sardanews

TRASPORTI, Sardegna competitiva nell’offerta aeroportuale per prezzi, ma non per combinazioni di viaggio

TRASPORTI, Sardegna competitiva nell’offerta aeroportuale per prezzi, ma non per combinazioni di viaggio

TRASPORTI, Sardegna competitiva nell’offerta aeroportuale per prezzi, ma non per combinazioni di viaggio

Prezzi competitivi nell’offerta aeroportuale, ma scarse combinazioni di viaggio per arrivare in Sardegna: una situazione che porta a perdere terreno rispetto ai suoi competitor nel Mediterraneo e a sprecare la sua posizione strategica che le consentirebbe l’attrazione di un elevato numero di turisti internazionali. La brutta notizia è emersa dal report svolto da Cna Sardegna che ha confrontato i risultati dei maggiori competitor naturali dell’Isola nell’attrazione dei turisti: Baleari, Corsica, Creta, Cipro, Algarve, Croazia Adriatica e Sicilia.

Questo anno per raggiungere la Sardegna nella settimana di Ferragosto vi sono 6.863 combinazioni possibili, dato che eguaglia quello dello scorso anno e che non regge il confronto con le 10mila per le Baleari (+1.000 rispetto al 2017), le 10.774 per la Croazia (+1.830) e le 6.924 per la Sicilia (+571). Guardando ai dati 2016, la Sardegna ha incrementato la sua offerta aeroportuale solo del 25%, percentuale che dovrebbe essere superiore visto e considerato che le altre regioni l’hanno raddoppiata in soli due anni. Nonostante ciò, si conferma al terzo posto come regione più economica, dopo Baleari e Algarve: una famiglia tipo di quattro persone proveniente dai principali aeroporti europei, spenderà in media 925 euro di viaggio (andata e ritorno), 875 euro in Algarve e 511 euro alle Baleari, con l’unica variante che per la Sardegna la durata del viaggio è di circa 4 ore, mentre per le altre destinazioni vi è una media di 8 ore. Un ulteriore aspetto da considerare è l’elevato costo del noleggio auto, che porta nuovamente l’Isola in fondo alla classifica: mentre nelle altre regioni i prezzi del servizio tendono a diminuire, nel territorio sardo tendono ad aumentare (in media 224 euro nel 2017; 242 euro nel 2018).

“Il livello di offerta raggiunto dal sistema aeroportuale dell’isola rimane competitivo in termini di prezzo e voli diretti – sottolineano Pierpaolo Piras e Francesco Porcu, rispettivamente presidente e segretario regionale di Cna Sardegnama non tiene il passo in termini di offerta misurata dal numero di combinazioni disponibili. Per far crescere ulteriormente il settore aeroportuale si deve puntare sulla diversificazione dell’offerta e sullo sviluppo del trasporto interno, e non solo in termini di collegamenti da e verso gli aeroporti dell’Isola. In questo scenario il miglioramento del trasporto pubblico locale diventa un elemento cruciale, perché determina la qualità dei collegamenti tra località e siti di villeggiatura, favorisce la fruibilità di siti culturali, archeologici e naturalistici e incide sui livelli di mobilità dei turisti sul territorio, anche di coloro che arrivano in Sardegna in aereo privi di un mezzo proprio al seguito”.

Martina Corrias

(admaioramedia.it)

Fonte: Admaioramedia












Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie