sardanews

Nuove nomine della Diocesi, intrecci e coincidenze con un solo particolare filo conduttore

Nuove nomine della Diocesi, intrecci e coincidenze con un solo particolare filo conduttore

Con un comunicato apparso sul sito della Diocesi di Cagliari, lo scorso 16 luglio, si annunciava da parte dell’arcivescovo di Cagliari, Arrigo Miglio le nomine in alcune parrocchie della Diocesi. Un rito che si ripete quasi ogni estate, ma questa volta il comunicato ha messo nuovamente agli onori delle cronache due sacerdoti da tempo su giornali e televisioni:  don Giancarlo Dessì scelto come parroco di Segariu e don Luca Pretta nominato parroco della parrocchia personale di Santa Croce in Cagliari.

Due nomine unite da un filo conduttore: i verbali della Procura della Repubblica di Cagliari. Stando ai documenti e agli atti giudiziari una testimone, nel procedimento contro don Pretta (chiuso per accusa infondata), ha dichiarato che fu proprio il Dessì a consigliarle di procedere contro don Pretta considerato che la Curia lo voleva far processare unitamente all’allora parroco di Mandas.

Come riportato, da L’Unione Sarda nell’edizione del 5 agosto 2016 e il sito La fede quotidiana il 17 agosto successivo, saltò inoltre fuori che don Dessì era accusato di appartenenza. Nell’articolo a firma Bruno Volpe il sito riportava anche il documento sull’affiliazione del Dessì alla Massoneria peraltro sottoscritto dal segretario della Loggia Armando Corona n. 5 della Gran Loggia Italiana il 20 maggio 2016. A tutt’oggi nessuno ha mai smentito le dichiarazioni del segretario della Loggia, ma il vescovo di Cagliari ha deciso di nominare nuovamente parroco il Dessì. Su un quotidiano regionale si è parlato oggi di riabilitazione del Dessì ma sul sito della Diocesì non ci sono tracce di provvedimenti di sospensione come successo per altri sacerdoti, ad esempio don Massimiliano Puxeddu.

Con le due nomine il vescovo ha così definito la posizione dei due sacerdoti coinvolti nella vicenda che ha scosso la Trexenta nell’estate del 2015. Ma sullo sfondo si profila, a breve, un nuovo capitolo quando sarà fissato il processo d’appello contro l’ex parroco di Villamar don Pascal Manca. Una vicenda dove, guarda caso, ha avuto un ruolo non secondario don Dessì, parroco di Villamar prima di don Manca e destinato a Segariu dove sino a poco tempo celebrava don Ignazio Pili, suo viceparroco a Mandas nel 2015. Intrecci e coincidenze..

L'articolo Nuove nomine della Diocesi, intrecci e coincidenze con un solo particolare filo conduttore proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie