sardanews

Tre denunce per bancarotta fraudolenta nel Cagliaritano

La Guardia di finanza di Cagliari, in occasione di indagini nel settore fallimenti, hanno contestato la distrazione di 90mila euro del patrimonio aziendale e l´omesso versamento di ritenute previdenziali per oltre 140mila euro

Tre denunce per bancarotta fraudolenta nel Cagliaritano

CAGLIARI – Nell'ambito di attività di tutela dell'economia, le Fiamme gialle del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Cagliari hanno concluso due indagini riguardanti il fallimento di altrettante società, una di Cagliari ed una di Capoterra, rispettivamente operanti nel settore del commercio all'ingrosso e dell'impiantistica. L'azione dei finanzieri è stata orientata alla disamina delle diverse dinamiche che hanno condotto le due aziende a dichiarare lo stato di insolvenza, per acclarare eventuali responsabilità sulla condotta dolosa degli amministratori.

L'esito delle investigazioni dei finanzieri ha consentito di ricostruire le specifihe vicende ed imputare precise responsabilità nei confronti di chi ha condotto le società alla condizione di non poter più onorare i debiti e chiudere l'attività. In entrambi i casi, i responsabili delle aziende sono stati denunciati alla locale Autorità giudiziaria per bancarotta fraudolenta, in quanto hanno conservato i libri e le scritture contabili delle società, in modo da non rendere possibile la ricostruzione del patrimnio o del movimento degli affari.

Più nel particolare, al responsabile dell'azienda cagliaritana è stata anche contestata la distrazione di risorse finanziarie facenti parte del patrimonio aziendale per complessivi 90mila euro. In relazione all'azienda di Capoterra, invece, i due soci amministratori sono stati segnalati anche per aver omesso il versamento delle ritenute previdenziali operate nei confronti del personale dipendente per un ammontare di oltre 140mila euro.

Vedi su Alguer.it









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie