sardanews

Sassari, l'ex scuola era diventata la casa abusiva per 3 famiglie: due arresti - Cronaca

Il quadro elettrico manomesso
SASSARI. Mercoledì 24 gennaio, nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sassari hanno arrestato due persone: C.M. (classe ’70) e V.S. (classe ’68). I due sono ritenuti responsabili del reato di furto di energia elettrica aggravato in concorso. I militari dell’Arma sono intervenuti presso una vecchia scuola dismessa nella zona della Buddi Buddi, avvalendosi nell’attività di controllo anche dell’ausilio di personale specializzato dell’Enel. Quello che i Carabinieri si sono trovati davanti è stato un quadro allarmante. Lo stabile, suddiviso in tre “unità abitative”, era occupato da  tre nuclei familiari (comprendenti anche minori), insediatisi ormai in pianta stabile e che usufruivano di energia elettrica tramite un allaccio abusivo alla rete, privo dei benché minimi requisiti di sicurezza. Appurata la violazione di legge, la stima del danno patito dal gestore della rete elettrica  è risultata essere pari a circa 45.000 euro. Nella circostanza, si è proceduto inoltre alla rimozione dell’impianto abusivo e alla messa in sicurezza del quadro elettrico. In considerazione della gravità e della portata del reato, alla luce di un’analisi delle differenti posizioni degli interessati, sono quindi scattate le manette per due di essi. Contestualmente sono stati denunciati in stato di libertà tutti gli occupanti dello stabile per il reato di occupazione abusiva di edifici, in attesa dei successivi approfondimenti che saranno svolti dai Carabinieri della Compagnia di Sassari in relazione a questa delicata vicenda. Nel corso dell’udienza direttissima che si è svolta ieri presso il Tribunale di Sassari, gli arresti sono stati convalidati e gli imputati rimessi in libertà.

vedi su La Nuova Sardegna









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie