sardanews

Cagliari, infermieri e Oss dell’Aias ancora in trincea: “Pigliaru, dacci i nostri stipendi”

Cagliari, infermieri e Oss dell’Aias ancora in trincea: “Pigliaru, dacci i nostri stipendi”

di Paolo Rapeanu

A 48 ore di distanza dall’ultimo sit in di protesta – con circa 200 lavoratori infuriati – una parte di infermieri e Oss dell’Aias Sardegna tornano, armati di abdiete, striscioni e trombette, sotto il palazzo del Consiglio regionale, in via Roma. Il motivo è sempre lo stesso, “il pagamento di tutti gli stipendi arretrati”, la differenza rispetto all’altra volta è che si dicono pronti a restare a protestare ad oltranza. Gli attacchi alla Regione sono, principalmente, tre: i debiti che avrebbe nei confronti della stessa Aias, gli stipendi dei lavoratori da pagare e i crediti da salvare. Con la richiesta di un rinnovo immediato della convenzione tra la Regione e l’ente che garantisce cure a migliaia di pazienti sardi.

Presenti lavoratori da tutta l’Isola: non solo Cagliari, anche Iglesias, Cortoghiana e Decimomannu. “È una manifestazione per i diritti di tanti lavoratori, qui c’è in ballo il futuro di tante famiglie, sia quelle dei lavoratori sia quelle dei pazienti”, spiega Carlo Piras della Css, “speriamo che Arru o Pigliaru possano incontrarci per darci una data certa per il pagamento degli stipendi. Da parte nostra, in qualità di sindacati, abbiamo già inoltrato una richiesta ufficiale”.

L'articolo Cagliari, infermieri e Oss dell’Aias ancora in trincea: “Pigliaru, dacci i nostri stipendi” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie