sardanews

La dolce crisi dei cagliaritani ai Caraibi, record di partenze: “Sette giorni con 1300 euro”

La dolce crisi dei cagliaritani ai Caraibi, record di partenze: “Sette giorni con 1300 euro”
 Altro che crisi: a gennaio, lontano dalle feste natalizie, centinaia di cagliaritani si sono imbarcati su un aereo che li ha portati dritti dritti nei mari dei Caraibi. Costo a coppia: almeno 2600 euro, tariffa “base”. Non certamente noccioline, anzi. Una spesa decisamente sostanziosa, pari a due stipendi mensili medio-alti. Ma non è la prima volta che succede: “Sono vacanze diversificate, tra volo diretto e la presenza ai Caraibi di Costa Crociere, molti cagliaritani hanno deciso di sfruttare l’occasione”, spiega Mariano Pinna, quasi mezzo secolo di esperienza come agente di viaggio. “La cifra, alla fine, è accessibile, se si tiene conto di tutti i servizi, dal volo alla pensione completa a bordo.”
Come mai i cagliaritani riescono a concedersi una vacanza anche in un mese, solitamente votato al lavoro – per chi ce l’ha – come quello di gennaio? “Trionfa la voglia di evadere da tutte le notizie negative che subiamo. Troppi problemi, quasi quasi non siamo nemmeno più padroni dei nostri conti correnti. Godersi una vacanza vuol dire rilassarsi”, afferma Pinna, “tornare a Cagliari e, a febbraio, poter sfoggiare una bella abbronzatura, fa invidia”. Previsioni per l’estate 2018? “Tantissimi hanno già prenotato le ferie, a luglio o agosto. Prima ci si muove, più si risparmia, soprattutto le famiglie con figli badano molto a questo aspetto”.

L'articolo La dolce crisi dei cagliaritani ai Caraibi, record di partenze: “Sette giorni con 1300 euro” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie