sardanews

Droga a Valledoria: 23enne in manette

L’attenzione dei Baschi verdi della Compagnia della Guardia di finanza di Sassari, si è concentrata questa volta nel piccolo centro abitato di Valledoria, dove hanno proceduto all’arresto di un 23enne

image

VALLEDORIA - L’attenzione dei Baschi verdi della Compagnia della Guardia di finanza di Sassari, si è concentrata questa volta nel piccolo centro abitato di Valledoria, dove hanno proceduto all’arresto di un 23enne. I militari, dopo una breve attività infoinvestigativa, hanno iniziato a tener d’occhio una piccola porzione di una villa apparentemente anonima ma, secondo le Forze dell'ordine, molto ben nota ad alcuni giovani del posto, divenuta la “bottega di fiducia” dover poter acquistare cocaina e marijuana lontano da occhi indiscreti. L’arrestato aveva trasformato la casa in un luogo sicuro dove svolgere l’illecita attività, un luogo dove lo stesso accompagnava i propri clienti per gli acquisti.

Nella tarda serata di ieri (sabato), i militari, dopo aver notato il giovane uscire dalla casa con il cliente di turno, segnalato alla Prefettura di Sassari, hanno proceduto, non senza difficoltà avendo dovuto inseguirli in auto per alcune centinaia di metri, al fermo di entrambi i ragazzi. A nulla è valsa, durante la breve fuga, l’azione di liberarsi di un involucro di carta stagnola, recuperato immediatamente dai militari, contenente marijuana ed una dose di cocaina. I Baschi verdi hanno quindi proceduto alla perquisizione della villetta, trovando sul piano di lavoro della cucina 50 dosi di cocaina pronte per la vendita, 20 pacchetti da 5 e 10grammi di marijuana, oltre a sostanza da taglio, bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. La minuziosa attività di perquisizione estesa a tutto l’immobile consentiva di trovare il probabile provento dello spaccio, consistente in oltre 3mila euro ben nascosti all’interno di una custodia vuota per cd.

A quel punto, i militari hanno proceduto all’arresto del reo e, atteso quanto disposto dal pubblico ministero di turno, all'accompagnamento al giudice del Tribunale di Sassari per essere sottoposto a giudizio direttissimo. La sostanza stupefacente, il bilancino, le banconote e la sostanza da taglio rinvenute sono state sottoposte a sequestro. L’attività odierna si inserisce nel quotidiano controllo del territorio in cui sono impegnati i finanzieri del Comando Provinciale di Sassari, e che negli ultimi quattro mesi ha portato all’arresto, tra il Sassarese e l’Anglona per reati di stupefacenti, di diciannove persone dedite all’illecita attività, e ciò anche grazie alla fattiva collaborazione dei cittadini onesti che per proteggere i più giovani dal dilagante fenomeno del consumo di sostanze stupefacenti, abbattono i muri dell’omertà e denunciano o segnalano circostanze sospette.

Vedi su Alguer.it