sardanews

“Seeking Moksha”, mostra personale di Nishant Shukla

image

Seeking Moksha, significa cercando la liberazione delle impurità, la mostra racconta infatti, del viaggio spirituale e fotografico intrapreso da Nishant Shukla che si è recato più volte sul ghiacciaio di Gangotri, nella regione himalaiana in India, alla fonte del fiume Gange. Il suo primo viaggio aveva uno scopo preciso: raccogliere dell’acqua sorgiva del fiume sacro per portarla al capezzale del nonno malato, un sacerdote induista, nella speranza che “l’acqua santa” sortisse effetti curativi. Le fotografie scattate a più riprese in diversi viaggi sono poi state raccolte nel libro Seeking Moksha, un’incredibile testimonianza della vita degli eremiti nell’Himalaya e sulle rive del fiume Gange.

Durante il vernissage Nishant Shukla presenterà proprio il suo ultimo libro fotografico dal titolo Seeking Moksha e l’autore a disposizione per un firma copie.

Nishant Shukla, nato in Gran Bretagna nel 1982, è un fotografo e un artista inglese di origini indiane, vive tra Londra e l’ India. Il suo lavoro affronta questioni legate all’identità e alle origini della cultura dell’essere umano. Laureato alla University of West London il suo lavoro è stato pubblicato dai più prestigiosi periodici internazionali come il New York Times, NY Magazine, The Telegraph, Wallpaper UK. Nishant Shukla è docente presso il National Institute of Design ad Ahmedabad oltre ad essere co-fondatore di BIND, una piattaforma per la fotografia contemporanea con sede a Mumbai, un collettivo che ha aperto la prima libreria pubblica interamente dedicata alla fotografia in India. Nishant Shukla pubblica nel 2017 il suo primo libro Seeking Moksha premiato con il Alkazi Photobook Grant 2016 e selezionato per il Vice Photo Issue 2017, al Kassel Dummy Book Award e al Unseen Dummy Award.

L'articolo “Seeking Moksha”, mostra personale di Nishant Shukla proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine