L’attività di controllo dei litorali ad opera del personale della Guardia Costiera di Cagliari volta a garantire il corretto utilizzo delle spiagge da parte dei bagnanti, ha fatto emergere che in località Cala Pira, Cala Marina e Cala Sinzias, ricadenti nel Comune di Castiadas, nei tratti di spiaggia libera è diventata ormai consuetudine, da parte dei bagnanti residenti in zona o che abitualmente la frequentano, lasciare incustoditi dopo il tramonto e per tutta la notte varie attrezzature da spiaggia tra cui ombrelloni, ben saldati a terra, lettini, materassini, natanti e vari oggetti per le attività da spiaggia, rendendo quest’ultima un vero e proprio deposito all’aperto. Il comportamento è finalizzato al riutilizzo delle attrezzature il mattino seguente ma provoca di fatto un’ occupazione permanentemente di porzioni di spiaggia libera in palese violazione delle norme, negando la possibilità ad altri bagnanti di poterne fruire e rendendo difficoltosa la pulizia degli stessi arenili.

In relazione a quanto sopra, durante un’operazione conclusasi intorno alla ore 05.30 odierne, il personale dei comandi citati in premessa ha proceduto al sequestro di oltre 80 attrezzature tra cui ombrelloni, sedie sdraio, lettini e due campi da gioco. L’attività posta in essere ha consentito di “restituire” le spiagge di Castiadas alla fruibilità di tutti i cittadini; il materiale posto sotto sequestro è stato catalogato e custodito presso i locali messi a disposizione dal Comune di Castiadas.

Vedi su Sardegna Oggi








Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie