo e gas in vista del doppio impegno casalingo che attende gli uomini di coach Federico Pasquini. Dopo un avvio di energia con un primo break di 10-0, i giganti subiscono la controffensiva spagnola e il match rimane in equilibrio per 35’, con parziali e controparziali da parte delle due squadre. Nell’ultima frazione è un super Scott Bamforth (19 pt, 9 rb, 5 as) a condurre i suoi compagni ben coadiuvato da William Hatcher (13 pt, 2 rb, 2 as) e un determinante Dyshawn Pierre nel finale. Bene anche Levi Randolph ( 13 pt, 4/5 da due, 6 rb), Shawn Jones (10pt, 8 rb) e Rok Stipcevic (9 pt).

Domani la squadra rientrerà in Sardegna dove si metterà subito al lavoro in vista del match di campionato in programma domenica contro l’Olimpia Milano. Prossimo appuntamento di coppa invece la sfida con l’As Monaco al Palaserradimigni: i giganti sono pronti a combattere e dare battaglia sul parquet.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bamforth, Randolph, Jones, Hatcher e Polonara, coach Navarro risponde con Hannah, Oleson, Tumba, Rojas e Lukovic. I giganti aggrediscono la partita infilando un primo break di 10 lunghezze che convince coach Navarro a chiamare minuto. L’offensiva sassarese apre le danze con Hatcher e Jones, seguiti da Bamforth e Randolph. I padroni di casa non ci stanno e con due triple si riportano in partita. Tumba firma il -1, risponde Hatcher dall’arco. Faverani sigla la parità ma Jones e Bamforth permettono alla Dinamo di chiudere avanti di 1 al 10’ (21-22). All’inizio della seconda frazione gli spagnoli mettono la testa avanti con Kloof e Delia. Reazione sassarese con Spissu e Stipcevic a bombardare dalla lunga distanza. Un break 9-0 firmato dal play croato e Levi Randolph dice vantaggio biancoverde. Ma Murcia resta li e condotta da Martin e Oleson si riporta a contatto. Le due triple di Hannah mettono la firma sul sorpasso degli iberici e chiude il primo tempo 39-37. Al rientro dall’intervallo lungo break e controbreak tra le due squadre: ad aprire le danze il duo Jones-Polonara, risposta iberica con Kloof e Rojas. I giganti mettono la testa avanti con un ispirato Randolph. Urtasun e Hannah tengono gli spagnoli a contatto. È Hannah a siglare il sorpasso: i padroni di casa sfruttano il 3+1 concesso a Oleson e monetizzano i falli dei sardi. Pierre con canestro and one interrompe il digiuno dei suoi e li riporta in parità, dopo 30’ il tabellone dice 63-58. Dyshawn Pierre apre l’ultimo quarto dalla lunga distanza, risponde Hannah dalla lunetta. Un break di 4 punti di William Hatcher die -1. La schiacciata di Jones sigla il sorpasso ma Murcia si riporta subito avanti con Kloof. È Scott Bamforth a prendere in mano le redini della squadra conducendo l’offensiva biancoverde: il numero 4 segna 11 punti in un amen, con due bombe fondamentali. Il Banco di Sardegna si porta fino a +5, Tumba accorcia: quando sul cronometro restano 1’40’’ il tabellone dice 75-78. Il giocatore ex Bilbao infila il canestro del +5 (75-80) quando inizia l’ultimo giro di cronometro. Bella giocata di Pierre che va fino in fondo, Murcia punisce dall’arco 78-82. Dyshawn Pierre chiude la sfida dalla lunetta: vittoria! I biancoverdi espugnano il Palacio de los Deportes di Murcia per 83-78.

Sala stampa. Scott Bamforth commenta a caldo il match: “È stata una partita dura, forse la prima in cui c’eravamo tutti e abbiamo avuto modo di restare uniti anche nei momenti di difficoltà. Alla fine abbiamo fatto delle giocate determinanti sia in difesa sia in attacco che ci hanno permesso di vincere il match”.

Coach Pasquini è soddisfatto della prestazione dei suoi: “Prima di tutto voglio dire -come ha detto Scott- che è stata la prima volta che abbiamo giocato tutti insieme dall’inizio, con il roster al completo. Purtroppo alcuni infortuni a inizio della preparazione non ci hanno permesso di avere la squadra al completo: siamo una squadra che ha passato la prima parte a sopperire le assenze e i ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro. Arriviamo dalla partita di Bologna dove abbiamo perso di 17 lunghezze in cui però la squadra ha fatto un ottimo lavoro: il gruppo sta crescendo, è un lungo cammino ma sono molto contento di aver vinto su questo campo contro un avversario di grande qualità. La stagione di Basketball Champions League è appena iniziata e sono sicuro che potremo fare bene e riscattarci di un inizio non facile”.

Ucam Murcia 78 – Dinamo Banco di Sardegna 83

Parziali: 21-22; 18-15; 24-21; 15-25.

Progressivi: 21-22; 39-37; 63-58; 78-83.

Vedi su Algheroeco