sardanews

Scoppia la pace nel PD algherese. Salis ancora segretario

Mario Salis è stato eletto per acclamazione segretario del Pd di Alghero. E’ l’esito del congresso svoltosi quest’oggi nella sede di via Mazzini dove è stata provata una mozione unitaria. Si apre una nuova fase, a detta di molti esponenti del PD, che potrebbe sfociare in un ingresso in maggioranza. Cosa che sembrava impensabile soltanto qualche settimana fa.

“Iscritti e simpatizzanti, con questo gesto inequivocabile, riconoscono il buon lavoro svolto in questi anni del circolo, il suo segretario e tutto il gruppo dirigente a cui rivolgo il mio sentito ringraziamento”, ha commentato il consigliere comunale Enrico Daga. “Il congresso cittadino del Pd si è chiuso con un accordo unitario su un documento politico votato per acclamazione. Auguri al Segretario Mario Salis e ai quaranta nuovi componenti del direttivo. Inizia una nuova fase”. Queste invece le prime parole del sindaco, Mario Bruno.

Di seguito il documento:

Il partito democratico di Alghero conclude con il congresso cittadino e con l’elezione degli organismi dirigenziali una fase di importante impegno politico e programmatico che ha posto in evidenza i temi relativi alla città e gli interessi più generali della comunità Algherese e del territorio.

Non sono mancate in questi anni passati iniziative e confronti pubblici che hanno consentito al PD di svolgere un importante ruolo di riferimento in città. La stessa azione di opposizione portata avanti a seguito del risultato elettorale comunale del 2014 è stata condotta dal gruppo e dal partito con serietà e sulle questioni di merito nelle condizioni difficili derivate dalla divisione avvenuta in sede elettorale.

La fase di tesseramento svolta in vista del congresso, ha registrato una volontà di superamento delle divisioni su richiamate e si pone come presupposto per il rafforzamento del PD.

Il governo della città costituisce gran parte delle attenzioni e dell’attività del nostro partito. Si rafforza la consapevolezza che la citta e il territorio hanno necessita di un governo forte autorevole e dinamico i grado di dare risposte da un lato alle consistenti problematiche legate alle condizioni di vita e alle esigenze di occupazione, dall’altra di mettere i campo progetti e iniziative di media- lunga scadenza che sfruttino al meglio le potenzialità che la citta possiede.

Le recenti dimissioni del sindaco mettono il PD di fronte a scelte e decisioni nuove e responsabili. L’apertura della crisi, ha portato al venir meno della maggioranza che ha avuto la prevalenza dei consensi degli Algheresi.

In questo nuovo quadro il PD e tutte le forze partitiche o civiche, che si riferiscono all’area di centro sinistra, si dovranno impegnare a creare le condizioni per la sottoscrizione di un nuovo patto politico e programmatico che con obbiettivi precisi e condivisi e interpreti affidabili e rappresentativi, apra una nuova fase di governo e ricostruzione del centro sinistra.

Il PD si impegna a sostenere con forza il rilancio della situazione politico amministrativa, con spirito aperto e senza pregiudiziali, nell’interesse della citta, ricercando le opportune convergenze programmatiche per la conclusione del mandato amministrativo.

Deve essere questo l’orizzonte e il contesto nel quale collocare la conclusione del mandato in corso. Si esce dalla crisi con un percorso chiaro, comprensibile agli Algheresi, all’insegna della ineludibile necessità di costruire un quadro di centro- sinistra organico ed omogeneo.

Alla fine del percorso programmatico, per il quale si aprirà nelle prossime ore una discussione, cadranno le condizioni restrittive relative al tesseramento dei consiglieri comunali e assessori nel rispetto dello statuto.

Vedi su Algheroeco