sardanews

marito e moglie morti a Senorbì

Una crisi di coppia irrisolta ha portato al tragico evento di cronaca che ha colpito sabato mattina la cittadina di Senorbì quando, l’ex dipendente della cantina sociale, ora pensionato 62enne ha strangolato la moglie e poi si è tolto la vita. All'esito di accertamenti e indagini molte delle quali sono ancora in corso. L'evento potrebbe essersi consumato intorno alle 9.30 di sabato mattina, nell’abitazione dei coniugi, in Via Brigata Sassari 51. L’allarme è stato dato da parte di vicini di casa.

Quando i Carabinieri sono arrivati sul posto, hanno trovato il corpo privo vita della donna cinquantenne, verosimilmente morta per soffocamento da strangolamento. Il corpo del marito è stato rinvenuto intorno alle undici nei pressi della cantina sociale. Il corpo della donna, vestita come per uscire di casa, è stato rinvenuto privo di vita nel bagno dell'abitazione. E’ accreditata l'ipotesi che lo strangolamento sia avvenuto a mani nude. In casa non risultava fosse presente nessun altro. L’uomo poi si è tolto la vita. Le salme si trovano presso la sala mortuaria dell'ospedale di S. Gavino. Si attende l’esito degli esami autoptici fissati probabilmente nella giornata di domani. Le indagini sono ancora in corso.

Vedi su Sardegna Oggi









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie