sardanews

 © ANSA

Da sfida impari, Davide contro Golia, a superclassico dei piani alti della Serie A di Legabasket, da partita a pronostico chiuso a match di cartello tra due indiscusse big del basket italiano. Domenica 16 al PalaSerradimigni, alle 17, arriva la prima della classe. La Dinamo Sassari Bando di Sardegna ospita la A/X Armani Exchange Olimpia Milano, in cima alla classifica e ancora imbattuta.

La squadra di Vincenzo Esposito arriva all'appuntamento in buonissime condizioni psico-fisiche. Al di là dello stato di forma attuale ai biancoblù non mancano certo le motivazioni: quella contro Milano non è mai stata per Sassari una partita banale, e anche quando il Banco non era ancora nel gotha della pallacanestro nazionale il confronto con le "scarpette rosse" ha sempre riservato piacevoli sorprese e qualche piccola soddisfazione.

Per Natale la Dinamo spera di regalarsi una vittoria. Un successo sarebbe fondamentale nella rincorsa ai primi otto posti in classifica, che alla fine del girone d'andata varranno l'accesso alle Final Eight di Coppa Italia. "Milano non ha bisogno di presentazioni, è stata costruita per fare bene in campionato e in Eurolega e sappiamo che campionato sta disputando", dice con la solita franchezza coach Esposito.

"Dobbiamo giocare al massimo, veniamo da un momento discreto ed entreremo in campo con la volontà di restare attaccati alla partita - aggiunge - poi tireremo le somme". Sulla 'corazzata' milanese, Esposito è chiaro: "È una squadra lunga, fisica e con grande talento". Ma nessuno di questo è un motivo valido per partire sconfitti. "Abbiamo dimostrato nei nostri momenti migliori di potercela giocare con tutti - spiega l'allenatore di Sassari - non sarà facile, Milano punisce i minimi sbandamenti, perciò la fase difensiva sarà molto importante".
   

Fonte: Ansa

 © ANSA

Sommando i gol subiti con il Napoli nelle due stagioni dopo il ritorno in A, il risultato è catastrofico per i rossoblù: sedici a uno. Numeri aggravati dal fatto che i ko più pesanti sono arrivati proprio in casa: 0-5 nel 2016-2017, idem il campionato successivo. Se poi si considera che Ancelotti contro il Cagliari non ha mai perso se non da giocatore nei lontanissimi anni della Roma, verrebbe quasi voglia di non andare nemmeno in campo.

E invece Maran ha un esempio fresco fresco per dimostrare che anche le cose impossibili possono diventare possibili: il clamoroso pari con la Roma in nove contro undici. "Bisogna partire dall'immagine dopo il gol di Sau - dice il mister nella conferenza stampa della vigilia - tutto quello che è esploso in quel momento è ciò che dovremo avere per fornire una prestazione sopra le righe".

E rincara il concetto. "Affrontiamo una corazzata - spiega - una squadra che ha valori tecnici enormi: per fare cose importanti dobbiamo focalizzare l'immagine della settimana scorsa e proiettarla nella mente. Solo così potremo rivivere certe emozioni, pareggiare i gap tecnici e tanti altri ostacoli. Dovremo essere più che perfetti, ma intanto sarà fondamentale andare in campo con quello spirito".

Non c'è solo il gap di classifica. Nella lista dei 19 convocati non ci sono i nomi degli squalificati Ceppitelli e Srna e quelli degli infortunati Castro, Lykogiannis e Pavoletti. Unica nota lieta su questo fronte, il ritorno di Barella. Che cosa si può fare?. "Dovremo creare densità vicino alla palla, altrimenti ci faranno girare a vuoto con i loro riferimenti - indica Maran cercando di inquadrare a tavolino i temi tattici e psicologici della gara - Saremo chiamati a tenere alta l'attenzione ma questo deve costituire uno stimolo ulteriore per noi. Dobbiamo incidere rispettando gli equilibri ma non essere passivi: è una questione di mentalità, che deve essere presente al di là del nome degli avversari".

Fonte: Ansa

Se sei capitato questo articolo sicuramente ti è capitato un messaggio come questo

Ciao a T·u·t·t·i! :) Qualche giorno fa c’è s·t·a·t·a u·n·a pubblicità in televisione che ti permetteva di vincere un iPhone X 256GB per soli 1€ rispondendo a 4 domande correttamente! :) Ho poi scoperto che non devi far altro che inserire il codice "PTZ842YNX" su Google, cliccare sul primo link nei risultati e leggere questo articolo per saperne di più. È molto semplice! <3 Ieri ho ricevuto per posta un pacco che conteneva il nuovo iPhone X! Meglio sbrigarsi, la promozione è fino a domani! :)

i codici son tanti BBL354WAT NLM468TKW  NR4822NRC PTZ842YNX NR4822NRC PTZ842YNX PWN256LXC WPX842AMZ AXS512BAL PPR4824PR NR4822NRC WRT256XUW IXS512PTT RTP842XLP ZAP256BFX NPX426SPR PRD426PBD RTP842XLP AXS512LRW ZAP256BMP (son quelli che abbiamo trovato ma ve ne sono anche altri simili e il messaggio è più o meno lo stesso!

Questo è il messaggio diffuso da diversi utenti su facebook nelle ultime ore.

Si tratta di messaggi automatichi lanciati da uno script che portano ad una delle classiche truffe sul web.

Si tratta di una truffa in quanto ne le compagnie telefoniche, ne Apple o Samsung e nemmeno Google partecipano a questo tipo di concorso e se si fa OK quando appare il messaggio vi viene richiesto di fare un test, per poter accedere al premio.

In questo test ci verranno richiesti tutti i nostri dati personali ma soprattutto se lo si finisce vi ritrovate abbonati ad uno di quei servizi premium a pagamento tipo Suonerie, Oroscopi, News etc, di quelli che vi fanno consumare tutto il credito telefonico.

Se vi appare questo messaggio non cliccate e NON FATE OK, non inserite assolutamente i vostri dati, chiudete immediatamente la pagina. Il sito segnalato in questo messaggio è scanlastdeals.club ma questi siti variano di volta in volta visto che vengono bloccati dai browser.

Se cercate il codice PRD426PBD su google trovare un articolo intitolato “Come fanno gli italiani a ricevere il nuovo iPhone X a soli 1€”, ospitato da un giornale online inesistente (cliccando sui vari link nell’header, si viene riportati ad un sito in inglese).

Se si procede oltre, cliccando su un ulteriore link nell’articolo ci si trova in una pagina che chiede dati personali, ovviamente, vi invitiamo a non compilare nessun dato.

E ricordate, nessuno dà niente per niente: tantomeno un iPhone X 

Se invece sei uno dei malcapitati che ha beccato il malware sul tuo account facebook 

E' un applicazione che si installa in automatico sul profilo. Per rimuovere il virus Controlla le app che hai associate al profilo ed elimina quelle che non hai consentito tu trovi una guida su come fare qui https://www.facebook.com/help/170585223002660/ - Inoltre è consigliato di cambiare la password di accesso.

 

La Direzione della Assl Sassari ha convocato per la seconda volta il Comitato dei Pediatri per analizzare l´evolversi della situazione dell’ambito territoriale di Alghero e di Olmedo e per valutare le richieste formulate dalle famiglie dei piccoli assistiti

Alghero: nuovo incontro del Comitato di Pediatria

image

ALGHERO - La Direzione della Assl Sassari ha convocato per la seconda volta il Comitato dei Pediatri per analizzare l'evolversi della situazione dell’ambito territoriale di Alghero e di Olmedo e per valutare le richieste formulate dalle famiglie dei piccoli assistiti. Gli elementi raccolti durante la riunione, alla luce dell’imminente pensionamento di due pediatri e del prossimo pensionamento (nel 2019) di un ulteriore pediatra nonché delle richieste formulate da quelli ancora in servizio, saranno contestualmente trasmessi al Comitato regionale per le valutazioni di competenza su eventuali soluzioni transitorie.

Commenti

image
image
image
image

Fonte: Alguer

La toponomastica a Cagliari è evidentemente un optional per il “sito istituzionale del Comune”. Ha titolato così la Home page, a carattere cubitali : ” Inizia oggi il
Porta a Porta a Sant’ Elia, a Villanova, Sant’Avendrace. Giorgino e Stampace Bassa “. Ci viene annunciato, poi, in maniera trionfalistica, che per il Centro storico ci saranno novità particolari e sostanziali: si sta mettendo a punto un sistema di nuove mini isole ecologiche, meno che a “Stampace bassa”. Si, ripetono nel testo la dicitura del titolo : “Stampace bassa”. Strano. Nei pass per il transito e la sosta rilasciati dal Comune, c’è scritto, in maniera corretta, “Stampace basso”.

Al di là della toponomastica, non vorremmo, che il concetto reale corrispondesse al significato che al termine femminile danno i cagliaritani veraci, e anche altri. Tale è ,infatti, la condizione nella quale è lasciata questo pezzo storico della Città, che sia centro o meno, non importa.
Marcello Roberto Marchi

L'articolo “La toponomastica a Cagliari è evidentemente un optional per il sito del Comune: a Stampace….” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Tante le incursioni da parte dei malviventi in questi ultimi giorni tra il Cagliaritano e il Sulcis, passando per il Medio Campidano. Molteplici le segnalazioni che giungono da vari centri della zona. Negozi, abitazioni ma anche sedi di associazioni di volontariato presi di mira, violate, rovovistate e saccheggiate. A Samassi, qualche giorno fa, a essere derubati sono stati due bar in pieno centro. In uno, con una sega, i ladri sono riusciti a scardinare e a  portar via il cambio monete situato all’interno del locale. Nell’altro, sempre il cambio monete e il fondo cassa sono stati il bersaglio di ignoti che, prima di fuggire con il bottino, sono stati messi in fuga da alcuni passanti che hanno notato lo strano movimento all’interno del locale chiuso. A Carbonia, invece, la notte scorsa, per la quarta volta in pochi mesi i ladri hanno fatto irruzione alle quattro del mattino presso la sede dell’associazione di volontariato Auser Carbonia, sottraendo un televisore, qualche altro oggetto e mettendo a soqquadro la stanza.

Anche a Maracalagonis i soliti ignoti riescono ad agire indisturbati soprattutto al calar della sera. Sempre ieri notte, precisamente al Villaggio delle Mimose, hanno tentato di rubare all’interno di un’abitazione dove erano presenti i proprietari. Durante la fuga i delinquenti hanno picchiato anche i cani di proprietà. Drammatico il racconto della donna, scossa per quanto accaduto. “Io sono arrivata a casa alle 18 30 e già i cani erano un po’ agitati. Sicuramente c’era qualcuno nascosto! Poi verso le 19 abbiamo sentito sbattere la finestra al piano di sopra; è l’unica che non ha uno sportello in legno ma solo il vetro. Siamo saliti su, cercando di capire cosa potesse aver provocato il rumore e abbiamo pensato che magari fosse caduto qualcosa. Dopo 30 minuti lo abbiamo sentito nuovamente. Siamo saliti nuovamente, ma nulla. Tutto apposto. Ho visto la finestra muoversi in avanti, ho simulato lo spingere del legno della finestra e il rumore era quello. Ci siamo barricati in casa,  mentre i cani abbaiavano e noi chiusi a chiave in camera da letto perché comunque ho un bimbo piccolo di un anno. Verso l’una e mezza di notte  hanno picchiato i cani e allora non ho avuto più dubbi. Ho chiamato i carabinieri che hanno iniziato a perlustrare la zona”.

L'articolo Da Maracalagonis a

Fonte: Casteddu on Line

L'elisoccorso è intervenuto sul luogo...L'elisoccorso è intervenuto sul luogo dell'incidente

ITTIRI. Incidente stradale mortale a Ittiri, sulla vecchia provinciale per Alghero. Per cause ancora in corso di accertamento, un uomo di 57 anni, il muratore

algherese Francesco Simula, ha perso il controllo della moto che guidava ed è finito fuori strada.

Inutile l'intervento del 118, inviato sul posto anche la squadra dell'elisoccorso. Sull'esatta dinamica dell'incidente indagano i carabinieri della locale stazione.

 

Fonte: La Nuova Sardegna

 © ANSA

(ANSA) - CAGLIARI, 15 DIC - È stato catturato a Sassari uno dei due ricercati nell'ambito dell'operazione "Arruga" con la quale i carabinieri hanno smantellato in Sardegna due organizzazioni criminali attive nella tratta di migranti e donne dall'Algeria e dalla Nigeria. In manette è finito Williams Obasohan, 30 anni, nigeriano. È accusato di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e allo sfruttamento della prostituzione.
    Nell'organizzazione che favoriva l'ingresso illegale delle cittadine nigeriane, Obasohan, collaboratore fidato del gruppo, aveva il compito di finanziare la permanenza in Libia delle giovane donne in attesa del viaggio verso l'Italia. Nel corso delle indagini è emerso che Obasohan teneva i contatti con i carcerieri libici e che lui stesso era stato obbligato a inviare circa 12.000 euro come riscatto per la liberazione della moglie e di altre donne ristrette nel carcere di Ghana Politu.
    Prima di essere imbarcate dalle coste libiche, le ragazze venivano rinchiuse in veri e propri ghetti. E qui subivano violenze e torture. Era sempre il 30enne arrestato a Sassari a tenere i rapporti con le due Mamam in Italia che si occupavano di fornire i vestiti e gli alloggi alle giovani donne che poi obbligavano a prostituirsi.(ANSA).
   

Fonte: Ansa

 © ANSA

(ANSA) - SASSARI, 15 DIC - Incidente stradale mortale a Ittiri, sulla vecchia provinciale per Alghero. Per cause ancora in corso di accertamento, un uomo ultracinquantenne del posto ha perso il controllo della moto che guidava ed è finito fuori strada. Al momento non si conosce ancora l'identità della vittima. Sull'esatta dinamica dell'incidente indagano i carabinieri della locale stazione.
   

Fonte: Ansa

CAGLIARI. Il presidente l’ha detto di getto: «Questa non è propaganda. Sono numeri certi, netti, oggettivi. Sono tabelle Istat». Bene, senza mai scivolare nei trionfalismi, Francesco Pigliaru ha annunciato, con la limpida soddisfazione di chi non si ricandiderà, che è stato proprio «l’insindacabile Istituto superiore di statistica» ad aver scritto: «Nel confronto fra il terzo trimestre di quest’anno, che va da luglio a settembre, e lo stesso periodo del 2017, in Sardegna l’occupazione è aumentata del 2,4 per cento, mentre la disoccupazione è diminuita di quasi 3 punti e mezzo».

Per poi certificare anche un altro record: in piena estate «la Sardegna è andata molto meglio nella crescita delle altre regioni del Mezzogiorno e addirittura oltre la media nazionale». Attenzione, però, ha aggiunto il governatore: «Con questo, non vogliamo certo dire che tutto va alla grande. Ma è innegabile che, oltre la freddezza dei numeri, nella realtà quotidiana, c’è davvero una Sardegna che ha ripreso a marciare nel lavoro. Dunque, nonostante la crisi continui, finalmente c’è un ritrovato clima di fiducia ed è un segnale importante».
 

Il confronto. Dallo stesso dossier, Pigliaru ha tirato fuori un altro bel po’ di tabelle. Dal 2014, anno d’inizio del suo governo, l’occupazione è cresciuta del 7,8 per cento: sono oltre 76mila posti di lavoro in più. «Era al 48,7 per cento, ora viaggia al 56,5. In numeri assoluti, da 549.500 occupati siamo passati a 625.900», ha aggiunto. Sempre dal 2014 a oggi, la disoccupazione è diminuita invece del 7,9 per cento: sono quasi 51mila disoccupati in meno sulla piazza. E la Sardegna con il suo 11,2 per cento assoluto di senza lavoro, nel 2018, non è più così lontana dalla media nazionale, attestata al 9,7, mentre ha scavato un fossato rispetto al Sud, inchiodato al 16,5. C’è dell’altro, ha proseguito Pigliaru: «Quest’anno siamo ritornati alle buone percentuali prima della grande crisi, quella del 2007-2008, con anche un discreto aumento degli occupati, da 610mila a 626mila, mentre la disoccupazione, nello stesso confronto, è aumentata solo dello 0,9». I disoccupati erano 74.600, ora sono 78.900. «Certo, la crisi c’è ancora e si sente ma non è più devastante come in passato. La salita è ancora lunga, ma oggi abbiamo fiato e gambe per arrampicarci fino al prossimo e sicuro campo base. È quello di una ripresa il più possibile diffusa dalle città ai piccoli Comuni e, a quel punto, vedrete sarà toccata con mano da ciascun sardo», ha detto Pigliaru.

La percezione. Ci sarebbe da festeggiare, anche al netto di alcune variabili. A cominciare da questa: il trimestre censito è quello estivo e dunque è stato trainato di sicuro dall’ultimo boom del turismo. Lasciando intendere che da settembre in poi l’exploit occupazione dovrebbe essere meno evidente. Anche se la stagione delle vacanze non è più compressa come in passato, e infatti l’aumento dell’occupazione in hotel e ristoranti è stato del 4,4 per cento, mentre tutti gli altri settori hanno sopravvissuto. Poi c’è da mettere sul piatto un’altra variabile: la qualità del lavoro. I nuovi contratti a tempo determinato, gli stagionali, sono ancora una marea, mentre quelli indeterminati crescono solo a singhiozzo. La sintesi di queste due possibili ombre potrebbe essere questa: il disagio della crisi è percepito ancora dalla gente e riempie le strade. «Siamo consapevoli che c'è ancora molto da fare – ha detto l’assessore Raffaele Paci – ma siamo di fronte a dati solidi dopo quelli sull’aumento del Prodotto interno lordo, che è cresciuto dell’1,2 per cento. Ora bisogna continuare a lavorare con grande impegno e proseguire negli investimenti, per ridurre le sacche di povertà e rendere robusta l’occupazione».

Impegno continuo. Dopo aver sottolineato che, in Sardegna, anche la disoccupazione femminile è più bassa di quella nazionale, 9,7 per cento contro 10,4 per cento, e dieci punti in meno rispetto al 19,3 delle regioni del Mezzogiorno, l’assessora al Lavoro Virginia Mura ha detto: «Oggi raccogliamo i risultati di un duro impegno cominciato nel 2014. Siamo andati sin dall’inizio nella direzione giusta, restituendo fiducia ed efficienza al non sempre facile mercato del lavoro. Abbiamo puntato a far incontrare il più possibile domanda ed offerta – ha aggiunto – proponendo alle imprese personale qualificato e sostenendo le stesse imprese nello sviluppo». Di una nuova catena virtuosa ha parlato anche Massimo Temussi, direttore generale dell’Agenzia del lavoro: «Essere la prima regione ad aver riorganizzato i Centri per l’impiego, gli ex uffici di collocamento, è stato fondamentale. Nella presa in carico dei lavoratori siamo cresciuti del 460 per cento e oggi il collegamento col tessuto delle imprese, spesso piccole o piccolissime, è diventato continuo e quotidiano. È stato questo il nostro vero trampolino di lancio».
 

Fonte: La Nuova Sardegna

Acqua torbida: allarme a Oristano e autobotti a Massama e Nuraxinieddu
Si ripropone il problema già riscontrato nei giorni scorsi. Intervento del Comune e di Abbanoa

Nuovi problemi con l’erogazione dell’acqua a Oristano e nelle frazioni. Abbanoa, ente gestore del servizio idrico comunale, ha comunicato al sindaco di Oristano l’intenzione di mettere a disposizione della popolazione di Massama e Nuraxinieddu un’autobotte con acqua potabile per far fronte all’aumento della torbidità dell’acqua della rete pubblica.

“Le piogge degli ultimi giorni hanno nuovamente fatto aumentare la torbidità dell’acqua che sgorga dalla rete pubblica – sottolinea il sindaco Andrea Lutzu -. Abbanoa ha comunicato il nuovo e sensibile incremento nell’acqua che arriva dalle sorgenti di Bau Nou e Santu Miali. A titolo precauzionale, in attesa che le analisi del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell’ASSL di Oristano consentano una valutazione più precisa, riteniamo sia doveroso provvedere a garantire un servizio sostitutivo di distribuzione di acqua da utilizzare a scopi potabili e alimentari. Quindi, d’intesa con l’ente gestore, da domani gli abitanti di Massama e Nuraxinieddu potranno approvvigionarsi di acqua potabile dalle autobotti di Abbanoa”.

Da domani, domenica 16 dicembre, l’autobotte di Abbanoa sarà quindi a disposizione della popolazione secondo le seguenti modalità:

– Massama 9-14,30 giardini fronte serbatoio e a servizio del carcere
– Nuraxinieddu 14,30-18 piazza Chiesa

L’aumento della torbidità si è riscontrato anche in alcune zone della città. Sempre a titolo precauzionale, in attesa delle analisi della ASSL, i cittadini possono servirsi presso le fontanelle di via Palmas, via Sassari incrocio via Vittorio Veneto, via Carbonia incrocio va Laconi e via Aristana incrocio via Othoca.

Sabato, 15 dicembre 2018

L'articolo Acqua torbida: allarme a Oristano e autobotti a Massama e Nuraxinieddu sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano





Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie