sardanews

Disoccupazione, droga, anziani abbandonati, poca sicurezza: le urgenze Is Mirrionis

Disoccupazione, droga, anziani abbandonati, poca sicurezza: le urgenze Is Mirrionis
Occupazione (che non c’è), sicurezza (poco percepita) e sociale (con più problemi che soluzioni): ecco la fotografia di Is Mirrionis nel 2018, “scattata” grazie alle testimonianze di chi, nel rione, vive da molto tempo. Tra la rotonda di via Cadello e il dedalo di stradine che sfociano in un altro rione difficile, San Michele, i problemi “datati” sono ancora numerosi. In alcuni casi c’è chi utilizza il termine “emergenza”, con il Comune che viene tirato in ballo “per la sua assenza”.
 “Non c’è allegria ma depressione, i giovani passano le ore nei circoli a bere birra o giocare a carte. Chi può si arrangia con qualche lavoretto, ma molti si lasciano consumare dalla droga”, racconta Giuseppe Secchi, 68enne pensionato, una vita lavorativa da professore: “Il Comune passa solo per mettere multe a chi parcheggia male, ma di assistenti sociali nemmeno l’ombra”.
Tore Rocca, 67 anni, volto noto del rione, tanti anni nel mondo dello sport, è sconsolato: “La zona è allo sbando, i ragazzi non hanno la possibilità di svolgere attività sane come lo sport, non c’è un solo campo dedicato. Anche gli anziani sono abbandonati, l’alternativa a restare chiusi in casa è trascorrere qualche ora nei circoli”.
Pescatore da una vita, Roberto Secci, 61 anni, abita in via Cornalias: “Non devo arrivare io per dire che nel rione c’è il problema della droga, è sotto gli occhi di tutti. Gli spazi verdi sono quasi inesistenti, c’è solo Monte Claro e il colle di San Michele, impossibile da frequentare per tanti anziani con problemi respiratori. C’è anche una grossa dispersione scolastica. Servono, in generale, più controlli e più sicurezza”.

L'articolo Disoccupazione, droga, anziani abbandonati, poca sicurezza: le urgenze Is Mirrionis proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie