sardanews

Cagliari, centoventi allievi ammessi alla quinta edizione del ContaminationLab

image

Riparte il progetto dell’Università di Cagliari per la formazione della cultura d’impresa. Idee, percorsi multidisciplinari, talento e dedizione: con tre giornate introduttive si inaugura il pregiato ecosistema riservato agli aspiranti CLabber.

Mercoledì 25, giovedì 26 e venerdì 27 ottobre, l’aula magna della facoltà di Ingegneria e architettura - via Marengo, n. 2, Cagliari - ospita (dalle 10 e alle 15 la prima giornata, dalle 9 alle 13.30 le altre due) le giornate introduttive della quinta edizione del CLab di UniCa.

Selezionati centoventi allievi. Dopo le selezioni del 6 ottobre scorso sono online gli ammessi al Contamination Lab UniCa. Il progetto di eccellenza per la formazione alla cultura d’impresa dell’Università di Cagliari è giunto quest’anno alla sua #05Edizione. Dal 25 al 27 ottobre si tengono le Giornate di Matching dedicate al CLab UniCa: gli aspiranti CLabber entreranno in contatto con l’intero ecosistema del CLab (istituzioni, partner e ricercatori coinvolti nel progetto). I contenuti esposti durante le tre giornate rappresentano la base da cui partire e trarre spunti per la propria idea di business. Gli ammessi devono confermare la partecipazione al percorso del Contamination Lab UniCa compilando il form sul sito clabunica entro le 12 di martedì 24 ottobre. Chi non si iscrive non accede al percorso e perderà posizioni in graduatoria. La partecipazione alle tre Giornate di Matching e networking è obbligatoria.

Networking volto al futuro. Al termine della giornata conclusiva, dalle 19.30, si tiene un evento di networking. L’evento rappresenta per gli allievi la preziosa opportunità per stabilire connessioni con figure che possano influenzarne il percorso e la carriera. Prendono parte ai lavori i partner del progetto CLab, le istituzioni locali, i ricercatori e gli ex CLabber. “Passaggi e confronti di questo genere rappresentano un’ottima occasione non solo per fare rete, ma - spiega Maria Chiara Di Guardo, pro rettore Innovazione e responsabile scientifico del CLab di UniCa - anche per entrare in contatto con chi crede nella validità del Contamination Lab. Per i CLabber, è questa l’opportunità di incontrare delle figure che possano indirizzare la loro futura idea di impresa in maniera più semplice e informale rispetto all’ambiente lavorativo vero e proprio”. Talento, interessi variegati e motivazione: sono questi alcuni dei capitoli chiave da tenere a mente. “È difficile lasciare un evento in cui sono presenti delle persone che hanno in mente di portare avanti un percorso di miglioramento e crescita personale e lavorativa senza esserne positivamente influenzati. L’evento - rimarca la professoressa Di Guardo - per permettere ai CLabber di socializzare, conoscersi e iniziare a individuare le persone adatte a costituire un team”.

Vedi su Sardegna Oggi