sardanews

Diciannove anni, ultimo anno di liceo Classico al Siotto, coordinatrice del gruppo di studenti Eureka e tanta, tanta rabbia. Tra le organizzatrici del corteo contro la “Buona scuola” del Governo Lega-M5S c’è Michela Lippi. È lei a guidare col megafono i cento manifestanti, da piazza Repubblica a piazza Giovanni XXIII. “Salvini e Di Maio sbagliano, propongono le telecamere nelle scuole e anche i cani antidroga, quando quei soldi potrebbero essere utilizzati per l’edilizia, abbiamo tanti edifici che ci stanno per crollare in testa. L’alternanza scuola-lavoro non funziona e noi studenti non siamo tutelati per nulla”, afferma. “Non abbiamo nulla da nascondere, telecamere e cani antidroga possono essere utilizzati in altre situazioni. Questo Governo del cambiamento non ha nulla di cambiamento, vogliono spendere soldi pubblici per fare campagna elettorale”. Eureka, per quanto realtà “apartitica”, strizza l’occhio alla sinistra: “È una bella sfida riuscire a dialogare con un Governo più a destra addirittura di quello di Berlusconi. C’è un’onda nera in tutta Europa che è da combattere”.

Fonte: Casteddu on Line

Il Comune di Cagliari assume a tempo indeterminato: ecco le date dei prossimi concorsi. Pubblicato il calendario delle prove preselettive dei concorsi per Funzionario ingegnere idraulico, Funzionario geologo, Istruttore direttivo di ragioneria, Istruttore tecnico geometra – perito edile, Istruttore agente di polizia municipale, Istruttore amministrativo contabile. Si tratta infatti di un concorso pubblico per esami per la copertura a tempo indeterminato di 12 posti di Istruttore Amministrativo Contabile da inquadrare nella categoria C

Le preselezioni si svolgeranno presso l’Hotel Setar in via Leonardo da Vinci, 1/3 a Quartu Sant’Elena secondo il calendario pubblicato e scaricabile dal link sotto indicato:
https://www.comune.cagliari.it/portale/it/bnc_dettaglio.page?contentId=BCN636396

L'articolo Il Comune di Cagliari assume a tempo indeterminato: ecco le date dei prossimi concorsi proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Emergenza droga tra i giovani in Sardegna: ad Arbus blitz dei carabinieri fuori dalle scuole. Questa mattina i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati dai colleghi delle Stazioni di Guspini, Pabillonis e Montevecchio, nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici, hanno eseguito un servizio coordinato antidroga nella via Gramsci, in prossimità della fermata del pullman dell’Arst e del locale istituto superiore alberghiero. Nel corso delle attività di controllo, che hanno coinvolto diversi giovani, un minore veniva sottoposto alla misura precautelare dell’accompagnamento a seguito di flagranza ed affidamento ai genitori in attesa dell’udienza di convalida prevista per il 19 c.m., poiché veniva trovato in possesso di dieci dosi di marijuana ed uno spinello, ed atri due venivano segnalati al Prefetto di Cagliari quali assuntori, perché trovati in possesso di modiche quantità della stessa sostanza

L'articolo Emergenza droga tra i giovani in Sardegna: ad Arbus blitz dei carabinieri fuori dalle scuole proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

“Signora Lieta” non c’è più. È morta mercoledì 14 novembre, al Policlinico di Monserrato, a ottantacinque anni. Un ictus se l’è portata via. Una vita intera dedica ai suoi due figli, Antonello (morto un anno fa) e Fabrizio, entrambi disabili. Il marito, Ausilio, è stato un maresciallo della Guardia di Finanza. Commozione e lacrime nel quartiere cagliaritano, tutti conoscevano Eleonora per la sua gentilezza e il suo grandissimo tatto.

Gran parte della vita dedicata si suoi “due gioielli” con accanto, sino a quindici anni fa, anche il marito Ausilio, maresciallo della Guardia di Finanza. Per chi volesse salutare “signora Lieta” per l’ultima volta, il funerale è oggi (venerdì 16 novembre 2018) alle 15 nella chiesa di Santa Lucia.

L'articolo Cagliari, lacrime a San Benedetto per “Signora Lieta”: a 85 anni muore Eleonora Caria proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Laura Raia Dolfi non c’è più. Si spegne, dopo aver lottato contro un “maledetto” tumore, una delle organizzatrici di serate musicali più famose di Cagliari. Da decenni sulla creata dell’onda, è lei ad aver fondato il Charanga, nel 1982, con i famosissimi Giardini ai piedi del rione di Castello. Una imprenditrice con la passione per musica e musicisti, e una grande percussionista. Ha portato in città ad esibirsi giganti delle sette note del calibro di Miles Davis e George Benson. Agli inizi degli anni Novanta ha diretto il famosissimo locale Note di Notte a Quartucciu. Ha fatto anche molte serate al chiosco Twist, al Poetto. Il ricordo delle sue amiche-college musiciste è molto toccante.

“L’ho conosciuta a soli diciotto anni, mia sempre accolto in casa sua e tutte le sue cene finivano in musica”, dice Monica Mureddu, musicista 52enne. “Laura era onestissima e professionale, anche se le serate andavano male parlava sempre il cachet agli artisti. Sono sicura che ora sta volando sulle note di notte”. Molto commossa anche Irene Nonis: “Ciao, dolce Laura. La musica in città non suonerà più allo stesso modo”.

L'articolo Cagliari piange Laura Raia Dolfi, addio alla “mamma” del Charanga e di tante serate musicali in città proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Nell’ambito dell’azione a tutela delle entrate a contrasto dell’evasione fiscale, le Fiamme Gialle di Sarroch hanno concluso un controllo nei confronti di un privato cittadino proprietario di un immobile sito a Pula, dato in locazione durante il periodo estivo.

 L’input per l’attività ispettiva scaturisce da una preliminare attività di acquisizione di dati e notizie estrapolati dai vari siti internet specializzati nelle locazioni turistiche che pubblicizzano, anche mediante pubblicazione di fotografie, ville ed appartamenti nelle più note località turistiche di Pula e Domus De Maria.

 Una volta ricondotto l’immobile  all’effettivo proprietario ed effettuati i doverosi incroci ed analisi dei dati contenuti nei database in uso alla Guardia di Finanza, è emerso che il soggetto controllato ha omesso di dichiarare importi derivanti da canoni di locazione relativi all’immobile affittato a vacanzieri per il 2014, per una cifra complessiva di 4.000 €.

 Dall’inizio dell’anno, l’attività delle Fiamme Gialle di Cagliari nello specifico comparto ha condotto alla scoperta di proventi sottratti al Fisco per un totale di oltre 1.836.000 €.

L'articolo La Finanza indaga sulle villette affittate in nero a Pula e Chia: scoperto il primo furbetto proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

 © ANSA

Guida Michelin 2019: salgono a tre le stelle per la Sardegna. Due le riconferme, Roberto Petza con il ristorante S'Appusentu di Siddi (settimo anno consecutivo), e Stefano Deidda del Corsaro di Cagliari (terzo anno). La nuova stella, invece, la conquista Italo Bassi, chef di Confusion sulla promenade di Porto Cervo.

"Sono felice. Per me è la quarta stella Michelin, le altre le ho conquistate con l'enoteca Pinchiorri di Firenze che ho lasciato per dedicarmi tre anni fa a valorizzare i prodotti di alta qualità di questo straordinario territorio, la Sardegna - racconta all'ANSA Bassi - Anche in Costa Smeralda si può fare ristorazione di gran qualità. Ci ho creduto e il risultato è arrivato".

Soddisfatto anche Stefano Deidda. "E' molto difficile conquistare la stella Michelin e altrettanto difficile mantenerla - confessa all'ANSA - Non ci sono ricette magiche, ma la volontà di fare al meglio tutti i giorni, mantenendo una cura maniacale di tutti gli aspetti, dalla cucina al servizio, sino all'attenzione al cliente. E' il risultato di uno straordinario lavoro della intera equipe. Si lavora pensando di essere tutti i giorni sotto esame, è questo il segreto".

La Sardegna ha cominciato a 'brillare' con Roberto Petza: è stato lui, infatti, il primo a conquistare la stella. Sono tre anche i ristoranti Bib Gourmand per la Sardegna inseriti nella Guida Michelin 2019: Sa Corte di Oliena, Su Gologone, sempre di Oliena, e Su Carduleu di Abbasanta. Una riconferma per le tre realtà sarde selezionate dagli ispettori della Guida per l'eccellente rapporto qualità prezzo.  

Fonte: Ansa

Prosegue il percorso che trasformerà il tratto finale della S.S. 554, dall’intersezione con la S.S.125 alla rotatoria del Margine Rosso, in viale urbano. È stato infatti stipulato ieri il contratto tra Comune e l’Associazione Temporanea d’Impresa che si occuperà della progettazione esecutiva e dell’esecuzione dei lavori.

 Tre le aziende, tutte sarde, che compongono l’Associazione Temporanea d’Impresa, ovvero la ditta Geometra Giuseppe Angius Costruzioni srl, l’Impresa Costruzioni Cabras Mariano srl e la CA.GI.MA. srl. Con le firme apposte ieri da parte dei rispettivi rappresentanti legali si potrà procedere alla redazione del progetto esecutivo, per il quale la tempistica è di 60 giorni. Successivamente avranno avvio i lavori veri e propri, che dovrebbero concludersi entro il 2020.

 Il tratto di strada, che alla conclusione dei lavori diventerà viale urbano, è quello compreso tra il km 10.937 e il km 14.700. È prevista la realizzazione di tre rotatorie: due andranno a sostituire le attuali intersezioni semaforizzate, in corrispondenza di via Guglielmo Marconi e di via Pitz’e Serra, la terza sarà realizzata all’uscita del quartiere di Quartello, più precisamente all’altezza di via Italia.

 

Il progetto prevede l’ampliamento della sezione stradale e la realizzazione della viabilità complementare. La carreggiata passerà infatti dall’attuale quattro corsie (due per senso di marcia), con larghezza complessiva di 15 metri, alle future sei corsie (tre per senso di marcia), di cui due preferenziali, dedicate ai mezzi per il trasporto collettivo. La nuova piattaforma stradale sarà completata in ciascun lato da marciapiede e pista ciclabile, per una larghezza complessiva di circa 37 metri.

 

Sia i marciapiedi che la fascia di separazione tra le sei corsie saranno alberati. Un vero e proprio viale urbano, che oltre a facilitare l’immissione veicolare nei quartieri della città, renderà piacevole e fruibile la passeggiata pedonale e ciclabile, lungo la quale sono state previste fermate dotate di pensilina per gli utenti del trasporto collettivo, supportate dall’isola pedonale costituita da panchine, fontana, cestino portarifiuti e portabici. Carreggiate, marciapiedi, rotatorie e attraversamenti pedonali saranno ovviamente dotati di moderni impianti di illuminazione.

 

Nel corso del 2015 era stata aggiudicata la gara per l’affidamento della progettazione preliminare e definitiva. Era stata poi adottata la variante al Piano Urbanistico Comunale, approvata definitivamente con l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio sulle aree oggetto dell’intervento. Successivamente era stato approvato il progetto preliminare definitivo dell’intervento e da ultimo era stata indetta la gara di affidamento per la progettazione esecutiva e la realizzazione dell’opera mediante procedura aperta sopra soglia comunitaria, attraverso la procedura dell’appalto integrato.

 

“La trasformazione della 554 in viale urbano è uno snodo fondamentale per la crescita della città, sotto tanti punti di

Fonte: Casteddu on Line

“Da lunedì 19 Novembre 2018 daremo attuazione alla deliberazione della Giunta Comunale n. 157/2018 sull’adeguamento e regolamentazione della sosta alla nuova viabilità urbana accessibile e sostenibile – dichiara Roberto Murru Amministratore Unico di PARKAR, gestore della sosta a pagamento del Comune di Cagliari.

L’Amministrazione Comunale ha considerato che i lavori di riqualificazione del centro urbano hanno determinato la riduzione di 56 stalli nel Corso Vittorio Emanuele, 59 in Piazza Garibaldi, 21 in Piazza Gramsci, 41 in via Mameli, 50 in Viale Regina Margherita, 32 in Via Santa Margherita e 8 nel Largo Carlo Felice.  Tali interventi hanno determinato una riduzione di 267 parcheggi gestiti da Parkar, e pertanto  – continua Murru – il Comune ha provveduto a compensarli istituendo 257 parcheggi a pagamento in piazza del Carmine (45 lato poste), Via Caprera (51  ambo i lati) Viale Trieste (85 da via Caprera all’intersezione di via Roma) via Roma Darsena (40 fronte palazzo Consiglio Regionale), Via Mancini (36).

I pass residenti potranno essere richiesti presso l’Ufficio PARKAR di Viale Trieste 159 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30, il martedì e giovedì dalle 15.00 alle 17.00. Info su :Tel. 070/2091287, www.parkar.it, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Elenco vie con la validità dei pass riferiti alle rispettive zone tariffarie:

Piazza Anselmo Contu (Via Roma – fronte Palazzo Consiglio Regionale) validi i Pass residenti zona D

Piazza del Carmine (lato poste) validi i Pass residenti Zona F

Via Caprera validi i Pass residenti zona F

Viale Trieste (tratto da Via Caprera all’intersezione con la Via Roma), validi i Pass residenti zona F

I residenti che posseggono il pass della zona D possono parcheggiare la vettura anche nelle vie Regina Margherita e via Roma lato portici, mentre la zona F permette il parcheggio nel Largo Carlo Felice (solo lato sinistro direzione Piazza Yenne e parcheggi centrali), via G. M. Angioy, Via Mameli, viale Trieste, via Roma (dai civici 28/b-74), Via Crispi.

Le tariffe – termina Murru – saranno quelle ordinarie: euro 0,50  per la 1° ora ed euro 1,00 per la 2° ora e successive, e con l’orario di pagamento dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00. Saranno disponibili  anche tre nuovi parcometri: nella piazza Contu, nel viale Trieste civ. 47, nella piazza del Carmine

Fonte: Casteddu on Line

Cagliari, parcheggi fantasma a Stampace: “Il Comune ci salassa con le strisce blu, dove lasciamo l’auto?”. Esplode la protesta tra i residenti della zona del Corso:  “Vogliamo cercare di far capire a tutti quanti le difficoltà che hanno i residenti di Stampace- spiega Mauro Testa- nel parcheggiare le proprie auto nel quartiere. Tutti noi sappiamo che in diversi quartieri di Cagliari è sempre difficile trovare parcheggio ma la questione più preoccupante è che sembra che questo problema non esista per il comune e, nel nostro quartiere, i parcheggi diminuiscono sempre più. Abito nel Corso Vittorio Emanuele, nell’ultimo tratto di strada che da qualche anno è diventato pedonale, portandosi dietro tanti aspetti positivi ma anche alcuni negativi tra cui, indubbiamente, quello relativo ai parcheggi perché, chiudendo il traffico, sono stati tolti anche diversi parcheggi. Quest’estate, cambiato il senso di marcia in Via Caprera, sono stati diminuiti nuovamente altri parcheggi e infine, ma non meno importante, lunedì sono state tracciate delle nuove strisce blu nei parcheggi di V. Caprera e di Piazza del Carmine lato poste, in modo inspiegabile. Cioè, già non ci sono parcheggi per i residenti e i pochi che vi sono vengono messi pure a pagamento? La zona ZTL a Stampace sembra non esistere rispetto ad altri quartieri e in più, sempre inspiegabilmente, in via Caprera vi è un parcheggio multipiano, gestito dalla Regione, che non è accessibile ed utilizzabile da più di 10 anni”.

L'articolo Cagliari, parcheggi fantasma a Stampace: “Il Comune ci salassa con le strisce blu, dove lasciamo l’auto?” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

 © ANSA

Sardegna, Corsica e Baleari alzano la voce sulla questione dell'insularità e su come compensare gli svantaggi che ne derivano. "Molto presto partirà una lettera concreta e dettagliata indirizzata ai rispettivi governi di Italia, Francia e Spagna ai quali chiederemo di farsi portatori delle nostre rivendicazioni a Bruxelles", ha spiegato il presidente della Regione sarda, Francesco Pigliaru, in occasione del convegno "Le sfide dell'insularità nella politica di coesione post 2020", al quale hanno partecipato anche il presidente della Corsica, Gilles Simeoni, l'assessora al Turismo delle isole Baleari, Isabel Busquests i Hidalgo, e uno dei membri del Gabinetto del commissario per la politica regionale e urbana dell'Ue, Jan Mikolaj Dzieciolowshi.

"L'obiettivo - ha chiarito Pigliaru - è quello di andare assieme a Bruxelles e dire all'Europa che vogliamo poter spendere i nostri soldi per superare il gap dell'insularità". Purtroppo, ha sottolineato il governatore della Sardegna, "qualche volta non siamo in grado di spenderli perché le regole europee sono sbagliate, e non tengono conto dei nostri problemi". Sinora, ha denunciato Pigliaru, "abbiamo ottenuto pochissimo". Tutti e tre i rappresentanti delle Isole rivendicano vantaggi simili a quelli riconosciuti in materia di trasporti, aiuti di Stato e fiscalità, alle nove regioni ultra periferiche.

Ma quest'ultime, ha ribattuto nel suo intervento Dzieciolowshi, "hanno fatto con i loro Stati un'operazione di pressione importante, alla fine della quale la Corte europea di Giustizia ha riconosciuto la loro specificità. E la Commissione non fa altro che adeguarsi all'interpretazione che la Corte dà dei suoi Trattati". Stessa cosa, ha esortato il rappresentante Ue, "dovrebbero fare le Isole che tutte assieme pesano venti milioni di cittadini europei".
   

Fonte: Ansa





Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie