sardanews

Dal 1° gennaio 2019 entra in vigore per tutte le imprese, comprese quelle agricole, l’obbligo della fatturazione elettronica. Si tratta, in pratica, di un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che va a sostituire integralmente quelle cartacee.

 

Come emettere le fatture dal 1° gennaio
Per agevolare il passaggio e mettersi in regola il Portale del Socio Coldiretti https://socio.coldiretti.it mette a disposizione il servizio “Fatturazione digitale”. Tale servizio offre la gestione digitalizzata delle fatture integrata con l’intero ciclo attivo della contabilità d’impresa facilitata da un programma avanzato che consente di monitorare prodotti, listini e clienti direttamente da pc, tablet o smartphone. Grazie al collegamento integrato con Impresa Verde le tue fatture giungeranno automaticamente agli uffici Coldiretti, evitando file e facendoti guadagnare tempo per la tua attività. Dovrai conoscere il codice destinatario o l’indirizzo Pec del tuo cliente da indicare in fattura per il corretto recapito della stessa.

Un’altra possibilità è quella di recarsi negli uffici Coldiretti di Impresa Verde che erogherà il servizio di emissione (e conseguentemente la conservazione) delle fatture attive. Anche in tal caso dovrai conoscere il codice destinatario o l’indirizzo Pec del proprio cliente da indicare in fattura. L’operatore di Impresa Verde effettuerà l’invio della fattura al Sistema di interscambio (il cosiddetto Sdi). La contabilizzazione sarà sempre a cura di Impresa Verde.

 

Come ricevere le fatture elettroniche

Per garantirti, invece, la ricezione delle fatture elettroniche, puoi delegare Impresa Verde alla gestione per tuo conto delle stesse. In tal caso le fatture emesse dai tuoi fornitori verranno recapitate direttamente sulla piattaforma gestita da Impresa Verde grazie al codice destinatario telematico che è già disponibile (5W4A8J1) e che tutti i soci che aderiscono al servizio dovranno comunicare ai loro fornitori al fine della ricezione della fatturazione elettronica a partire dal 1° gennaio 2019.

Impresa Verde non appena riceverà le fatture passive ne darà comunicazione ai soci secondo modalità da concordare.

 

Come registrarsi al Portale del Socio Coldiretti

Registrarsi al Portale del Socio Coldiretti è facile e gratuito. Basta andare su internet e digitare l’indirizzo https://socio.coldiretti.it. Cliccando su “registrati” dovrai inserire il tuo numero di Socio Coldiretti che si trova sulla tessera (il numero di socio e non quello di tessera), la partita Iva o il codice fiscale e un indirizzo mail.

Fonte: Casteddu on Line

di Ennio Neri

Cagliari, allarme al mercato di San Benedetto: “Aria irrespirabile durante la frittura del pesce”. Il caso sollevato in aula da un’interrogazione del consigliere comunale del gruppo misto Alessandro Sorgia. Riguarda il Mercato Civico di San Benedetto, il più grande Mercato del Pesce d’Europa, fotografato e filmato da registi internazionali.

Il problema riguarda il box destinato alla vendita diretta del pesce fritto. “a causa della cappa di aspirazione, che a vista sembrerebbe non in condizioni ottimali e/o manutentive, è visibile la presenza di grassi che grondano dalle pareti e dalla inefficienza dell’aspirazione. L’aria durante la friggitura è irrespirabile”, accusa Sorgia, “con forti lamentele da parte sia dell’utenza presente che degli altri operatori e non rappresenta un bel biglietto da visita per l’intero mercato cittadino”, nonostante “la presenza di un lavabo che non viene utilizzato o per mancanza dell’acqua corrente o per altri inspiegabili motivi”.

Sorgia a chiede a sindaco e giunta di intervenire, anche col supporto della assl, per risolvere il problema.

L'articolo Cagliari, allarme al mercato di San Benedetto: “Aria irrespirabile durante la frittura del pesce” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Il segretario nazionale di Destra democratica italiana Gianfranco Langella presenta il nuovo soggetto politico, presentato con un bagno di folla domenica mattina Per le Elezioni Regionali sarà affianco a Fortza Paris, mentre alle Amministrative algheresi proporranno due liste proprie: «abbiamo già creato la squadra, per il rinnovamento»

ALGHERO - E' nato in Sardegna un nuovo soggetto politico. E' Destra democratica italiana e vuole «inserirsi nel panorama politico sardo con proposte e progetti concreti per il rilancio della Sardegna e, in particolare, del nord ovest dimenticato e maltrattato da questa Giunta regionale». In Destra democratica, spiegano i rappresentanti, «è confluito il 60percento dei tesserati di Fratelli d’Italia, che hanno deciso di lasciare un partito nel quale non si riconoscevano più creando un nuovo Movimento nazionale. A rendere possibile la nascita di Destra democratica italiana è stato il terremoto politico accaduto qualche mese fa all’interno di FdI dove un folto nucleo di tesserati non ha rinnovato l'iscrizione al partito ed è andato via sbattendo la porta». Il presidente Andrea Sechi, il vice Pierfrancesco Saddi ed il segretario nazionale Gianfranco Langella, con tutto il Direttivo nazionale e regionale hanno presentato Destra democratica italiana domenica mattina, nella sala congressi del Polisoccorso di Alghero.

Nella foto: il segretario nazionale Gianfranco Langella

Commenti

Fonte: Alguer

Il consigliere regionale del Partito democratico Raimondo Cacciotto interviene sulla necessità di accreditare la struttura sassarese al sistema sanitario regionale

image

ALGHERO - Il consigliere regionale del Partito democratico Raimondo Cacciotto interviene sulla necessità di accreditare la struttura sassarese al sistema sanitario regionale. «Il Policlinico sassarese è una struttura ospedaliera che supporta da oltre sessant'anni il nostro territorio, compresi i pazienti di Alghero», spiega il consigliere algherese.

«Per anni, ha avuto eccellenze quali l’ostetricia e la ginecologia, l’oculistica, la riabilitazione ortopedica ambulatoriale, la neuropsichiatria infantile, la chirurgia, solo per citare alcune specialità che non solo hanno curato, ma sono state anche scuola per ottimi professionisti sanitari - spiega Cacciotto - Il Policlinico deve riottenere la convenzione con la Regione, e devono essere confermati gli ottanta posti letto, in modo da tutelare i posti di lavoro dei dipendenti».

«La società Habilita, del gruppo Rusconi, è pronta ad acquisire il Policlinico e procedere così alla sua riorganizzazione e ristrutturazione, mettendo fine ad un periodo di crisi finanziaria. Sarebbe la rinascita di questa struttura, e sono certo che l’assessore Arru e l’intera Giunta regionale si impegneranno affinché tutto vada a buon fine», conclude Raimondo Cacciotto.

Nella foto: il consigliere regionale Raimondo Cacciotto

Commenti

Fonte: Alguer

Al Comune di Simaxis info utili sull’amianto grazie ad Areas
Accordo di collaborazione con l’Associazione Regionale Ex Esposti

Tetto in amianto

Il Comune di Simaxis ha aderito alla proposta dell’Associazione Regionale Ex Esposti Amianto di Oristano, che offre a tutti i cittadini del paese un supporto volontario e gratuito su varie tematiche relative all’amianto, dalle bonifiche ambientali alla tutela della salute da rischio amianto. Lo ha reso noto il sindaco Giacomo Obinu.

“Gli abitanti di Simaxis che vorranno avere informazioni ed essere guidati nell’approccio e, ci auguriamo, nella risoluzione di qualsiasi problema legato all’amianto”, illustra il primo cittadino, “potranno ricevere assistenza totale su argomenti sia tecnici sia sanitari in materia di amianto, come ad esempio: se si ha la necessità di effettuare una bonifica, capire quali procedure seguire per determinare se il proprio amianto è pericoloso, effettuare un lavoro in casa o in azienda la dove sia presente amianto, conoscere adempimenti ed obblighi di legge per essere in regola e tutelare la salute e l’ambiente”.

“Il cittadino”, prosegue il sindaco Obinu, “sarà anche informato rispetto ad eventuali contributi comunali regionali statali o di enti e ministeri che possano riguardare e o agevolare e contribuire al suo intervento di bonifica della fibra killer”.

Per maggiori informazioni è possibile collegarsi sul sito internet del comune o rivolgersi direttamente allo Sportello Amianto dell’Associazione Regionale Ex Esposti Amianto, a Oristano in via Carlo Meloni 2/a, o chiamare il numero 0783 901377 o il cellulare 347 3803646, o scrivendo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Martedì, 13 novembre 2018

L'articolo Al Comune di Simaxis info utili sull’amianto grazie ad Areas sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

Anche il Comune di San Vero Milis aderisce alle iniziative che ruotano intorno al 25 novembre intitolate “Non solo 25 novembre: festival di sensibilizzazione sulla violenza di genere”

image

SAN VERO MILIS - Anche il Comune di San Vero Milis aderisce alle iniziative che ruotano intorno al 25 novembre intitolate “Non solo 25 novembre: festival di sensibilizzazione sulla violenza di genere”, che vedono il centro antiviolenza Donna Eleonora, l’Associazione Prospettiva donna e la consigliera di parità della provincia di Oristano, impegnate in azioni di sensibilizzazione, formazione e contrasto alla violenza di genere in tutta la provincia di Oristano. Giovedì 15 novembre, alle 18, nell'Aula consiliare di Via San Michele, è previsto un incontro nel corso del quale verrà proiettato il film documentario “Donne dentro”, della regista Marzia Pellegrino, in collaborazione con il Soroptimist di Cuneo che, attraverso l’intreccio di interviste a donne vittime di violenza, illustrerà il fenomeno della violenza contro le donne e la violenza assistita dai loro figli e figlie.

E’ un film che affronta la problematica attraverso i racconti di tre generazioni di donne vittime di violenza domestica, dando voce anche ai loro figli e figlie, che hanno assistito alle violenze perpetuate a danno delle loro madri. Drammi, esperienze e momenti di violenza quotidiana fisica e psicologica costituiscono il filo rosso che lega le storie delle protagoniste.

A seguire, è in programma un dibattito con le operatrici del centro Donna Eleonora e con la consigliera di parità. L’evento è gratuito ed aperto a tutti.

Commenti

Fonte: Alguer

di Paolo Rapeanu

Tra chi si lamenta maggiormente per l’ondata di strisce blu in piazza del Carmine spiccano i genitori degli studenti che vanno nella vicina scuola primaria Satta. Mariangela Atzeni ha un figlio di dieci anni che fa il quinto anno: “Certo, ci saranno molti disagi, arrivo da Is Mirrionis solo per prendere il mio bambino quando finisce le lezioni, il Comune dovrebbe preoccuparsi di queste situazioni, magari dando la possibilità a noi genitori di pagare delle tariffe ridotte”, suggerisce la Atzeni. “Alla fine in tutta Cagliari sta diventando ficcale trovare un parcheggio libero, se devo pagare pure per pochi minuti di sosta, ogni giorno, allora diventa proprio un problema, anche per trovare le monete”.

Fonte: Casteddu on Line

di Paolo Rapeanu

Viene spesso in piazza del Carmine, ovviamente in auto, “tre volte alla settimana, per prendere mio nipotino quando esce da scuola”, Daniela Danieli, pensionata cagliaritana. La sorpresa delle strisce blu l’ha colta impreparata: “Sono eccessive, non si sa più dove mettere l’automobile, ormai è tutto o a pagamento o sono zone a traffico limitato”, sbotta l’anziana, “speso per i parcheggi si tratta, poi, di fortuna, se trovi un buco bene, sennò…”. Sennò si paga, e anche se si tratta di una spesa non certo eccessiva, se diventa frequente allora è un problema. “La zona di piazza del Carmine è circondata da servizi che bene o male richiedono velocità, non è che uno parcheggia qui e ci sta per molto. Qui devono restare bianche le strisce. Pagare per un parcheggio è giusto, ma non ovunque”

Fonte: Casteddu on Line

di Paolo Rapeanu

Addio strisce bianche – sinora solo sul lato della piazza davanti alle Poste, ma in futuro dovrebbero scomparire anche dal lato del palazzo Caide –, il Comune crea nuovi parcheggi a pagamento pitturando gli stalli di blu. E, se qualche commerciante spera che con questa mossa ci sia una rotazione maggiore di parcheggi, monta la rabbia tra i tanti cagliaritani che devono raggiungere in auto la zona della piazza per motivi di lavoro, di visite a parenti e amici e per andare a riprendere i figli all’uscita dalla vicina scuola Satta. I cartelli con le tariffe sono ancora coperti da teli bianchi, ma il “taglio del nastro” si avvicina. Daniela Danieli, pensionata cagliaritana, almeno tre volte alla settimana va a prendere il nipotino all’uscita dalla scuola: “Si tratta di appena dieci minuti, prima erano gratis e ora dovrò pagare. Penso che con questa questione delle strisce blu in tutta Cagliari il Comune stia esagerano”, afferma mentre, sorpresa, poggia i piedi fuori dall’auto e nota che le strisce non sono più bianche. “Ogni mese dovrò spendere soldi in più, non è giusto”, aggiunge Mariangela Atzeni, impiegata 47enne, “mio figlio frequenta il quinto anno della scuola primaria alla ‘Satta’, perché il Comune non pensa a noi dedicandoci delle tariffe speciali?”.

Fonte: Casteddu on Line

Domani mattina, nel canile comunale a Funtana Sa Figu, sulla direttissima per Osilo, si effettuerà la microchippatura gratuita dei cani. Il secondo appuntamento di novembre è invece fissato per venerdì 23

image

SASSARI – Domani, mercoledì 14 novembre, dalle 9 alle 11, nel canile comunale a Funtana Sa Figu, sulla direttissima per Osilo, si effettuerà la microchippatura gratuita dei cani. Il secondo appuntamento di novembre è invece fissato per venerdì 23.

Al momento della microchippatura, gli animali non devono avere pulci, zecche o altri parassiti. I cani aggressivi o di grossa taglia devono avere la museruola. Gli interessati devono presentarsi con un documento personale ed il codice fiscale. Saranno accettati solo settanta cani, anche di altri Comuni.

L'anagrafe canina sarà effettuata a cura del Servizio Veterinario di igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche della Asl, in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Sassari. Il piccolo dispositivo permette di identificare il cane ed il padrone; questo scoraggia sia l'abbandono, sia il furto, poiché la bestiola non potrà essere rivenduta. Inoltre, in caso di smarrimento, grazie al microchip, sarà possibile contattare il padrone.

Commenti

Fonte: Alguer

Grave incidente alla fine di viale Cimitero, proprio a pochi passi dall’ingresso del camposanto e dal parco di Bonaria. Due vetture, per cause ancora da accertare, si sono scontrate. Una Volkswagen è andata quasi totalmente distrutta. Sul posto Vigili del fuoco, polizia e polizia Municipale. Bloccata totalmente la doppia corsia in direzione piazza Repubblica. Dai primissimi accertamenti non ci sarebbero, fortunatamente, feriti.

Articolo in aggiornamento

L'articolo Cagliari, brutto incidente in viale Cimitero: auto distrutte e traffico in tilt proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line





Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

Abbanoa, slitta il ripristino dell'eroga…

13-11-2018 La Nuova Sardegna

SASSARI. L’Enas, Ente acque della Sardegna, ha comunicato che, successivamente al completamento della riparazione programmata lungo l’acquedotto Coghinas 2, si è verificato un’ulteriore rottura che prolungherà i tempi di interruzione dell’approvvigionamento di acqua grezza...

Read more

Tamburini per un giorno tutti insieme: a…

13-11-2018 Link Oristano

Tamburini per un giorno tutti insieme: a Oristano la loro festa Nell’aula consiliare riuniti i gruppi cittadini e quelli provenienti dal resto della Sardegna Evento da non perdere domenica prossima a partire dalle 16...

Read more

Cagliari, spunta un residuo bellico d’ep…

13-11-2018 Casteddu On Line

Una palla di cannone risalente all’epoca risorgimentale è stata ritrovata oggi dai militari in un’abitazione in ristrutturazione in via San Mauro. Sul posto questo pomeriggio è intervenuta dopo una segnalazione la squadra anti sabotaggio del...

Read more

Policlinico Sassarese,soluzione in vista

13-11-2018 Ansa

Si va verso un accordo per salvare il Policlinico Sassarese. "Stiamo definendo un percorso per un accreditamento modulare, con l'impegno dei nuovi proprietari a effettuare gli interventi necessari alla messa in sicurezza della...

Read more

Bagaglio a mano con Ryanair ancora a pag…

13-11-2018 Casteddu On Line

Nonostante il monito dell’Antitrust la compagnia Ryanair continua a far pagare il bagaglio a mano. Fioccano le polemiche anche trai nostri lettori. Un volo per il 14 dicembre da Cagliari a Pisa prenotato oggi...

Read more