sardanews

CHILIVANI. Diceva di non sentirsi bene e voleva che il capotreno fermasse il treno Olbia-Cagliari alla stazione di Bonorva, una tappa non prevista nel programma di viaggio. Ovviamente il capotreno ha negato lo stop e l'uomo, 52 anni, ha cominciato a dare in escandescenze, ha estratto un martelletto frangivetro ed ha colpito due vetri della porta del vagone, mandandoli in frantumi quindi ha azionato la frenata di emergenza, interrompendo la corsa del treno.

Il capotreno ha avvertito la polizia ferroviaria, che ha poi rintracciato il passeggero sul primo binario della

stazione ferroviaria di Chilivani. L'uomo è stato subito affidato alle cure degli operatori i sanitari e trasportato nel più vicino ospedale, ma qui si è categoricamente rifiutato di farsi visitare.

L'uono è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio e danneggiamento.

Fonte: La Nuova Sardegna

Presentata ieri, la 32esima Marcia della pace, promossa dalla Caritas di Ales-Terralba, dalla Delegazione regionale Caritas Sardegna, in collaborazione con il Csv Sardegna Solidale. Quest’anno, si terrà a Villacidro, venerdì 28 dicembre, alle 15

image

CAGLIARI - Presentata ieri (venerdì), nella sala stampa del Seminario arcivescovile di Cagliari, in Via Monsignor Cogoni 9, la 32esima Marcia della pace, promossa dalla Caritas di Ales-Terralba, dalla Delegazione regionale Caritas Sardegna, in collaborazione con il Csv Sardegna Solidale. Quest’anno, la Marcia si terrà a Villacidro, venerdì 28 dicembre, alle 15. In apertura dei lavori, il vescovo di Iglesias Giovanni Paolo Zedda (delegato della Conferenza episcopale sarda per il servizio della Carità) ha auspicato «un impegno di pace da parte di tutti, non solo delle istituzioni, ma anche di tutte le persone chiamate a vivere in una comunità. È necessaria la consapevolezza che la politica sia al servizio della pace, e aiuti la cittadinanza ad avere un atteggiamento di fiducia verso le istituzioni, per costruire insieme qualcosa di nuovo».

«Al tema proposto da Papa Francesco per la Giornata mondiale della pace del primo gennaio 2019, La buona politica è al servizio della pace - ha spiegato don Angelo Pittau, direttore della Caritas di Ales-Terralba e promotore della Marcia - abbiamo aggiunto un tema tutto nostro: “La buona politica per la Sardegna: solidarietà, lavoro, bene comune”. La Sardegna ha bisogno della buona politica per ravvivare la speranza per il suo popolo. Abbiamo tante guerre di cui non si parla a sufficienza, stiamo scivolando nella miseria. Si è creato un “deserto” umano intorno a noi, abbiamo una grande speranza nella Marcia, che può far riflettere il mondo ecclesiale e non solo. La Marcia è sempre attualissima, mantiene la finalità di coscientizzare il popolo sardo sul tema della pace». Significativo, come ricordato da don Pittau, sarà il coinvolgimento, il 28 dicembre, alle 10, nell’Auditorium Santa Barbara di Villacidro, dei bambini della scuola dell’infanzia e primaria, per educarli alla pace.

Presente nel Comitato promotore, da alcuni anni, anche il Csv Sardegna solidale. «Una partecipazione, quest’anno, ancora più importante - ha detto Giampiero Farru, presidente del Csv Sardegna solidale e referente regionale di Libera Sardegna - dato il tema e data la presenza di don Luigi Ciotti, come testimone della Marcia, rappresentata in conferenza stampa da Davide Pati, vicepresidente dell’associazione Libera. La Marcia per noi conclude il viaggio “Libera idee” in Sardegna, finalizzato a conoscere, allargare la rete, rinnovare l’impegno civile contro le mafie e la corruzione. La Marcia testimonia la presenza di persone che vogliono ragionare sui contenuti che la politica vuole mettere in campo».

Negli ultimi anni, alla Diocesi di Ales-Terralba, si è aggiunta anche la Delegazione regionale Caritas Sardegna. «La pace non è solo assenza di conflitto, ma pieno compimento della giustizia che chiede tutta una serie di attenzioni – ha detto Raffaele Callia, delegato regionale Caritas - La politica non è solo quella esercitata dalle istituzioni, ma la cura della comunità spetta a tutti i cittadini. Come suggerito da Paolo VI “la politica è la forma più alta di carità”, ed è in capo a ognuno di noi. Non ci può essere una buona politica capace di generare pace, se non c’è amore, libertà, giustizia, secondo l’insegnamento di Giovanni XXIII nell’enciclica Pacem in terris». Ad ospitare la Marcia, il comune di Villacidro. «Sono onorata che quest’evento torni nella nostra città dopo sette anni – ha detto il sindaco di Villacidro Marta Cabriolu – Noi amministratori siamo chiamati a fare buona politica, cioè fare ciò che è giusto, ma che, talvolta, potrebbe non essere in linea con le aspettative. Buona politica significa agire per il benessere dei cittadini, favorire occasioni di confronto, in modo tale che essa riesca ad avvicinarsi sempre più ai bisogni della comunità. La pace sociale si raggiunge mettendo da parte ogni egoismo e mettendo i cittadini al primo posto».

Nella foto: un momento della presentazione

Commenti

Fonte: Alguer

Sedilo protagonista in Campidoglio al concorso sulle lingue locali
Secondo posto nella sezione prosa inedita per lo scrittore Alessio Petretto

Importante riconoscimento ieri per Sedilo, durante la premiazione del concorso Salva la tua lingua locale, tenutosi nella sala Promoteca del Campidoglio.

Alessio Petretto, scrittore, di Sedilo, ex sindaco del paese, si è classificato secondo nella sezione prosa inedita con un breve racconto scritto in sardo e in italiano, unito alla registrazione audio.

Menzione speciale anche alla Pro Loco di Sedilo per aver promosso l’evento nella proprio territorio.

Per la Sardegna hanno inoltre partecipato Mariagrazia Dessì di Dolianova, con un secondo premio nella sezione prosa edita con il libro “Cabudu in fundu” scritto in lingua sarda campidanese.

L’evento, condotto da Massimo Giletti e Veronica Gatto, ha visto ospiti speciali anche i tenores Remunnu ‘è loche di Bitti.

Salva la tua lingua locale è un concorso ideato dall’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, volta a proteggere, tutelare e divulgare dialetti e lingue locali, e riguarda non solo la prosa, la poesia e la scrittura, ma anche la musica.

Sabato, 15 dicembre 2018

L'articolo Sedilo protagonista in Campidoglio al concorso sulle lingue locali sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

Paesaggi rurali: incontro regionale a Sorradile
Ultima tappa del percorso di ascolto promosso dall’Assessorato agli enti locali

Foto Massimiliano Daga

Lunedì prossimo, 17 dicembre, a Sorradile, Borgo sul Lago, in località Monte Simeone, con inizio alle 10,  si chiude il processo di ascolto del territorio sui paesaggi rurali della Sardegna. Dopo i saluti del sindaco Pietro Arca, l’assessore dell’Urbanistica Cristiano Erriu introdurrà la discussione parlando del ‘Ruolo della Regione nella pianificazione e gestione del paesaggio’. Seguiranno gli interventi del presidente dell’Anci Sardegna Emiliano Deiana e dei rappresentanti dei Dipartimenti di Agraria, Ingegneria e Scienze sociali e delle Istituzioni, dell’Istituto Superiore Regionale Etnografico (Isre) e del Servizio Osservatorio del paesaggio e del territorio della Regione.

È il decimo incontro di partecipazione pubblica sulle pratiche e le tradizioni rurali, organizzato dall’Assessorato dell’Urbanistica con la collaborazione dell’Anci. Un importante contributo alla positiva riuscita del progetto è stato fornito dall’Agenzia regionale Forestas. Come è accaduto nei precedenti appuntamenti, l’iniziativa è aperta agli amministratori locali, ai professionisti del settore, alle associazioni di categoria e ai cittadini che desiderano partecipare all’approfondimento legato agli aspetti immateriali della cultura antica dei territori e delle popolazioni che li abitano.

Gli incontri stanno aiutando a definire le modalità di estensione del Piano paesaggistico regionale delle zone interne e a comporre un progetto di ricerca finalizzato al riconoscimento delle componenti storiche, culturali e insediative dei paesaggi rurali. In un’ottica di partecipazione attiva delle comunità rurali di tutta la Sardegna, questi appuntamenti servono a definire ambiti, paesaggi rurali storici, regole di governo dei corridoi vallivi e di tutto il territorio isolano. I paesaggi rurali, negli attuali scenari programmatici in ambito comunitario, nazionale e regionale, sono oggetto di particolare attenzione per l’importanza che ricoprono a livello identitario, ambientale, culturale, storico e produttivo.

Sabato, 15 dicembre 2018

L'articolo Paesaggi rurali: incontro regionale a Sorradile sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

Regionali: in corsa Sardi liberi (Unidos e Progres) © ANSA

"Sardi liberi": con questo simbolo si presenteranno alle regionali di febbraio Unidos e Progres. Ad annunciarlo negli spazi della sala Search a Cagliari, Mauro Pili e Gianluca Collu, rispettivamente leader di Unidos e Progres. Con loro anche il consigliere regionale Angelo Carta, appena fuoriuscito dal Psd'Az, e l'ex presidente del partito sardista, Giovanni Columbu.

Nessuna indiscrezione su chi sarà a guidare la coalizione, ma è certo che i candidati alla carica di governatore diventano ora sei. Già ufficializzata la corsa di Christian Solinas (centrodestra), Massimo Zedda (centrosinistra), Francesco Desogus (M5s), Andrea Murgia (Autodeterminatzione). Si attende ora il nome del vincitore delle Primarias lanciate dal Partito dei sardi, che si chiudono domenica 16, e quello di Sardi liberi.

"Questo è un momento storico per la Sardegna, perché tre forze politiche e movimenti di popolo importanti hanno scelto di costruire per la prima volta la grande casa dei sardi liberi - ha spiegato Pili - un passaggio che non può essere solo elettorale, è un progetto grande che si rivolge ai sardi di destra e di sinistra, dei cinquestelle e a tutti coloro che comprendono che solo mettendo davanti a tutto la Sardegna e i sardi, possiamo liberare questa terra. Le coalizioni italiane sono il cappio al collo dell'economia e dello sviluppo della nostra terra".

"Con questo progetto - ha sottolineato Carta - vogliamo comunicare che si può essere liberi a casa nostra". Una casa che "abbiamo deciso di costruire insieme con il contributo di tutti". "Io che per trent'anni sono stato nel Psd'Az sono arrivato a pensare che bisogna andare oltre - ha chiarito - non ho nessuna rivalsa da fare, ma quel percorso si è concluso e non ha portato dove i valori e gli ideali sardisti dovevano portarci".
   

Fonte: Ansa

 © EPA

(ANSA) - NAPOLI, 15 DIC - "Milik sta bene e sono orientato a dargli l'opportunità. La sua condizione psicofisica è migliorata molto e potrebbe giocare dall'inizio". Lo ha detto il tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, alla vigilia della sfida al Cagliari in campionato. "L'unico indisponibile è Mario Rui - ha spiegato Ancelotti -. Meret si è allenato regolarmente, domani può giocare. E' una scelta tecnica". Il tecnico emiliano ha fatto riferimento anche a Callejon, ancora a secco di gol: "Gli chiedo delle cose sul campo - ha detto - che puntualmente esegue alla perfezione. Non ha bisogno per la sua esperienza e per la sua qualità di ricevere tante informazioni. Sa cosa fare. Ora - dice sorridendo - gli chiederò anche di segnare". Sugli altri azzurri, Ancelotti ha spiegato: "Mertens sta bene, è sereno.
    Ghoulam è stato fuori un anno quindi deve riabituarsi ma sta diventando importante per noi. Sta recuperando totalmente, ma ci serve anche al 50%.
   

Fonte: Ansa

 © ANSA

Si chiude con una serata speciale di premi e letteratura, domenica 16 dicembre alle 18.00 al THotel di Cagliari, la dodicesima edizione del Premio letterario Francesco Alziator, intitolato alla memoria dello scrittore, giornalista e studioso cagliaritano, che nel corso di poco più di due lustri di storia è diventato uno degli eventi letterari internazionali di maggior prestigio dell'intero bacino del Mediterraneo. Organizza la Fondazione Alziator, rimasta orfana lo scorso anno della sua fondatrice e presiedente, la professoressa Nereide Rudas.

Quello a cui teneva di più era l'annuale "Festa di Cagliari", come soleva definire il Premio Alziator, una sua creatura nata nel 2007 grazie all'appoggio della figlia di Alziator, Cristiana, e del direttivo della Fondazione, con Maurizio Porcelli in testa. Un'avventura nata con un direttivo di alto profilo che ha visto da subito impegnati Bachisio Bandinu, Ugo Carcassi, il decano dei medici sardi scomparso anche lui lo scorso anno, Giuseppe Luigi Nonnis, Tonino Oppes e Luigi Puddu, a cui è affidata la direzione artistica degli eventi del Premio e delle attività collegate al concorso secondo un filo conduttore tematico.

Durante la serata, condotta da Valeria Aresti, avvocata di primo piano e impegnata nel sociale, verranno premiati i vincitori delle varie categorie. Per la medicina e ricerca Carlo Doria, direttore della Clinica Ortopedica dell'Università di Sassari e luminare della chirurgia, e Giovanni Biggio, neuroscienziato e farmacologo di fama mondiale.

Suor Angela Niccoli e Alberto Borsetti, presidente regionale di Msp Italia, per il volontariato. Nel settore turismo l'Hotel Villa Fanny di Lucina Cellino e la Sogaer per la gestione dell'aeroporto di Cagliari con l'amministratore delegato Alberto Scanu. Per l'imprenditoria sono stati scelti Corrado Marini, titolare dell'Ottica 4 Eyes di Cagliari, e il Gruppo Collu Abbigliamento e Abiti da Sposa. Marinella Staico e Patrizia Camba sono le stiliste premiate per la categoria moda, mentre per la sezione dedicata alla Sardegna e alle sue tradizioni sono stati insigniti del riconoscimento l'Associazione Cuncordia a Launeddas e l'imprenditrice Milena Melis, che segue il settore della pastorizia con risultati straordinari.

Per la prevenzione in ambito sanitario, settore che Nereide Rudas teneva in grandissima considerazione, i premiati di quest'anno sono Angela Maria Silvestri, per il suo instancabile lavoro contro il carcinoma mammario, e Giuseppe Masnata, per le campagne di sensibilizzazione dedicate alle malformazioni congenite e alla vaccinazione preventiva. Per la musica i premi vanno ad una delle più importanti voci isolane di sempre, Ambra Pintore, e al "Maestro dei Maestri" Riccardo Carta, docente di chitarra e promotore instancabile della cultura musicale tra giovanissimi e adolescenti.

Per il giornalismo legato all'impegno sociale due riconoscimenti: il primo è per Giulia Giornaliste Sardegna, l'associazione di professioniste e pubbliciste che da un anno e mezzo ha portato al centro del dibattito culturale e sociale i temi legati alle discriminazioni, ai pregiudizi e agli stereotipi nella rappresentazione dei media; il secondo a Cesare Corda, esempio di giornalismo libero, oggi impegnato in una battaglia per tenere alta l'attenzione sulle problematiche legate al morbo di Parkinson, un'esperienza vissuta da lui in prima persona.

Fonte: Ansa

I tecnici dell’agenzia Forestas hanno portato a termine, nella regione di Matam, nel nord-est del Senegal,  il primo ciclo di attività previste nell’accordo di cooperazione territoriale sottoscritto nel maggio del 2017 dall’assessore degli Affari Generali Filippo Spanu e dal ministro per lo sviluppo territoriale del governo senegalese Yaya Abdoul Kane.

Nei giorni scorsi, nel corso di una missione istituzionale nel paese subshariano, l’esponente della Giunta aveva fatto il punto con il Ministro dei risultati sinora raggiunti.

I tecnici hanno compiuto i rilievi sui terreni nei quali è necessario realizzare opere di sistemazione idraulica per rendere più produttiva l’attività di una cooperativa costituita da 600 donne impegnate nel comparto agricolo. Ora sarà più agevole procedere anche alla fase del riordino fondiario delle aree coltivabili.

Sono, inoltre, operativi e nella piena disponibilità dei villaggi della regione di Matam i sei mezzi, già in dotazione a Forestas, destinati alla lotta contro gli incendi, vera piaga in questo territorio. Proprio sulle tecniche di spegnimento dei roghi è stato organizzato un corso di formazione rivolto agli operatori locali che hanno così acquisito utili competenze trasmesse dai rappresentanti della Regione.

“L’agenzia Forestas – ha dichiarato l’assessore Spanu – sta offrendo un contributo fondamentale per la buona riuscita dell’intesa con la regione di Matam, un’area del Senegal che ha molto bisogno di aiuto. Vogliamo creare nuove opportunità per i giovani del paese subsahariano per evitare che siano costretti a lasciare i luoghi di origine per affrontare percorsi migratori che espongono le donne e gli uomini in cammino a gravi rischi”.

L'articolo Sardegna-Senegal, Forestas chiude la formazione antincendio a Matam proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Nuova operazione antidroga dei carabinieri a Cagliari: arrestato un 31enne.

I militari del Nucleo investigativo continuano a monitorare le principali piazze cittadine ed ad effettuare perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di persone dedite allo spaccio e all’uso di droga. Nel corso di tale attività è stato arrestato un 31enne italiano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.  L’uomo è stato trovato in possesso di oltre 400 grammi di marijuana, circa 6 grammi di cocaina e 3 di hashish nonché di 240 euro provento dell’illecita attività. Il tutto è stato rinvenuto in due distinti appartamenti, in via Ranieri Stampante e in via Castelli, celato in armadi, cassettiere e in una cantina.

Solo nell’ultimo mese, i Carabinieri del Comando Provinciale hanno  complessivamente tratto in arresto in flagranza di reato per spaccio e detenzione di stupefacenti 16 pregiudicati, sia italiani che extracomunitari, molti dei quali originari del nord Africa e del Gambia, e sono state  denunciate e segnalate  quali assuntori ulteriori 30 persone.

L'articolo Nasconde la droga in due appartamenti a Cagliari: 31enne in arresto proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Proseguono costantemente le attività di controllo degli esercizi pubblici, che si inseriscono nel più ampio ambito dei servizi di contrasto, anche al fenomeno del gioco d’azzardo, che periodicamente vengono effettuati dalla Questura e dai Commissariati distaccati allo scopo di tutelare gli operatori che esercitano nel rispetto della legalità e soprattutto per combattere la ludopatia che colpisce le fasce sociali più deboli e che è spesso all’origine di gravi drammi sociali e familiari.

Nell’ambito di tali attività, attraverso una proficua collaborazione tra la Questura di Cagliari e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, sono state eseguite diverse verifiche presso esercizi pubblici a Cagliari e nella provincia.

Il personale della Polizia Amministrativa e quello dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel corso di alcuni controlli effettuati, hanno riscontrato alcune irregolarità presso due circoli privati di Cagliari, dove è stata rilevata la presenza di 4 apparecchi elettronici da divertimento irregolari, non conformi a quanto previsto dalla normativa vigente per detta tipologia di apparecchi e per non essere dotati di nulla osta all’esercizio e per i quali è stata comminata una sanzione di 9300 euro e disposto il sequestro; nell’altro circolo vi erano 2 apparecchi elettronici della stessa natura, per i quali è stata elevata una sanzione di 4600 euro ed è stata riscontrata l’assenza dell’autorizzazione per la somministrazione di alimenti e bevande, pertanto sono in corso accertamenti presso gli uffici comunali competenti.

Il personale del Commissariato di Quartu Sant’Elena ha effettuato le verifiche in due circoli privati di Maracalagonis e Sestu riscontrando, nel circolo di Sestu, la presenza di 3 apparecchi elettronici da divertimento irregolari, non conformi a quanto previsto dalla normativa vigente per detta tipologia di apparecchi e per non essere dotati di nulla osta all’esercizio, che sono stati posti sotto sequestro mentre dai controlli effettuati in tre bar caffetterie siti in Quartu e Quartucciu, in uno di questi, personale dei Monopoli ha riscontrato alcune irregolarità sull’iscrizione al registro RIES e assolvimento dell’imposta di bollo.

Nel territorio di Iglesias le verifiche hanno interessato tre bar del territorio, dove, all’interno di uno di questi, i poliziotti hanno riscontrato la mancanza di indicazione dell’offerta di gioco prevista dalla normativa.

F.G.

L'articolo Cagliari, pugno di ferro contro i videopoker irregolari: controlli a tappeto nei locali proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

 © ANSA

Un gruppo operativo con l'obiettivo di monitorare, consolidare e promuovere le politiche di genere e antidiscriminatorie. E' il risultato di un protocollo d'intesa firmato tra l'assessore agli Enti locali, Cristiano Erriu, la Consigliera regionale di Parità Maria Tiziana Putzolu e la sindaca di Guasila e dirigente dell'Anci Sardegna Paola Casula. "Un atto dovuto e necessario - spiega Erriu - purtroppo ancora oggi si assiste a frequenti tentativi di aggiramenti delle norme poste a tutela della parità di genere nella composizione degli organismi istituzionali".

Non è un caso dunque, che la firma del protocollo arrivi a due mesi dalle elezioni regionali. La Consigliera di Parità era già intervenuta in occasione delle elezioni amministrative di giugno 2018, invitando i sindaci neoeletti a una corretta composizione delle Giunte, secondo il principio della parità di genere, come previsto dalla riforma del 2016 degli enti locali. La legge c'è, insomma, il problema è farla rispettare.

Per Putzolu il protocollo appena firmato è "un passo avanti sulla strada ancora lunga del pieno raggiungimento dell'equilibrio di genere, che costituisce un essenziale fattore di sviluppo e civiltà della società tutta e non soltanto un 'problema delle donne', come spesso erroneamente inteso". "L'Anci ha sposato da subito l'idea di questa intesa perché siamo convinti che le politiche di genere debbano partire dal basso - sottoliena Casula - la collaborazione tra la Regione, la Consigliera di Parità e i Comuni è fondamentale soprattutto sul versante della prevenzione, non solo di contrasto alla violenza ma anche per incentivare le Amministrazioni locali a lavorare nella scuola, nel sociale e in tutti gli ambienti lavorativi per eliminare qualunque tipo di diseguaglianza".
   

Fonte: Ansa





Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie