sardanews

Tissinmovimento sta col sindaco - Cronaca

TISSI. «La collaborazione tra maggioranza e minoranza è fondamentale e imprescindibile se si vuole lavorare nell’ottica del bene comune». È la premessa dalla quale è scaturita la posizione del gruppo consiliare di minoranza Tissinmovimento che, fuori dagli schemi consueti, ha espresso il proprio voto favorevole rispetto alle linee programmatiche di mandato presentate dal sindaco nel corso dell’ultimo consiglio comunale, ritenendo che esse coincidano con i punti programmatici presentati dalla propria lista in campagna elettorale.«Il gruppo politico Tissinmovimento - ha dichiarato il capogruppo Sergio Merella - ha da sempre manifestato la propria disponibilità alla collaborazione con qualunque amministrazione in carica. Per il nostro gruppo - ha aggiunto - rendersi disponibili è la prassi e non la novità, a prescindere dalle bandiere, perché per noi il bene comune viene prima di tutto e crediamo che unire le forze porti senza dubbio dei vantaggi a tutti indistintamente». Tissinmovimento «ringrazia quindi il sindaco Gian Maria Budroni e la sua maggioranza per la maturità e l’intelligenza dimostrate in questo senso per il raggiungimento di obiettivi condivisi per il bene della comunità». Nel corso del consiglio comunale, si fa presente «sono stati approvati due ordini del giorno presentati dal gruppo di minoranza Tissinmovimento, relativi a opposizione al programma nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi e rideterminazione dei titoli della Pac».Apprezzamento per la posizione assunta dal gruppo nel merito delle linee programmatiche è stato espresso dal sindaco, per il quale «il voto favorevole del gruppo di minoranza Tissinmovimento apre una fase nuova del nostro Comune, un vero cambio culturale delle varie parti politiche rivolte al confronto civile e condivisione di idee e progetti per il bene della collettività e non per un ritorno di immagine a livello personale, come lo sono state finora le opposizioni nelle varie amministrazioni che si sono succedute». Stavolta comunque i gruppi di minoranza procedono su posizioni diverse: a favore Tissinmovimento, contro MotivaTISSImi .Pietro Simula

vedi su La Nuova Sardegna