sardanews

Estradato in Italia il quarto uomo sfuggito alla cattura durante l’operazione “Syriana” della Digos di Sassari

Alle 12.00 di oggi, scortato da personale Interpol, è sbarcato all’aeroporto di Roma Fiumicino, con volo proveniente da Bruxelles, il siriano Haj Osman Abdulkarim, ricercato in campo internazionale dall’AG di Cagliari per terrorismo. Lo straniero – arrestato dalla polizia belga lo scorso 3 luglio su segnalazione del Servizio per il Contrasto all’Estremismo e Terrorismo Esterno della Polizia di Stato – era sfuggito alla cattura nel contesto dell’operazione della Digos di Sassari denominata “Syriana” che, il 10 maggio scorso, aveva portato all’esecuzione di 3 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip di Cagliari nei confronti di altri 2 cittadini siriani e un marocchino indagati per i reati di associazione con finalità di terrorismo, finanziamento al terrorismo e intermediazione finanziaria abusiva, aggravati dalla transnazionalità.

Da subito gli uomini della Polizia di Stato di Sassari, con il supporto della Dcpp / Ucigos e Interpol, si sono messi sulle tracce del ricercato e, anche utilizzando sofisticate tecnologie, hanno accertato che Haj Osman, qualche giorno prima dell’operazione di polizia, si era imbarcato ad Olbia su una nave diretta a Livorno per raggiungere – attraverso la frontiera di Como Chiasso – la Svizzera e, da lì, il centro Europa. Il prosieguo delle indagini, giovatesi anche dell’apporto dell’Agenzia per l’Informazione e la Sicurezza Interna, ha dapprima consentito di localizzare il latitante in Belgio. Il successivo intenso scambio informativo con l’Antiterrorismo belga, ha infine ristretto nella regione delle Fiandre il perimetro dentro il quale il latitante si sarebbe potuto trovare.

Sulla base di tali informazioni il 3 luglio scorso, in esecuzione del Mandato di Arresto Europeo emesso dal Sost. Procuratore dr. Danilo Tronci e delle Dr.ssa Rosanna Allieri della DDAA di Cagliari, la Polizia belga lo ha arrestato a Dilbeek. Anche nei suoi confronti i reati contestati sono l’associazione con finalità di terrorismo, il finanziamento del terrorismo e l’intermediazione finanziaria abusiva. Il complesso delle evidenze informative e degli atti giudiziari, immediatamente trasmesso dalla Procura della Repubblica di Cagliari attraverso il Ministero della Giustizia e il canale Interpol alle Autorità belghe, ha consentito non solo di convalidare l’arresto ma anche di dare corso, nel brevissimo termine previsto dalla procedura internazionale, alla consegna all’Italia del ricercato.

Ad attendere l’arrestato a Fiumicino c’erano gli investigatori dell’Antiterrorismo della Digos di Sassari che lo metteranno a disposizione della magistratura cagliaritana. Con l’odierna consegna si completa con successo un paradigma investigativo e di cooperazione internazionale che ha visto l’intervento coordinato degli attori del sistema di prevenzione a livello territoriale e centrale (Digos diSassari, Dcpp / Ucigos, Aisi), di cooperazione giudiziaria (Procura di Cagliari, Procura Nazionale Antimafia e Antiterrorismo e Ministero della Giustizia) e cooperazione internazionale di polizia (Interpol e Ufficiale di collegamento belga a Roma).

Vedi su Algheroeco









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie