© ANSA

(ANSA) - CAGLIARI, 21 LUG - In barca a vela per aiutare i medici di Oncologia a combattere lo stress prodotto dal lavoro in corsia e dalla frequentazione quotidiana del dolore dei malati.    E' partito da Caprera Burnout Go Out, progetto nato dalla collaborazione tra We Will Care Onlus e Woman For Oncology Italy e coordinato scientificamente da Gabriella Pravettoni, Direttore della Divisione di Psico-oncologia dello IEO. Una settimana di incontri di formazione psicologica sul burnout in oncologia e soprattutto sulle possibili strategie di contrasto. Ma anche, quotidianamente, un corso di vela, funzionale agli scopi formativi del progetto.    La vela diventa, in questo modo, una esperienza pratica in cui tradurre concretamente i principi teorici, grazie al lavoro in equipaggio, metafora tangibile del lavoro in equipe e della capacità di chiedere aiuto, affidare ruoli, suddividere competenze e responsabilità, comprendere, riconoscere e gestire quelle componenti emotive che poi accompagnano intensamente l'attività degli oncologi negli ospedali e negli studi medici.    La scelta di Caprera come base per Burnout Go Out nasce dalla volontà di creare un ambiente alternativo fuori delle latitudini professionali e abituali dei partecipanti. Così, l'isola di Caprera, con l'assenza di richiami alla vita frenetica di tutti i giorni e alle sovrastrutture imposte all'individuo, ben si presta all'obiettivo dichiarato dagli organizzatori.    Del resto, l'aumento dei casi registrati in campo oncologico richiede interventi mirati: i numeri dicono che in Europa circa il 70% dei giovani oncologi soffre di questo problema, in Italia non è ancora sufficientemente affrontato, almeno come richiederebbe la delicatezza dell'argomento.(ANSA).   

Fonte: Ansa








Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie