sardanews

Incidente Mortale a Cagliari sulla Strada Statale 195 nella zona di Sa Illetta (poco distante dalla Sede Tiscali). Un grosso camion ha travolto una Fiat Punto in avaria che stava ferma sul lato destro dalla carreggiata. Il Tir è piombato sulla vettura, e nell terribile impatto è morta Natalia Piras, 72 anni, di Capoterra. L'incidente secondo quanto indicato sul sito dell'Unione Sarda si è verificato alle 13. La donna percorreva la 195 in direzione Pula quando la Punto si è bloccata forse a causa della mancanza di benzina. La conducente si è accostata sul lato destro della carreggiata e ha chiesto aiuto ai familiari. Proprio mentre aspettava l'arrivo del figlio il tir è piombato sull'auto, travolgendola e trascinandola. La donna che si trovava nell'abitacolo è morta sul colpo. Il figlio, a quanto pare, si trovava nella corsia opposta in direzione Cagliari e avrebbe assistito impotente alla tragedia. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia stradale, le ambulanze del 118 e i Vigili del fuoco. La 195, in direzione Pula, è stata momentaneamente chiusa al traffico. Poco prima delle 15 è stata riaperta una corsia. Sul posto l'ambulanza del 118 e la polizia stradale che ha regolato il traffico.

Incredibile servizio andato in onda sull'emittente regionale Videolina.
L'Inviato Stefano Birocchi oltre a mostrare i paurosi crepacci sulla strada mostra come è semplice accedere alle zone per gli adetti ai lavori e intervista un cercatore di asparagi che afferma di aver visto i lavoratori anas gettare spazzatura sotto il terrapieno della 554 bis. Ma sarà veramente questa la causa del crollo?

{youtube}fEZRFNK7NFk|560|315|1{/youtube}

È purtroppo morta prematuramente lo scorso 5 Settembre 2014 in ospedale a Cagliari, dove era ricoverata da qualche giorno, il giudice Annarita Murgia. Non senza, essendosi impegnata anche nel sociale, aver donato gli organi per un altra giovane vita.

Quarantadue anni appena, magistrato d’esperienza, sino a pochi anni fa aveva svolto a Nuoro la funzione di gup, e aveva seguito diverse vicende giudiziarie delicate. Nell’ultimo anno, nonostante fosse in servizio a Oristano, era stata applicata nel capoluogo della Barbagia per portare a compimento alcune udienze che altrimenti, per questioni di incompatibilità di altri giudici, non si sarebbero potute completare.

Per la sua professionalità sobria ed equilibrata, era talmente ben voluta che la notizia della sua scomparsa ha sconvolto l’intero Palazzo di giustizia di via Leonardo da Vinci, già colpito negli ultimi tempi da diversi lutti. Appena qualche mese fa, come citato nel suo discorso introduttivo dal Presidente attuale del Tribunale LEOPOLDO SCIALLINO, era scomparso il suo predecessore, VITO MORRA.

Alla famiglia del giudice Murgia si è stretto tutto il personale del Palazzo di Giustizia, i suoi colleghi magistrati, gli avvocati del Foro di Nuoro, di Oristano e i tanti operatori di giustizia che l’hanno conosciuta e ne hanno apprezzato la laboriosità, la gentilezza e bonta d’animo. Con un corale gesto concreto di notevole significato morale e civico .

Si è tenuta così giovedì alle 12,30 presso l’ex  aula “n°4 “ del Tribunale di Oristano, ora denominata in suo onore ”aula AnnaRita Murgia  “, una pur solenne ma sobria e sentita cerimonia di commemorazione con cui le si è intitolata la sua consueta postazione di lavoro, molto conosciuta dai giuristi che gravitano attorno al tribunale della Sardegna centro meridionale.

 A 5 mesi dalla sua prematura scomparsa, tutti gli operatori del mondo del diritto, compreso il PROCURATORE DELLA REPUBBLICA di Oristano, con grandi attestati di stima e affetto, hanno cercato di tracciare un profilo della persona, prima che dell’illustre magistrato. 

Antecedentemente alla cerimonia di scopritura della targa, posta ora in grande evidenza al 2°semipiano del Tribunale, nella sua introduzione, una toccante testimonianza del presidente della sezione penale MODESTINO VILLANI sull’autorevole bonarietà della dott.ssa AnnaRita Murgia, cui ha fatto seguito a nome delle colleghe troppo commosse, un intervento eloquente della cancelliera;

 Ma particolarmente significativi di apprezzamento, sono stati anche gli interventi espressi dalle camere penali. Come in precedenza il penalista Giovanni Satta infatti, anche i presidenti dell’Ordine degli avvocati di Oristano PAU e di Nuoro SIOTTO hanno voluto ricordare il giudice Anna Rita Murgia :

 « Abbiamo avuto il privilegio di conoscere il giudice Murgia – dicono i penalisti Sardi, prima che il padre, confortato dal Presidente Villani, scopra al pubblico la targa dell’aula a lei intitolata – purtroppo per un periodo troppo breve, ci aveva subito colpito per la sua naturalezza con al contempo, sia di una grande capacità professionale che di un’ encomiabile carica umana. Persona perspicace e grande lavoratrice, si era ben calata nelle nostre rispettive realtà, non disdegnando mai di interloquire al meglio con la classe forense e impressionando tutti per i suoi modi garbati e umani. Come i colleghi, i gruppi di giuristi e tutti gli operatori del diritto, al pari del personale dei tribunali di Oristano e di Nuoro, sentiamo il dovere di dedicarle il ns. costante pensiero, ripromettendoci di tenerla ad esempio di rettitudine e cortesia   »  .  ( F.F. ) 

Queste immagini mostrano il gradino che si è formato sulla 554bis, chiusa al traffico veicolare in entrambe le direzioni. Le foto sono state condivise su Facebook da Nicola, un ciclista che ha raggiunto la zona in bicicletta. 

Il tratto della nuova 554 bis fra il km 0 e il 6,500 è stato chiuso al traffico a causa di una deformazione del manto stradale circa 20 giorni fa. Da allora l'Anas, secondo un comunicato stampa diffuso nei giorni scorsi "effettua il monitoraggio costante dell'area interessata dal fenomeno, ha riscontrato che le deformazioni sul piano viabile e l'instabilità del pendio avrebbero potuto causare situazioni di pericolo per la circolazione. Nelle scorse settimane l'Anas aveva predisposto, attraverso la facoltà di Ingegneria dall'Università di Cagliari, uno studio per le verifiche di stabilità del rilevato stradale interessato da lesioni longitudinali e trasversali". Ma intanto la strada è chiusa e si presenta in queste condizioni. Riusciremo a riaverla intatta prima dell'estate?

{youtube}lrugW3o7kIE|560|315|1{/youtube}

Ecco il video realizzato nella 554 Bis che mostra nel dettaglio il disastro nelle quattro corse della strada che dovrebbe collegare l'area vasta cagliaritana con Villasimius e la zona costiera sud orientale della Sardegna. Video estratto dal profilo facebook di Mauro Pili.

RICERCA PERSONALE: PAN TI TRATTA BENE Assume
Direttori di punto vendita
Allievi Direttori di punto vendita
Specialisti reparto Gastronomia e addetti
Specialisti reparto Macelleria e addetti
Allievo Ingegnere Logistico
I candidati devono possedere una buona predisposizione ai rapporti interpersonali ed attitudine ad una attività impegnativa, intesa a consentire un cortese ed efficiente servizio alla clientela.
Gli interessati di ambo i sessi con età massima di 40 anni, possono caricare il curriculum sul sito www.supermercatipan.it nella sezione Lavora con noi. Le convocazioni alla selezione saranno effettuate tramite e-mail.
SUPEREMME S.p.a. - SS 130 Km.6 - 09030 - Elmas (CA)

 

E' arrivato il concorso #indoonaselfie lanciato da Tiscali. Dal 1° al 15 aprile è possibile partecipare all'estrazione di un iphone 6 con 64gb di spazio disco dal valore di € 839. Per provare a vincere l'iphone occorre scaricare da Google Play, da App Store o da Windows Phone Store l'applicazione indoona (simile a whatsapp ma gratuita), farsi un bel selfie con lo smarphone ed inviarlo al numero 3701019950. E' possibile inviare una foto al giorno per avere più probabilità di vincita per un totale di 15 foto. Oltre all'iphone ogni giorno in palio 5 t-shirt personalizzate by xircu e 5 biglietti per UniverCity. Il concorso a premio denominato “#indoonaselfie“ è indetto da Tiscali Italia S.p.A., l'estrazione avverrà entro il 30 Aprile 2015 alla presenza di un funzionario della Camera di Commercio di Cagliari. Per leggere tutto il regolamento visitate il sito www.indoona.com/indoonaselfie.

La pioggia battente di queste ore sta creando non pochi disagi al traffico. Sulla 554 all'incrocio Selargius-Settimo San pietro, un tamponamento ha coinvolto diverse auto, ed è stato necessario l'intervento di un ambulanza e dei vigili urbani di Selargius che hanno regolato il traffico. Ma la pioggia, abbinata al sole, regala anche parecchi scenari colorati in tutto l'Hinterland Cagliaritano.

Nella Foto, scattata questo pomeriggio (attorno alle ore 15.20) l'incidente con l'arcobaleno dietro. 

1 aprile 2015, non è un pesce d'aprile, oggi Tiscali è down in quasi tutta Italia. Gli utenti lamentano grave lentezza adsl e isolamento con la fonia. Il blackout riguarda gran parte dell'Italia.

I disagi maggiori al centro sud e in Sardegna. Le motivazioni non sono state rese note, ma probabilmente si tratta di una grossa interruzione alla rete che diffonde i servizi in tutta la penisola. Impossibile (e abbastanza inutile) raggiungere l'assistenza tecnica telefonicamente. Il nostro consiglio è quello di attendere la risoluzione, anche se per ora non sono disponibile tempistiche sulla riparazione del guasto.

Il guasto è segnalato anche sulla sezione avvisi del sito tiscali http://assistenza.tiscali.it/avvisi/

Ore 11:26 del
01 Aprile 2015
Fonia: Inconvenienti tecnici a in TUTTA ITALIA
Sono attualmente in atto degli inconvenienti tecnici sull'utenza Fonia a in TUTTA ITALIA. Stiamo lavorando per ripristinare il servizio.
Ore 11:26 del
01 Aprile 2015
ADSL: Inconvenienti tecnici a in TUTTA ITALIA
Sono attualmente in atto degli inconvenienti tecnici sull'utenza ADSL a in TUTTA ITALIA. Stiamo lavorando per ripristinare il servizio.

Si segnalano disservizi anche su Telecom e Vodafone. Problemi randomici anche per fastweb. Segnalateci la vostra zona e provider sui commenti in basso. Grazie.

E' diventata il nuovo fenomeno del web "Sonia" una donna che vagabonda per Cagliari a chiedere a tutti "hai 2 euro". E' nata anche una anche una pagina facebook "Sonia 2 Euro" che in poco tempo ha superato i 4.000 mi piace. Nella pagina oltre ai video condivisi dai Cagliaritani su Youtube, delle simpatiche immagini con delle parodie che vedono Sonia protagonista.

Questa è la più condivisa. Sonia si trova nello studio di "C'è Posta per Te" il programma di Maria de Filippi e alla domanda "Ciao Sonia puoi parlare" lei risponde "Mi dai due euro per favore?"

"No ma mi sa che mandiamo le stelle di ieri, tanto la sartiglietta mi ha già preso alle palle". Pensava di essere fuori onda il giornalista dell'emittente locale "Nova tv" di Oristano. Invece queste parole sono arrivati a tutti i telespettatori collegati per seguire i mini cavalieri in diretta. Parole che non sono sfuggite all'autore di questo video che lo ha subito pubblicato sui social network e diffuso sui gruppi facebook "ORISTANO, la città CHE VORREI..." e "Oristano senza ipocrisie".

Inevitabili le polemiche degli utenti: "Penso a tutti quei genitori che hanno sacrificato ore, soldi e chissà cosa per preparare questo magnifico giorno e poi.. Mi immagino i nonni davanti alla tv. Che rabbia" scrive un utente su facebook.

Una vera figuraccia per Giorgio Mastino, e qualcuno chiede l'intervento di Striscia la notizia per "attappirarlo".

Ecco il video dell'incredibile "fuori onda"

{youtube}F5FEpTUMgMU|560|315|1{/youtube}

 

Al progetto, 20 anni fa considerato brutto, collaborò anche Maria Lai. Lo condivise a tal punto da proporne i modelli in alcune sue mostre. GUARDA LA FOTOGALLERY

Quando il progetto della piazza di Sinnai vide la luce suscitò una scia di polemiche. Fu ritenuto brutto e contrastante rispetto all'urbanistica tradizionale. A circa venti anni dalla sua realizzazione la Biennale di Venezia 2014 lo ha invece riscoperto e inserito in una storia per immagini della miglior cultura progettuale italiana. Cino Zucchi, curatore del Padiglione Italia e dell'allestimento Innesti/Graftings, lo ha scelto per rappresentare il concetto di “modernità anomala”, ossia la capacità «di innovare e al contempo di interpretare gli stati precedenti». «È un riconoscimento per noi certamente lusinghiero», dice Gaetano Lixi, architetto cagliaritano che insieme a Francesco Delogu firmò il progetto nel 1995. «Eravamo consapevoli del senso della sfida. Intervenire in “sa piazza 'e cresia” - precisa - è come lavorare nel soggiorno di una casa privata. Lì sono custodite memorie ed affetti. Storie di incontri, matrimoni, nascite e funerali. Tutte le scelte che minacciano la sicurezza del noto sono oggetto di critica e discussione». «Quando nel 1998 consegnammo la nuova piazza al Comune - racconta ancora - avevamo la consapevolezza di aver realizzato un progetto innovativo ma di averlo fatto con scrupolo e competenza, chiedendo peraltro - come nella migliore tradizione italiana - la collaborazione di un'artista». Si trattava di Maria Lai. Non partecipò materialmente alla stesura del progetto ma lo condivise a tal punto da volere un modello della piazza di Sinnai in una mostra antologica che si svolse a Oristano e in una successiva che raccontò la sua arte a Torino. Alla maestra di Ulassai non piacque soltanto il disegno dello spazio urbano, che ricorda scacchiere e bicromie delle piazze rinascimentali italiane, pensò anche alla contestualizzazione di un palazzone che, eretto negli anni Cinquanta davanti alla parrocchiale di Santa Barbara, stride ancora fortemente con le architetture pubbliche e private che si affacciano sul sagrato. Insieme ai progettisti non approvò la possibilità della demolizione (che avrebbe comportato l'acquisizione della struttura da parte del Comune e quindi costi insostenibili) ma ipotizzò un'originale inserimento nel contesto urbanistico. Attraverso un sapiente alternarsi di vuoti e di pieni e inserendo entro le linee orizzontali di demarcazione dei piani motivi iconografici propri dell'artigianato sardo, immaginò che il prospetto del cubo di cemento, oltraggio al prospiciente campanile, potesse realizzare un grande tappeto. «Sarebbe stato un omaggio alle memoria delle processioni e delle festività cristiane - spiega Lixi - quando nei paesi è consuetudine esporre alle finestre i pezzi più pregiati del corredo domestico». I bozzetti di Maria Lai sono così parte integrante della storia di un progetto che a distanza di 20 anni è stato riscoperto, anche dal Comune. Gli stessi architetti cureranno i lavori di ripristino della pavimentazione danneggiata dal traffico di auto e mezzi pesanti. «L'avremmo voluta aperta solo ai pedoni - conclude Lixi - così che tornasse a essere, come nel passato, luogo d'incontro, confronto e discussione».

Manuela Arca

Fonte: Unione Sarda

Radio Fusion & Sarda News in collaborazione con EJA TV e AllWeb® trasmettono in diretta live streaming audio/Video la Sartiglia di Oristano 2015.

Tramite questa pagina è possibile seguire le evoluzioni dei cavalieri, la corsa alla stella, le pariglie e la magica atmosfera del carnevale oristanese. La diretta sarà disponibile il 15 e 17 Febbraio 2015 dalle 11.30 alle 18.30.

Questo il programma della manifestazione:

SARTIGLIA 2015

Domenica 15 febbraio - Sartiglia del Gremio dei Contadini
Martedì 17 febbraio - Sartiglia del Gremio dei Falegnami

ORE 10 - BANDO

Di primo mattino, il gruppo dei tamburini e dei trombettieri partendo dalla piazza Eleonora d'Arborea, davanti al Palazzo del Comune, scorta un araldo a cavallo che nelle vie del centro storico, da lettura del Bando della Sartiglia, invitando il popolo ad assistere alla giostra equestre.

ORE 11 - ANNULLO POSTALE
Apertura Ufficio Postale con Annullo Postale Speciale presso il Palazzo Arcais (Corso Umberto I, 52). Uno sportello filatelico straordinario, a cura di Poste Italiane, annullerà tutta la corrispondenza con gli annulli figurati speciali predisposti per celebrare la Sartiglia. Inoltre sarà predisposto un Folder filatelico che conterrà le cartoline affrancate e annullate e i dati salienti della Sartiglia.

ORE 12 - VESTIZIONE

- Domenica, vestizione de su Componidori nella sede del Gremio dei Contadini in via Aristana.

- Martedì, vestizione de su Componidori nello spazio allestito dal Gremio dei Falegnami nella via Palmas

La mattina della corsa, su Componidori (il capocorsa), dopo la visita alle scuderie per salutare gli amici e cavalieri, si reca presso la casa del presidente del gremio da dove verso le 11 parte il corteo verso la sede dove avverrà la Vestizione. Il gruppo dei tamburini e trombettieri, apre il corteo composto da is massaieddas e da sa massaia manna, che portano con dei cestini gli abiti per la vestizione de su Componidori, seguono i componenti del gremio, che custodiscono le spade e gli stocchi per la corsa e su Componidori. Terminata la vestizione, dal tavolo dove è stato vestito, su Componidori monta sul cavallo. In quel momento il presidente del gremio gli consegna sa Pippia de Maiu con la quale saluta, cn segni di benedizione, il presidente del gremio e tutti i presenti. Su Componidori si porta quindi verso l’uscita e riverso sul cavallo esce dalla sede del gremio. Alla Vestizione si accede tramite inviti la cui distribuzione è a cura dei Gremi che la organizzano. Sarà trasmessa in diretta sul maxi schermo presente in piazza Eleonora d'Arborea.

ORE 13,15 - CORTEO

Al termine della cerimonia della Vestizione, il corteo dei 120 cavalieri guidato da su Componidori e preceduto dai trombettieri e tamburini, massaieddas e dal gremio, si dirige verso il percorso di via Duomo nel quale si svolgerà la Corsa alla Stella.

ORE 13,30 circa - CORSA ALLA STELLA

Con il triplice incrocio di spade tra su Componidori e il suo secondo che si svolge sotto il nastro verde che sostiene la stella, al ritmo dei tamburi, ha inizio la corsa.

La prima discesa spetta a su Componidori, a seguire i sui compagni di pariglia, la pariglia de su componidori della Sartiglia del martedì e tutti i cavalieri a cui concederà l'onore della spada.

Seguiranno le discese con lo stocco e sa Remada.
Da quel momento si ricompone il corteo dei cavalieri che ripercorrendo la via Duomo e passando dal corso Umberto e dalla piazza Roma, si dirige verso la via Mazzini, teatro dove si svolgeranno le Pariglie.

ORE 16,30 circa - CORSA DELLE PARIGLIE
Da Su Brocci”, il piccolo tunnel che si immette nella via Mazzini, prendono il via le spericolate acrobazie dei cavalieri. Su questo percorso, secondo l’ordine di sfilata, tutte le pariglie partecipanti potranno cimentarsi nelle evoluzioni. Apre e chiude la corsa delle Pariglie la pariglia de su Componidori.

ORE 18,30 - SVESTIZIONE

- Domenica, Svestizione de su Componidori nella sede del Gremio dei Contadini.

- Martedì, Svestizione de su Componidori nella sede del Gremio dei Falegnami.

Al termine della corsa delle pariglie il corteo si ricompone e ritorna sul percorso della via Mazzini. Ormai all’imbrunire, la sfilata dei cavalli e dei cavalieri segna la fine della corsa. Al termine della sfilata il corteo formato dai trombettieri, dai tamburini, dal gremio e dai cavalieri, si dirige alla volta della sede del gremio dove è avvenuta la vestizione de su Componidori per procedere con la Svestizione. Levati il cilindro e il velo, lo straordinario rullo dei tamburi segna il momento in cui viene tolta la maschera. Da quel momento il gremio, i cavalieri e tutti i presenti si recano da lui per salutarlo e congratularsi. L'ingresso alla Svestizione è libero.

La città più smart, dai dati del 2014, in Italia è stata Milano, ma di lavoro, per poter competere con le più grandi città d'Europa, ce n'è ancora da fare. Un percorso che non dovrà essere compiuto da solo dai Comuni, che vivono già grandi difficoltà a reperire le risorse necessarie per garantire i servizi essenziali, ma ancora una volta, la parte più consistente degli investimenti, dovrà contare sui fondi che proverranno soprattutto dalla Ue.

Tuttavia il denaro, in un percorso complesso ed articolato come quello che è alla base della realizzazione di “città intelligenti”, può costituire solo il combustibile necessario a portare avanti i progetti. La determinazione di programmi finalizzati alla realizzazione delle smart city costituisce, infatti, l’aspetto più importatante e, forse, anche quello più difficile da concretizzare. Difficoltà però superabili grazie alle frequenti iniziative che mirano a combinare differenti piattaforme e filosofie in una condivisione di know how, competenze ed esperienze già vissute che permetteranno di ottenere la progressiva riduzione dei tempi di ideazione e gestione.

Sulla scia di quanto ha avuto inizio nel 2010 con la nascita della piattaforma di Startupbootcamp, che sfrutta la condivisione di esperienze ed idee a livello europeo, nasce in Italia la piattaforma online delle “smart city italiane”, voluta dall'accordo dell'Anci e dell'Agenda digitale italiane. Molti progetti sono stati già realizzati in circa 60 città Italiane, con Milano che ancora una volta ha svolto il ruolo di catalizzatore in una spinta verso un’Italia più smart ed al passo con le eccellenze d’Europa e del Mondo (e perciò più solida anche da un punto di vista finanziario).

Ciò che è chiaro e che in Italia, la pressione dell'Agenda digitale Europea, ha finalmente dato i suoi frutti per la creazione di una società smart e interamente digitalizzata, passando per delle tappe obbligate e coinvolgendo dei campi ben definiti, che pongono al centro il miglioramento delle infrastrutture di comunicazione, a partire dalla connessione a banda larga accessibile per tutti con una maggiore competitività di tariffe ed offerte degli operatori (vedi su http://www.apprendistatoprovinciaroma.it/adsl-telefono-offerte/) e la spinta alle energie rinnovabili e al buon “governo” (‘economico’ e non solo).





Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie