sardanews

Pirri, zero spazi per giovani e anziani:“La scuola di via Zucca occupata da abusivi”

image

Di Paolo Rapeanu

Un’area coperta per socializzare e per trascorrere qualche ora in compagnia, tra due chiacchiere e un libro da sfogliare? A Pirri non c’è. Paolo Secci, il presidente della Municipalità: “Spazi di aggregazione assenti, la struttura di via Zucca va restituita ai cittadini”
“Nessun pugno di ferro, il Comune deve trovare una soluzione anche per non far finire le famiglie abusive in mezzo alla strada”. Sceglie di utilizzare il fioretto Paolo Secci, presidente della Municipalità pirrese. In quella che è una città nella città – circa 30mila abitanti – non esite un metro quadrato che sia uno utilizzato come spazio di aggregazione. Risultato? Gli anziani protestano e i giovani passano il tempo “anche a importunare gli anziani stessi, soprattutto in alcuni rioni, quando potrebbero magari iniziare a fare uno sport”. Spicca la vicenda della scuola di via Zucca: dentro c’è una palestra, ma non solo. Si tratta di un’area che, nelle intenzioni del Comune, doveva diventare un’area totalmente fruibile dalla popolazione, gestita da associazioni.
Invece, già da qualche anno, è la “casa” di alcune famiglie di abusivi, e ci sono di mezzo anche bambini. “Il Comune paga loro luce e acqua, non si può continuare così. Bisogna darsi da fare per farli sgomberare in modo spontaneo, arrivando a uno sgombero forzato solo nel caso di richieste assurde e prive di ogni diritto, visto che non sono neanche nelle graduatorie delle case popolari. Stiamo per far avere al Comune una lista di proposte legate a locali che possono essere utilizzati per l’aggregazione dei cittadini, sia di tipo sociale sia di tipo sportiva”.

L'articolo Pirri, zero spazi per giovani e anziani:“La scuola di via Zucca occupata da abusivi” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine