PASSIONE, ARTE E CREATIVITA’ PER SAMANTA MELONI “FOLLETTOSEM”


PASSIONE, ARTE E CREATIVITA’ PER SAMANTA MELONI “FOLLETTOSEM”

di Alessandro Congia

Lei è Samanta Meloni, ma sul web qualcuna la riconosce sotto il nome di Follettosem. Abita a Selargius, ha 38 anni e si occupa da diversi anni di artigianato artistico, lavorando prevalentemente su commissione. La sua ispirazione? Tutto ciò che le circonda: ogni piccolo dettaglio, ogni piccola cosa, in ogni sua forma e colore.

Ama dipingere sin da quando era bambina, ma solo in età adulta ha scoperto una grandissima passione per la manualità: tutto ciò che si può creare e costruire con le proprie mani, dargli colore, movimento, dargli un’anima. Ma queste sue passioni sono sempre state accantonate e tenute represse in un certo qual modo per una vita dedita allo studio: «Una volta laureata e sposata – dice Samanta – decisi di dedicare il mio tempo più prezioso alla mia bimba, arrivata poco più tardi,  riscoprendo con lei tutto l’entusiasmo e la gioia che solo quelle vecchie passioni lasciate tempo prima riuscivano a darmi. Così, con una laurea in scienze dell’educazione nel cassetto, ripresi a modellare. Circa una decina d’anni fa acquistai un libro di pasta di sale, lo lessi e lo osservai con attenzione e iniziai così un percorso tutto mio. Lasciai poco dopo questo impasto, che tendeva a danneggiarsi a causa dell’umidità, per provarne un altro che da subito catturò la mia attenzione: la pasta di mais, con una semplicissima ricetta base trovata nello stesso manuale. Una pasta meravigliosa di cui mi innamorai fin dalla primissima scultura realizzata e che tutt’ora non oso abbandonare, che mi ha accompagnato in tutto questo tempo e che mi ha regalato grandi gioie e soddisfazioni. Una pasta che amo definire ‘nobile’, morbida liscia  e bianca, come la porcellana, che permette di realizzare delle sculture certosine, perfette e durature nel tempo. Inizialmente le mie preferenze riguardavano dolci bamboline dai visi curiosi e dai vezzosi abitini, accompagnate dai loro tenerissimi orsetti pelosi  e morbide bamboline di pezza. Ma anche cornici e quadretti in 3D arricchiti da eleganti decorazioni floreali, nastri e pizzi. Orecchini con animaletti che catturavano  e catturano ancora oggi inevitabilmente l’attenzione delle giovanissime…fino ad arrivare – sempre spinta da questa irrefrenabile passione per le arti manuali – alla mia più grande ed inaspettata scoperta: un magico mondo fatato di elfi, fate e folletti dei boschi e delle miniature che contestualizzo in antiche tegole sarde»

«Venivano plasmate anch’esse a mano dai bravissimi artigiani d’altri tempi – racconta Samanta Meloni – appoggiandole sulla loro gamba e da lì la peculiare forma irregolare e svasata di ogni singola tegola, che ovviamente differiva l’una dall’altra per forma e dimensione. Tutti lavori certosini all’insegna della minuziosità e della cura per i dettagli, dettati dal cuore e dall’amore che ogni giorno dedico e impiego nella loro realizzazione e lavorazione. Ma dietro a tutto questo  –  per ciò che concerne le tegole sarde in particolar modo – c’è lo zampino di un grand’uomo che lavora quasi nell’ombra, mio padre, che ama lavorare tutto ciò che è legno ed è lui l’artefice di tutti gli oggetti in legno presenti in ogni tegola sarda e in ogni mia creazione. Io non potrei andare avanti senza il suo inizio d’opera  e lui. A fare da cornice a questo tipo di lavoro vi sono tante altre sculture che amo realizzare e nel frattempo  sono nati i miei amatissimi folletti e fatine dei boschi, che vivono in un mondo incantato, proprio come il mio».

«Una passione che è nata quasi per magia. Un giorno, all’improvviso, senza scuole artistiche, accademie, o corsi di nessun genere,  ha bussato alla mia porta  (forse un po’ me la sono andata a cercare!!)..l’ho accolta con stupore e gioia, e l’ho tenuta stretta a me, tra le mie piccolissime mani, che ho iniziato a muovere e  a far lavorare ogni giorno di più, cercando di migliorare e perfezionare quelle che sembravano essere le mie attitudini, ritrovandomi qui, oggi, insieme alle magiche creature che mi danno ogni giorno tanta gioia e tanta soddisfazione. Attualmente ho un piccolo ed umile laboratorio a casa, il mio piccolo regno, come amo definirlo, in cui raccolgo tutte le idee, pensieri , dubbi  e do sfogo a tutto ciò che la fantasia mi suggerisce in quel momento. Lavoro, in qualità di hobbista,  saltuariamente su commissione. Ho partecipato per anni alla Fiera Natale alla campionaria di Cagliari, e qualche anno fa ho preso parte a dei piccoli mercatini patrocinati dai comuni, ma per svariati motivi ho preferito lasciarli e camminare per conto mio. Mi è capitato di ricevere richieste sulla possibilità di insegnare quel poco che so tenendo dei corsi, ma non è stato possibile realizzare questo progetto per mancanza di tempo e location adeguate, non nascondo tuttavia che mi piacerebbe tantissimo poter trasmettere queste conoscenze ad altri, bambini e adulti. Insegnar loro a liberare la propria fantasia e il bimbo che è dentro ognuno di noi, perché in questo lavoro di questo si tratta, tornare bambini, e rifugiarsi in un modo quasi immaginario in cui tutto funziona, tutto è come vorremmo, e in cui tutto ciò che immaginiamo prende magicamente vita! Ma questa è un’altra storia…e probabilmente rimarrà solo un mio sogno nel cassetto…chissà.. un giorno.. forse. Per ora, appena il tempo mi concede una piccola tregua da tutto ciò che la routine impone, mi dedico a realizzare liberamente qualcosa che mi appassiona …e la gioia più grande per me è ritrovare la stessa  felicità e la stessa magia che provo mentre plasmo una scultura, negli occhi che brillano di chi li adotta».

http://www.castedduonline.it/

vedi su tottusinpari


Condividi la notizia con i tuoi amici sui social network Facebook e Twitter
Condividi su Facebook









Per vedere tutte le notizie dalla Sardegna, metti mi piace alla nostra pagina facebook

Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la Cookie Policy

All for Joomla All for Webmasters