sardanews

InvitaS scalda i motori: cibo e cultura della Sardegna per 5 giorni al porto di Cagliari

image
Taglia il traguardo del terzo anno InvitaS, l’evento nel quale tutta la Sardegna viene rappresentata in un mix tra cibo, tradizioni, storia e cultura. Dal 28 ottobre all’1 novembre, nell’area del porto di Cagliari, si preannuncia una festa continua: villaggio aperto dalle 10 alle 23. L’inaugurazione, sabato alle 11, con la sfilata di maschere, costumi e associazioni sarde, dalla Calata via Roma fino al piazzale, teatro de “su cumbidu”, con le donne in costume tipico sardo pronte a offrire ai visitatori tanti dolci 100 per 100 made in Sardegna. Sono 150 gli stand allestiti in tutta l’area, tra eccellenze alimentari e artigianali provenienti da tutta l’Isola. Otto le postazioni chef, con ben 700 posti a sedere. Spazio anche a sei microbirrifici artigianali, con oltre 220 persone impegnate (tra maschere medioevali e rinascimentali, cantori, artisti, figuranti e minatori che si esibiscono più volte durante le cinque giornate).
“I piatti proposti dagli chef sono quelli che non si assaggiano tutti i giorni, dal pilau calasettano alle lorighittas, da is longusu ai funghi fritti in olio di lentisco. I minatori del gruppo di Buggerru sono pronti a una rappresentazione storica molto originale, con tanto di sirena. Tra le novità”, spiega l’organizzatrice Alessia Littarru, “c’è lo spazio dato alla poesia e agli scrittori sardi, lunedì 30 ottobre, con addirittura una cantante lirica che ripropone canti della tradizione quali Nanneddu meu e No potho reposare. L’area dell’artigianato cresce, rispetto all’anno scorso, con tanti prodotti nuovi. E poi il gran finale con Is animeddas il 31 ottobre e Su mortu mortu l’1 novembre. Aspettiamo tantissimi bambini, per loro ci sono dolci, mandarini e melograni, come da tradizione”. Piena sinergia con l’Autorità portuale. “È un evento molto importante, siamo felici di poterlo ospitare in un periodo nel quale, inoltre, è previsto l’arrivo di molte crocere, con migliaia di turisti”, afferma la responsabile marketing del porto Valeria Mangiarotti. “Invito tutti i cagliaritani ma anche chi abita nell’hinterland a raggiungere il porto nei giorni di InvitaS, ormai è un appuntamento fisso tra fine ottobre e inizio novembre. La zona è servita benissimo dai bus del Ctm, quindi si può arrivare in tutta comodità”, osserva l’assessora comunale alle Attività produttive Marzia Cilloccu.

L'articolo InvitaS scalda i motori: cibo e cultura della Sardegna per 5 giorni al porto di Cagliari proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine