sardanews

Piazza Yenne, meno tavolini e più disoccupati: “A Cagliari locali costretti a licenziare”

Piazza Yenne, meno tavolini e più disoccupati: “A Cagliari locali costretti a licenziare”
Sedici tavoli, in origine, poi passati a quattro. Risultato: calo netto degli affari e buste paga pronte a essere stracciate. Sono quelle di alcuni ragazzi che lavorano in un locale di piazza Yenne, rilevato un anno fa da Riccardo Pireddu, giovane imprenditore di 24 anni: “Ho investito tutti i miei risparmi, chiedendo un aiuto anche alla mia famiglia: cinquantamila euro. A Cagliari ormai è proibitivo cercare di gestire un locale”. Una bella botta, la riduzione del 75 per cento degli spazi esterni: “Alla fine, il Comune mi ha penalizzato. Qui passano ancora le automobili e i camioncini della nettezza urbana che ritirano i rifiuti del vicino mercato civico”.
L’estate si avvicina, e a Cagliari dura anche più dei “classici” tre mesi: “Non avrò la possibilità di tenere tutto il personale attuale, gli affari stanno già registrando grossi cali. In altre zone, come in via Roma e nel Corso Vittorio, l’amministrazione comunale ha agito diversamente”, attacca Pireddu, “qui il progetto legato al commercio non è stato rispettato. Non so cosa farò, potrei anche decidere di chiudere e cambiare zona”.

L'articolo Piazza Yenne, meno tavolini e più disoccupati: “A Cagliari locali costretti a licenziare” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie