sardanews

Cagliari, movida “sfrenata” nel Corso: “Impossibile dormire, basta con i locali fracassoni”

Cagliari, movida “sfrenata” nel Corso: “Impossibile dormire, basta con i locali fracassoni”

Cagliari, movida “sfrenata” nel Corso: “Impossibile dormire, basta con i locali fracassoni”. Gli abitanti di Stampace si ribellano e chiedono al sindaco Zedda stazioni di monitoraggio e misure importanti contro l’inquinamento acustico tra via Sassari e piazza Yenne. “La movida incontrollata continua- scrive il nostro lettore Antonello- a nome e per conto di svariati cittadini residenti nel Corso Vittorio Emanuele 2, chiediamo pubblicamente al Sig. Sindaco in coordinamento con l’ ARPAS, così come viene fatto per il monitoraggio della qualità dell’aria in alcune zone della città, l’istituzione nelle maggiori aree a rischio, di STAZIONI FISSE PER LA REGISTRAZIONE E CAMPIONAMENTO CONTINUO A TUTELA DEL contenimento dell’inquinamento acustico. Tale proposta finalizzata all’individuazione e monitoraggio della valutazione di impatto acustico e degli opportuni provvedimenti nelle zone in cui vengono superati i limiti di legge. Tale strumento che monitorizza una situazione oggettiva evita discriminazioni e contenziosi fra i cittadini che Codesta Amministrazione ha il dovere di tutelare. Si segnala che dal giovedì alla domenica dopo le ore 22.00 nel Corso Vittorio Emanuele fra Via Sassari e Piazza Yenne vengono superati gli 80 dBA, misurati con strumenti non altrettanto sensibili come quelli stabiliti per legge”.

L'articolo Cagliari, movida “sfrenata” nel Corso: “Impossibile dormire, basta con i locali fracassoni” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie