sardanews

Maxi operazione di Poliza e Gdf, in manette undici persone. Stroncato un traffico di droga tra Sardegna e Campania


Sono 11 le persone arrestate dalla Polizia e dalla Guardia di finanza nell'ambito di una maxi operazione antidroga che ha portato a smantellare un traffico tra la Campania e la Sardegna. Otto gli arresti a Cagliari e tre in Campania.

Gli undici arrestati sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga, detenzione e porto illegale di esplosivo. Le indagini erno inizate nel 2015. Da allora ono state accertate 30 importazioni di hascisc dal napoletano verso la Sardegna, con circa 300 chili di droga per ogni spedizione, per un totale di 10,4 tonnellate. Le Fiamme gialle, che hanno eseguito le indagini patrimoniali, hanno sequestrando beni mobili e immobili riconducibili ai componenti dell'associazione a delinquere per un valore di circa 4 milioni di euro.

Due sardi e un napoletano guidavano l'organizzazione criminale, specializzata nel traffico di hascisc. In particolare le spedizioni di droga, secondo quanto emerso dalle indagini, avvenivano tramite due ditte di bevande che fungevano da copertura, una con sede a Napoli e una appartenente a due degli arrestati, con sede a San Gavino Monreale.

E' di oltre 20 milioni di euro il valore dei 30 carichi di droga spostati dalla Campania alla Sardegna e accertati nel corso delle indagini.
Nel corso del blitz sono stati sequestrati su ordine della magistratura beni mobili e immobili - tra cui un conto corrente bancario attivo in Germania - in provincia di Napoli per un valore complessivo di circa 4 milioni di euro. Finite sotto chiave anche una barca di 13 metri, auto d'epoca, moto e appartamenti di lusso in provincia di Cagliari e in Campania. Sono state eseguite 30 perquisizioni nel corso delle quali sono stati sequestrati 22 chili di hascisc ed esplosivo.

C'è anche un attentato tra gli episodi contestati ai membri dell'organizzazione specializzata nel traffico di droga; nel febbraio del 2016 viene fatto saltare in aria un bar-tabacchi a Quarto, nel Napoletano. A commissionarlo, secondo gli investigatori, è uno degli arrestati, che accusava in qualche modo il titolare del bar di aver raccontato particolari, grazie ai qulai, pochi giorni prima, avevano portato al sequestro di un ingntente quantitativo di droga appartenente all'organizzazione sgominata.

Fonte: Sardegna Oggi









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie