sardanews

Bonifica delle miniere dismesse, “nessun sito verrà trascurato”

"La Giunta riserva grande attenzione al sito di Ingurtosu e a tutte le aree ex minerarie per le quali è necessario intervenire per la messa in sicurezza e per la bonifica. E infatti le aree minerarie di Montevecchio hanno già ricevuto finanziamenti destinati alle opere di bonifica dei siti, mentre la delibera approvata nella riunione di ieri riguarda esclusivamente gli interventi finanziati con fondi della Contabilità Speciale ex commissariale, nella quale non sono presenti le risorse destinate all'area di Montevecchio Ponente in cui rientra proprio l'area di Ingurtosu".Lo dichiara l'assessora alla Difesa dell'Ambiente Donatella Spano replicando alle dichiarazioni del consigliere regionale di Fratelli d'Italia Gianni Lampis. La Giunta ieri, su proposta dell'assessora Spano, ha rimodulato la programmazione di alcuni interventi di bonifica nelle aree minerarie dismesse del Sulcis - Iglesiente - Guspinese.In particolare l'esecutivo ha stabilito di riprogrammare, a favore del Comune di Buggerru, 2 milioni e 500 mila euro per la messa in sicurezza permanente delle discariche presenti in prossimità della spiaggia di Buggerru e delle vecchie dighe sterili a ridosso dell'area portuale.Inoltre le risorse a favore della società Igea, pari a un milione e 500 mila euro, per l'intervento "Macro area Masua:"Nessun sito viene trascurato. Le risorse che abbiamo destinato in questi anni alle aree minerarie dismesse - sottolinea l'assessora - confermano l'impegno di questa Giunta. Circa 40 milioni di euro, a valere sulla programmazione FSC, sono stati destinati a interventi nell'area di Montevecchio Ponente. Altri 30 milioni, a valere sulla Contabilità Speciale ex commissariale e sulla programmazione Fsc, sono stati invece stanziati per opere che devono essere realizzate nell'area di Montevecchio Levante".

Vedi su Sardegna Oggi









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie