sardanews

Acqua torbida: allarme a Oristano e autobotti a Massama e Nuraxinieddu
Si ripropone il problema già riscontrato nei giorni scorsi. Intervento del Comune e di Abbanoa

Nuovi problemi con l’erogazione dell’acqua a Oristano e nelle frazioni. Abbanoa, ente gestore del servizio idrico comunale, ha comunicato al sindaco di Oristano l’intenzione di mettere a disposizione della popolazione di Massama e Nuraxinieddu un’autobotte con acqua potabile per far fronte all’aumento della torbidità dell’acqua della rete pubblica.

“Le piogge degli ultimi giorni hanno nuovamente fatto aumentare la torbidità dell’acqua che sgorga dalla rete pubblica – sottolinea il sindaco Andrea Lutzu -. Abbanoa ha comunicato il nuovo e sensibile incremento nell’acqua che arriva dalle sorgenti di Bau Nou e Santu Miali. A titolo precauzionale, in attesa che le analisi del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’ASSL di Oristano consentano una valutazione più precisa, riteniamo sia doveroso provvedere a garantire un servizio sostitutivo di distribuzione di acqua da utilizzare a scopi potabili e alimentari. Quindi, d’intesa con l’ente gestore, da domani gli abitanti di Massama e Nuraxinieddu potranno approvvigionarsi di acqua potabile dalle autobotti di Abbanoa”.

Da domani, domenica 16 dicembre, l’autobotte di Abbanoa sarà quindi a disposizione della popolazione secondo le seguenti modalità:

– Massama 9-14,30 giardini fronte serbatoio e a servizio del carcere
– Nuraxinieddu 14,30-18 piazza Chiesa

L’aumento della torbidità si è riscontrato anche in alcune zone della città. Sempre a titolo precauzionale, in attesa delle analisi della ASSL, i cittadini possono servirsi presso le fontanelle di via Palmas, via Sassari incrocio via Vittorio Veneto, via Carbonia incrocio va Laconi e via Aristana incrocio via Othoca.

Sabato, 15 dicembre 2018

L'articolo Acqua torbida: allarme a Oristano e autobotti a Massama e Nuraxinieddu sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

Per la settima giornata del girone 3 del campionato di serie A, domani pomeriggio, il XV algherese, terzo in classifica, giocherà sul campo del Toscana Aeroporti I Medicei. Obiettivo: ritrovare la vittoria

image

ALGHERO - L’Amatori Alghero è attesa domani, domenica 16 dicembre, dalla trasferta sul campo della Toscana Aeroporti I Medicei. Pesapane e compagni saranno impegnati in una difficile gara a Firenze, alla ricerca di punti. Le tre sconfitte di fila maturate con Union Capitolina, Bingo family Amatori Catania e l’ultima in casa con il Prato Sesto richiedono un cambio di rotta ed il ritorno al risultato positivo, evitando così che la capolista Capitolina allunghi ulteriormente sulle due inseguitrici che attualmente sono Pesaro (a -8) e proprio Alghero (a -9).

La trasferta di domani si presenta insidiosa, anche perché la formazione fiorentina è ultima in classifica con 11punti, superata nello scorso turno dal Prato Sesto, vittorioso proprio a Maria Pia. I Medicei vorranno recuperare terreno e soprattutto sfruttare il fattore campo. Di contro, troveranno gli algheresi che non avranno intenzioni diverse, visto come sono andati i tre turni precedenti.

Il fischio dell’incontro del signor Gabriel Chirnoaga di Roma è fissato per le 14.30. E mentre la prima squadra giocherà oltre Tirreno, anche le formazioni giovanili dell'Amatori Alghero saranno impegnati in trasferta, sul campo dell’Accademia Cagliari. A partire dalle 11, scenderanno in campo l’Under 14, l'Under 16 e l'Under 18 per i vari impegni nei campionati regionali.

Commenti

Fonte: Alguer

Domani, domenica 16 dicembre dalle ore 16 i bambini potranno giocare per tutto il pomeriggio insieme agli aiutanti di Babbo Natale, imbucare le letterine, disegnare e partecipare all´estrazione della lotteria

image

PORTO TORRES - Tornano anche quest'anno in Piazza Umberto I gli Elfi di Intragnas con Naddari tutt'impari. Domani, domenica 16 dicembre dalle ore 16 i bambini potranno giocare per tutto il pomeriggio insieme agli aiutanti di Babbo Natale, imbucare le letterine nella cassetta postale, disegnare e partecipare all'estrazione della lotteria fantasiosa curata personalmente da Babbo Natale.

Dolciumi, caramelle e il laboratorio natalizio ti aspettano per una serata magica, che si concluderà con il lancio delle lanterne dei desideri. L'evento è a cura del Gruppo Folk Intragnas Porto Torres, in collaborazione con la Pro Loco e con il patrocinio del Comune di Porto Torres.

Fonte: Alguer

Ieri mattina, gli agenti della Polizia di Stato di Sassari hanno proceduto alla notifica dell’avviso di conclusione delle indagini nei confronti di nove persone, nell’ambito di un procedimento penale instaurato a seguito del sequestro di una vasta piantagione di canapa indiana, nelle campagne di Sassari, che portò all’arresto dei due “custodi”, nel luglio 2017

Piantagione di canapa: indagine chiusa

image

SASSARI - Ieri mattina (venerdì), gli agenti della Polizia di Stato di Sassari hanno proceduto alla notifica dell’avviso di conclusione delle indagini, emesso dal pubblico ministero Asara, sostituito procuratore della Repubblica nel Tribunale di Sassari, nei confronti di nove persone, nell’ambito di un procedimento penale instaurato a seguito del sequestro di una vasta piantagione di canapa indiana, nelle campagne di Sassari, che portò all’arresto dei due “custodi”, nel luglio 2017. Lo sviluppo delle indagini, da parte della Squadra Mobile, grazie anche alla visione delle immagini (circa duecento ore di filmati) estrapolate dal sistema di videosorveglianza presente sul posto a “tutela” della piantagione, ha consentito di individuare tutti i soggetti che curavano la coltivazione, irrigazione, concimazione ed essicazione della marijuana in locali annessi all’abitazione principale, di uno degli indagati, ed opportunamente adibiti a tali operazioni.

La coltivazione era condotta da due famiglie che, a turno, si alternavano alle cure ed alla vigilanza armata della stessa, con l’impiego di armi corte (pistole semiautomatiche), che venivano maneggiate imprudentemente dai capi famiglia, anche davanti ai figli minorenni. Infatti, la visione delle immagini ha consentito di scorgere i minori, incuriositi dalle armi ostentate dai genitori, maneggiare le stesse esponendo a rischio tutti i presenti.

Durante l’operazione, furono sequestrate 458 piante di canapa indiana e 4,8chilogrammi di marijuana, trovata in avanzato stato di essicazione, nonché alcune armi da sparo e relativo munizionamento. Gli indagati devono rispondere di produzione, traffico, detenzione illecita di sostanze stupefacenti e per detenzione di più armi comuni da sparo. Agli stessi, sono state contestate le aggravanti del numero delle persone che hanno concorso nel reato, l’aver commesso il fatto con uso di armi, essersi avvalsi di minorenni o, comunque, partecipando con gli stessi alla commissione del delitto, nonché l’ingente quantità sequestrata.

image
image
image
image
image
image
image
image
image
image

Fonte: Alguer

È stato rintracciato ieri a Sassari il quinto soggetto, destinatario di misura cautelare di carcere emessa dal tribunale di Cagliari nell’ambito dell’operazione “Arruga”, con cui sono state smantellate due associazioni che favorivano due tratte di clandestini verso la Sardegna. Si tratta di OBASOHAN WILLIAMS, nato in Nigeria nel 1988. Lo straniero è accusato di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e sfruttamento della prostituzione. Nell’organizzazione che favoriva l’ingresso illegale delle cittadine nigeriane, Obasohan, collaboratore fidato del gruppo, aveva il compito di finanziare la permanenza in Libia delle migranti in attesa del loro viaggio della speranza. Nel corso delle indagini è emerso che Obasohan, che aveva i contatti con i carcerieri libici, è stato costretto ad inviare circa 12.000 euro come riscatto per la liberazione della moglie e di altre donne che erano state ristrette nel carcere di Ghana Politu. Le migranti, prima di essere imbarcate per L Italia, venivano rinchiuse in  ghetti dove venivano costrette a subire violenze e torture finalizzate ad ottenere soldi come riscatto per la loro liberazione. Lunedì scorso Obasohan era sfuggito alla cattura, nelle ultime ore è stato rintracciato dai carabinieri e assicurato alla Giustizia, associato al carcere Giovanni bacchiddu di Sassari.

L'articolo Operazione Arruga, in carcere un nigeriano: tratta di clandestini, era sfuggito alla cattura proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Al Brotzu è scontro aperto sulla produttività dei dipendenti: sindacati all’attacco. Ecco la nota diffusa oggi: “In riferimento alla sottoscrizione della PREINTESA sulla produttività 2017 del personale del comparto dell’Azienda Ospedaliera Brotzu di Cagliari le sottoscritte OO.SS UIL-FPL, NURSINGUP ed FSI congiuntamente a 5/9 componenti della delegazione trattante della RSU Aziendale dichiarano:

  • che nella specifica riunione del 12 dicembre presso l’aula Cicu del presidio S. Michele hanno contestato la scarsa trasparenza della conduzione della stessa in quanto l’amministrazione non ha fornito la documentazione sulla costituzione certificata dei fondi contrattuali 2018, come invece ripetutamente a vario titolo richiesto dalle scriventi;

  • che le stesse hanno manifestato da subito la volontà di approvare il pagamento della produttività 2017 con l’utilizzo degli specifici fondi consolidati per tale istituto con l’incremento di eventuali avanzi di spese della stessa annualità correttamente utilizzate e certificate;

  • che il Direttore generale nella sua relazione ha più volte specificato quanto sopra e che la quota spettante è dell’ordine di Euro 1.246.897,74;

  • che le scriventi hanno ripetutamente sollecitato l’amministrazione che gli unici soggetti titolati alla contrattazione erano esclusivamente quelli dalla stessa certificati con la Del. 2394/2018;

  • che le scriventi pertanto hanno espressamente invitato l’amministrazione ad attenersi e rispettare quest’obbligo contrattuale onde evitare, sul nascere, condotte antisindacali da parte della stessa.

Ciò dichiarato, non essendoci stata permessa la visione autonoma del documento finale da sottoscrivere, le scriventi hanno ribadito la volontà di sottoscrivere dopo attenta valutazione della succitata documentazione, a maggior tutela dei lavoratori e al fine di recuperare il massimo delle risorse possibili. Si evidenzia inoltre che, come d’intesa, il giorno 13 le scriventi si sono puntualmente recate dal Dir. del Servizio Personale per la conclusione ma stesso era assente.

A seguito di insistente richiesta il Direttore Generale ha nuovamente rifiutato di escludere soggetti non aventi titolo, come sopra, alla contrattazione e di fornirci il testo da sottoscrivere concedendo solo che lo stesso venisse letto dalla segretaria della delegazione di parte pubblica.

Considerando la poca chiarezza di tutto il contesto e individuando la presenza di elementi non evidenziati in riunione quanto completamente estranei al pagamento della produttività 2017, ribadendo la gravità che l’amministrazione, che dovrebbe essere garante della correttezza e trasparenza degli atti, ha consentito la sottoscrizione a soggetti non

Fonte: Casteddu on Line

Un gabbiano in difficoltà salvato da due bravissimi pescatori cagliaritani: è avvenuto nelle acque del golfo di Cagliari, il bel gesto è stato ad opera di Cristian Siddi e Claudio Medea. L’amico Mirko racconta a Casteddu Online: “L’hanno visto in difficoltà e si sono avvicinati in barca, loro stavano pescando: non riusciva più a volare, rischiava di annegare. Ci hanno detto che è stato il terzo caso nel giro di un mese, non si tratta purtroppo di un fatto isolato. Ma loro sono stati molto bravi”.

L'articolo Un gabbiano in difficoltà salvato da due bravissimi pescatori cagliaritani: il bel gesto di Cristian e Claudio proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Flumini è una parte di Quartu completamente dimenticata dall’amministrazione. Più volte ho segnalato all’ufficio toponomastica che Viale dei Pittori Europei è senza targa stradale da oltre un anno, la risposta: non abbiamo soldi Guardate in quali condizioni si  trova il piano stradale, una serie infinita di buche che termina ( ciliegina sulla torta) in una piscina dove anche le macchine toccano con il fondo. Figuriamoci passare a piedi. Ma è comunque tutta la zona ad essere dimenticata ma solo per queste manutenzioni, per le tasse si ricordano perfettamente. Segnalo alla vs. Redazione, perché il sindaco e la sua amministrazione fanno orecchie da mercante trincerandosi sul: non ci sono soldi. Come vorrei che il 27 di ogni mese qualcuno rispondesse a loro : ci dispiace non abbiamo soldi. Cordiali saluti Gallus Salvatore Mariano  ,cittadino dimenticato di Flumini, via Renoir 12

Fonte: Casteddu on Line

Nei fine settimana di dicembre a partire dalle 17 e nelle occasioni speciali si rimetterà in moto la slitta di Babbo Natale, "trainata" da Pro Loco, Aget e Tamburini e Trombettieri

image

Nei fine settimana di dicembre a partire dalle 17 e nelle occasioni speciali si rimetterà in moto la slitta di Babbo Natale, "trainata" da Pro Loco, Aget e Tamburini e Trombettieri. Inizierà il viaggio nei quartieri a partire dalle 17 ogni sabato e domenica.

La slitta percorrerà tutta la città, sostando in diversi quartieri e nella Piazza Umberto I, distribuendo dolci castagne a tutti i bambini, i quali potranno farsi immortalare a bordo insieme a Babbo Natale. Il mezzo di locomozione luminoso e colorato attraverserà le vie della città nei fine settimana di dicembre, fino alla vigilia, ma non mancheranno le incursioni a sorpresa anche in altri giorni della settimana.

La slitta di Babbo Natale sarà presente anche il 19 dicembre, presso la scalinata della Basilica di San Gavino, in occasione della manifestazione solidale "Miracolo di Natale". Il 22 e 23 dicembre parteciperà nel corso Vittorio Emanuele all'evento "Natale in Centro".

Fonte: Alguer

Giovedì sera, gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato per furto aggravato un 32enne algherese, già noto alle Forze dell´ordine che, approfittando di un attimo di distrazione dei proprietari di un negozio, ha sottratto il registratore di cassa con 1.200euro in contanti

image

ALGHERO – Giovedì sera, gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato per furto aggravato un 32enne algherese, già noto alle Forze dell'ordine. Durante l’allestimento di una vetrina natalizia di un’attività commerciale nel centro cittadino, l’uomo, approfittando di un attimo di distrazione dei proprietari, ha sottratto il registratore di cassa con 1.200euro in contanti, strappandolo con violenza dalla sua sede.

Immediatamente, i poliziotti del personale del Commissariato di Pubblica sicurezza di Alghero, dopo aver inseguito il 32enne, lo ha rintracciato nelle vicinanze dell’attività e subito sottoposto a perquisizione personale che ha dato esito positivo, in quanto lo stesso aveva ancora addosso il denaro rubato. L’algherese è stato sottoposto ad arresto e questa mattina, in sede di udienza di convalida, il giudice per le indagini preliminari ha disposto, vista la sua pericolosità sociale del soggetto, la misura cautelare della custodia in carcere.

Fonte: Alguer

Non siamo su “Scherzi a parte”, ma nella realtà politica di Alghero. Il Centrodestra algherese, con in testa Forza Italia, organizza all’improvviso l’irruzione nel presidio, ma scoppia il parapiglia. Ecco i fatti

image

ALGHERO - Sorpresa natalizia questa mattina (sabato) a Rudas, sede temporanea da diverse settimane di Giunta comunale e sindaco di Alghero, che rivendicano con forza la realizzazione dell’ultimo lotto della Sassari-Alghero a quattro corsie. In prosecuzione rispetto al precedente tracciato. Oltre alle bandiere di tutti i sindacati e associazioni di cittadini e lavoratori, mai fino ad oggi alcuni partiti di destra avevano preso parte alla rivendicazione.

Presidio spesso sguarnito negli ultimi giorni, anche perché la raccolta firme si è spostata da parecchio tempo nei quartieri urbani e nelle piazze. Questa mattina il fattaccio, che non mancherà di far sorridere e discutere. Fallisce il blitz organizzato in gran segreto dal Centrodestra algherese, con a capo proprio Forza Italia, che avrebbe voluto documentare il presunto abbandono del presidio. Giunti sulla quattro corsie con bandiere, megafoni e telecamere, la sorpresa che ha lascito i più impietriti creando il caos. Ad accogliere Nunzio Camerada, Tore Pintus, Mario Conoci, Michele Pais, Ferdinando Manconi (il nuovo delfino di Marco Tedde) e compagni, niente meno che il sindaco di Alghero in persona, Mario Bruno. Il resto è facilmente immaginabile: parole grosse e nervosismo alle stelle.

Pare infatti che Camerada, il più motivato della spedizione, abbia tentato di piazzare la bandiera berlusconiana con il tricolore dove non compaiono sigle di partito. Così da innescare un pauroso parapiglia con la reazione energica del sindaco. Ma non è tutto, anche il finale è da raccontare, perché oltremodo bizzarro. Mentre qualche attivista ha preferito evitare di farsi riprendere, l’arrivo dell’ex sindaco e consigliere regionale Tedde: vista la situazione però, avrebbe preferito ingranare la prima e accelerare, evitando perfino di scendere dall’auto e fermarsi. Benvenuti ad Alghero, questa è la campagna elettorale.

Fonte: Alguer





Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie