sardanews

Diallo, dalla Guinea a Cagliari: “Voglio studiare e lavorare qui, al mio paese vogliono uccidermi”

Diallo, dalla Guinea a Cagliari: “Voglio studiare e lavorare qui, al mio paese vogliono uccidermi”
Diallo Mohamed Aliou ha 26 anni, è già padre ed ha già visto la morte a pochi centimetri dal suo cuore. Il proiettile che gli hanno sparato in Guinea si è conficcato “nel mio braccio destro, ce l’ho ancora. Volevano uccidermi perché faccio parte di un’etnia che non è quella che governa il paese. Sono un perseguitato, lì ho lasciato mia madre, mio fratello e mio figlio, non lo potevo portare con me”, racconta Aliou, che è uno dei rifugiati che potrà studiare all’Università di Cagliari a costo zero. Lui ha scelto “lingue e culture per la mediazione linguistica”.
“Il mio futuro lo vedo qui, è una città molto bella. Non avevo scelta”, confida il 26enne, “dovevo scappare dal mio paese perché, quando la tua vita è in pericolo devi lasciare la tua terra. Se non me ne fossi andato sarei morto”.

L'articolo Diallo, dalla Guinea a Cagliari: “Voglio studiare e lavorare qui, al mio paese vogliono uccidermi” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie