sardanews

Sciopero toghe onorarie anche nell'Isola

© ANSA

(ANSA) - CAGLIARI, 29 GEN - E' iniziato anche in Sardegna lo sciopero dei magistrati onorari: incroceranno le braccia da oggi fino al 2 febbraio. Prima ancora avevano dato il via alla mobilitazione i giudici di pace. L'astensione dal lavoro nell'isola interessa circa 150 persone.    Da oggi, dunque, i sostituti procuratori e i giudici dei Tribunali sardi dovranno sobbarcarsi anche le udienze - circa metà del totale delle udienze nel capoluogo sardo - che di solito vengono amministrate dalle toghe onorarie: i giudici Got (giudici onorari di tribunale) e i Vpo (vice procuratori onorari). A presentare la mobilitazione, questa mattina, sono stati gli stessi magistrati onorari che fanno capo a quasi tutte le sigle sindacali di categoria.    Alla conferenza che ha presentato lo sciopero hanno partecipato anche Mauro Grandesso, presidente del tribunale di Cagliari, e Massimo Poddighe, presidente della seconda sezione penale. Entrambi - pur non entrando nel merito delle ragioni della mobilitazione - hanno sottolineato l'importanza della presenza dei magistrati onorari nell'amministrazione della Giustizia. Got e Vpo, così come i giudici di pace, protestano contro la riforma Orlando "colpevole - secondo loro - di aver reso ancora più precaria la professione, con stipendi che in qualche caso non superano i 700 euro mensili".    "La riforma aumenta il numero dei colleghi in servizio - spiega Daniela Muntoni, portavoce e magistrato onorario da 13 anni - ma non risponde ai problemi legati al fatto che gli stipendi sono bassissimi, non ci sono né ferie né malattie".    "Chiedevano una stabilizzazione al Governo - hanno fatto sapere gli onorari - ma hanno ottenuto una maggiore precarizzazione".(ANSA).   

Fonte: Ansa









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie