sardanews

Furto durante la messa: arrestata una nomade

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Osilo hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di H.S., 30enne, nomade proveniente dalla Bosnia-Erzegovina ma domiciliata a Sorso, già nota alle forze dell’ordine, in quanto ritenuta responsabile di un borseggio avvenuto durante la messa di Pasqua. Lo scorso 1° aprile infatti, nel bel mezzo della funzione religiosa, la donna si era introdotta nella chiesa di Santa Lucia e, approfittando dei momenti di preghiera dei fedeli, aveva sottratto dall’interno della borsetta di una donna osilese il portafoglicontenente denaro e carte di credito. Non appena la donna si era accorta del furto, aveva avvisato i militari dell’Arma della locale Stazione che, fin da subito, avevano avviato mirate indagini volte a identificare gli autori del reato.

Dopo complesse e articolate ricerche, favorite anche da una costante attività di controllo del territorio, i Carabinieri di Osilo sono riusciti a identificare la responsabile e a raccogliere sufficienti indizi di colpevolezza nei suoi confronti. L’Autorità giudiziaria, concordando pienamente con le risultanze investigative dai militari dell’Arma, ha così emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti della donna, peraltro già gravata dalla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, la quale, condotta presso il carcere di Bancali, dovrà ora rispondere del reato di furto aggravato e delle violazione relative alla misura di prevenzione.

Nella foto: immagine d’archivio

Vedi su Algheroeco












Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie