sardanews

Sardegna, la riforma ospedaliera è realtà: cambia tutto per la sanit? sarda

image

In ritardo di un giorno sulla tabella di marcia, ma ora la riforma di riorganizzazione della rete ospedaliera della Sardegna e’ realta’. Il Consiglio regionale ha dato via libera questo pomeriggio alle 14.22 al documento che ridisegna la mappa degli ospedali nell’isola (30 voti favorevoli e 20 contrari) dopo circa un mese di dibattito in aula, mettendo la firma, tra gli applausi della maggioranza, a una sceneggiatura gia’ scritta da qualche giorno, e senza colpi di scena finali: compatti tutti i consiglieri del Pd hanno votato positivamente alla riforma, cosi’ come il Partito dei sardi e Mdp, che pure erano stati molto critici durante la discussione in aula.

In maggioranza, voto finale contrario della consigliera di Campo progressista Anna Maria Busia, mentre l’altro esponente di Cd Francesco Agus si e’ astenuto. Riforma bocciata anche da Emilio Usula (Rossomori), ex consigliere di maggioranza. Nessuna sorpresa particolare neanche tra le opposizioni, contrarie con il loro voto alla riforma voluta dalla giunta, e con il consigliere di Forza Italia Sanita’ Edoardo Tocco che ha annunciato in aula la decisione di dimettersi da vice presidente della commissione Sanita’. Tra gli esponenti del centrodestra, Domenico Gallus (Psd’Az-La Base) si e’ astenuto. “Ringrazio le opposizioni per il lavoro svolto ed invito Tocco a rimanere in commissione Sanita’- il commento in aula dell’assessore Luigi Arru-. È una giornata importante, completiamo un viaggio iniziato nel 2012, e dobbiamo essere orgogliosi come sardi. Ringrazio il presidente Pigliaru per avermi dato questa possibilita’ e per il coraggio di essere rimasto in momenti difficili, in cui altri probabilmente sarebbero andati via. Andiamo avanti con serieta’ e sobrieta’ per cambiare la sanita’ sarda”. (agenzia Dire)

L'articolo Sardegna, la riforma ospedaliera è realtà: cambia tutto per la sanità sarda proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine