L’anno nuovo è iniziato e come sempre in questi casi ci si ferma a fare il punto su tante situazioni che riguardano aspetti di varia natura. Non ultimo

L’anno nuovo è iniziato e come sempre in questi casi ci si ferma a fare il punto su tante situazioni che riguardano aspetti di varia natura. Non ultimo, quello degli investimenti dato che ogni inizio di anno si traccia un bilancio sui 12 mesi precedenti e si cerca di capire cosa potrà succedere nei mesi successivi.
In particolare la domanda pressante è sempre quella riferita agli strumenti finanziari sui quali puntare: quali possono essere i più appetibili e, soprattutto, quelli in crescita dal punto di vista del potenziale guadagno? Stabilirlo non è facile e soprattutto occorre sempre ascoltare il parere di qualche esperto: chiediamo consiglio al portale Migliori-investimenti.com che nasce per fornire ai lettori consigli pratici proprio su come utilizzare il denaro da investire.

 Quali sono gli aspetti che devono essere valutati prima di investire?
“Di base sempre 3 aspetti: il potenziale rendimento, quindi quanto quell’investimento potrebbe, il condizionale è obbligatorio, arrivare a garantire; l’orizzonte temporale entro il quale tale remunerazione potrebbe arrivare, quindi la durata dell’investimento stesso; ed ultimo, ovviamente, il rischio, che è sempre presente quando si investe ma che può avere una forbice più o meno ampia. In generale meno si rischia e meno si va potenzialmente a guadagnare.”
Cosa potrebbe proporre questo 2019?
“Dal punto di vista degli investimenti, i mercati finanziari non sono mai prevedibili e dipendono da fattori delicati, spesso aspetti che dal di fuori potrebbero sembrare piccolezze. Ciò vale un po’ per tutti gli asset ma in particolare pe la Borsa, dove incidono pesantemente le decisioni prese a livello politico dalle potenze mondiali. Un po’ meno burrascose sono le strade di chi opta per beni rifugio quale l’oro, o su investimenti a lungo termine come il mercato immobiliare”.
E gli investimenti in rete?
“Gli investimenti in rete intesi come trading online vanno per la maggiore: negli ultimi mesi il dato di chi vis i rivolge è cresciuto enormemente. E se in un primo periodo il tutto era nato per garantire la possibilità di investire su asset tradizionali, come la Borsa o le materie prime, ora è possibile acquistare anche prodotti finanziari alternativi: per fare qualche esempio, cresce il dato di chi investe in rete sulla pianta della cannabis, sul caffè o sul grano. In sostanza si investe direttamente sulle materie prime.”
Quali sono le capacità che un bravo investitore dovrebbe avere?
“La conoscenza prima di tutto, da intendersi sia dei mercati che dei singoli asset; quindi la capacità di prevedere le variazioni del mercato, un qualcosa che si affina con il tempo ma che è anche molto innata, istintiva, a livello di intuito.”

 

 

 








Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie