sardanews

“VIa Garibaldi, così mio marito ha inseguito e fatto arrestare lo scippatore nigeriano”

image

di Athalie Devoto

E’ stato mio marito Marco che, appena uscito dal suo studio al Palazzo Vivanet (ore 20:35),ha visto un ragazzo di colore correre accanto ai portici di Via Roma inseguito da una ragazza (e da un altro ragazzo che poi è andato via). Mi riferisco al caso di via Garibaldi, dove uno straniero aveva rubato un cellulare a una commessa.

Ha capito che stava accadendo qualcosa di grave ed ha iniziato a correre dietro al ragazzo nigeriano (la ragazza si è fermata in Via Roma).

Mio marito lo ha rincorso a piedi fino a Via Mameli. Mentre correva (con giacca, cravatta e borsa – è un avvocato), è riuscito a chiamare la Polizia che ha passato la chiamata in pochi istanti ai Carabinieri. Mentre correva dietro al malvivente, in diretta con i Carabinieri, indicava loro l’esatta posizione…Piazza del Carmine, Via Maddalena, Via Malta e poi Via Mameli dove la volante lo ha intercettato tagliandogli la strada. A quel punto mio marito lo ha indicato ai Carabinieri che lo hanno ammanettato e portato in Via Nuoro per l’identificazione.

Anche mio marito è andato lì per rilasciare la dichiarazione ed ha ricevuto gli elogi da parte delle forze dell’ordine e della ragazza derubata e della sua famiglia!

Il nigeriano, senza documenti, aveva però il cellulare della ragazza (con la sim che ovviamente non aveva potuto ancora togliere) ed un altro cellulare senza la sim.

Il merito, perdonatemi, ma è di mio marito che ha avuto un comportamento esemplare. E credo che anche voi ne dovreste dare merito.

L'articolo “VIa Garibaldi, così mio marito ha inseguito e fatto arrestare lo scippatore nigeriano” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine