sardanews

S'Apposentu miglior ristorante sardo

image

(ANSA) - CAGLIARI, 25 OTT - S'Apposentu di Casa Puddu a Siddi conquista le Tre Forchette. Il locale di Roberta Petza, stella Michelin, per la guida "Ristoranti d'Italia 2018 del Gambero Rosso" è tra i 38 migliori in Italia e vale la pena programmare un viaggio in Sardegna tra le colline della Marmilla per gustare le sue specialità. S'Apposentu si posiziona a sei punti dal ristorante top: l'abruzzese Niko Romito del ristorante Reale a Castel di Sangro, ai vertici della classifica. Per Roberto Petza si tratta di una conferma: per cinque anni consecutivi, a partire dal 2013, primo e unico in Sardegna, per lui arrivano i 90 punti essenziali per entrare nella rosa dei premiati e ottenere il prestigioso riconoscimento delle Tre Forchette. Un premio non solo all'eccellenza della cucina, ma al progetto che lo chef porta avanti nel suo territorio.    "Quest'anno abbiamo fatto tre più tre - sorride Roberto Petza - di recente la Guida I Ristoranti d'Italia de L'Espresso ci ha infatti premiato con i Tre Cappelli. Un'altra grande soddisfazione per lo chef che ha fatto dell'eccellenza e dei piatti a km 0 la cifra della sua arte culinaria, una cucina frutto di un mix tra ricette e materie prime della sua terra e sofisticati e creativi sapori. "Ringrazio il mio staff e ringrazio mio figlio a cui sottraggo ore per dedicarmi al mio lavoro. Ci vuole dedizione e impegno, solo così si ottengono i risultati e le soddisfazioni come queste - commenta all'ANSA Petza - sono felice anche per il risultato ottenuto da Roberto Serra e Clelia Bandini". La Sardegna, infatti, si fa apprezzare dalla Guida del Gambero Rosso anche per i ristoranti Su Carduleu di Abbasanta, chef Roberto Serra, e Lucitta a Tortolì, chef Clelia Bandini - allieva dello stesso Petza - premiati per la prima volta per la categoria rapporto qualità-prezzo. Le loro insegne erano già presenti nella guida con buoni punteggi, ma l'aumento di qualità che il 'Gambero' ha recepito ha portato a questo successo. Impostazioni diverse ma entrambi puntano sul grande rispetto e valorizzazione del territorio e delle materie prime in un mix riuscito fra tradizione e modernità.    (ANSA).   

Fonte: Ansa