sardanews

Bilancio, trovate le risorse ma salta Sassari Estate - Cronaca

Bilancio, trovate le risorse ma salta Sassari Estate - Cronaca
SASSARI. Sassari Estate, come ampiamente previsto, non si farà. I 300mila euro necessari, che si sperava (come praticamente ogni anno) di far saltare fuori dal cilindro all’ultimo giro di lancette non ci sono. Anzi, l’assessore al Bilancio Simone Campus ha dovuto trovare nelle pieghe del bilancio un altro milione abbondante per “riequilibrare” i conti. Missione compiuta, con il documento contabile che, insieme all’assestamento, è già passato in giunta, e all’inizio della prossima settimana arriverà in commissione per poi approdare in Consiglio. Ma tanti sacrifici, spalmati su tutti gli assessorati, e un lavoro di cesello arrivato a pesare poste di spesa da qualche migliaio di euro.A far saltare i conti più di dieci milioni di mancate entrate tributarie, in parte previsti, in parte ancora “grezzi” e da verificare a settembre. Che hanno però avuto l’immediato effetto di costringere il Comune a un maxi-accantonamento da fare tassativamente entro il 31 luglio. In particolare, più che l’ormai consueto ammanco Imu, che si aggira ogni anno sugli 800mila euro, a schizzare a 7 zeri è stato il buco della Tari: su 24 milioni di raccolta teorica all’appello mancano infatti quasi 10 milioni di euro.Cifra che in parte il Comune ha recuperato “sensibilizzando” alcuni grandi pagatori, come Ats, Aou e Università, che hanno immediatamente regolato le loro pendenze. Ma che in parte dispera di riuscire a incassare, almeno a breve. Il problema è che mentre l’Imu, che pesa sulle seconde case, colpisce fasce di reddito medio alte, la Tari va pagata anche da chi è in affitto, e quindi riguarda tutte le fasce della popolazione. Il ritardo di pagamento record è dunque un chiaro sintomo della crisi drammatica che vive la comunità sassarese.Non che questo possa fermare il Comune dal cercare di arginare il fenomeno, che ha ricadute pesantissime sui conti e sui servizi erogati alla collettività, con un piano triennale anti elusione e anti evasione che sarebbe già allo studio e che potrebbe arrivare in aula insieme al prossimo bilancio.Per conoscere il dettaglio dei “tagli” bisognerà aspettare l’arrivo della pratica in commissione. Di sicuro si rinvieranno le 20 assunzioni previste in Comune ad agosto (costo quasi 500mila euro) e c’è anche la possibilità di “scaricare” parte dei costi per lo scuolabus grazie a un progetto presentato alla Regione con LavoRas. Possibile anche qualche limatura tra le manifestazioni di contorno alla Faradda.

vedi su La Nuova Sardegna









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie