sardanews

Scuola: Dessena ad Oristano

«L´obiettivo è rafforzare le competenze degli studenti ed abbassare la dispersione», ha dichiarato l´assessore regionale della Pubblica istruzione, presente al Seminario regionale sugli avvisi Pon che si è tenuto all’Istituto tecnico Lorenzo Mossa

Scuola: Dessena ad Oristano

ORISTANO - «In questi anni, la Regione ha lavorato per una scuola molto più forte e capace di far crescere le competenze dei nostri ragazzi. A tal proposito, cito il programma di Tutti a Iscol@ portato avanti sin dall’inizio della Giunta Pigliaru. Quest’anno, grazie anche ai fondi europei, abbiamo investito 23milioni nel programma e proveremo ad attestarci su queste cifre anche per i successivi anni scolastici». A dirlo è l’assessore regionale della Pubblica istruzione Giuseppe Dessena, presente ieri mattina (martedì) al Seminario regionale sugli avvisi Pon che si è tenuto all’Istituto tecnico Lorenzo Mossa di Oristano. Durante l’incontro, i rappresentanti del Miur hanno dato comunicazione dei contenuti dei Pon “Per la scuola” 2014-2020, ed informato sulle azioni realizzate e realizzabili grazie al supporto dell’Unione europea.

È stato presentato il Programma operativo, le finalità dei fondi Fse e Fesr, la gestione, la selezione degli esperti, le gare e gli affidamenti, i costi standardizzati, i controlli e gli adempimenti su informazione e pubblicità. «L’elemento principale per affrontare i prossimi anni e le evoluzioni della società che hanno ricadute inevitabili sulla scuola e la didattica dei nostri ragazzi – ha proseguito Dessena – sono gli investimenti che noi amministratori facciamo sull’istruzione. Conosciamo tutte le difficoltà che esistono all’interno del sistema. Con il programma di Tutti a Iscol@, in questo triennio, abbiamo fatto grandi passi in avanti: con la semplificazione delle procedure è aumentato il numero delle autonomie scolastiche che partecipano, (il 62percento quest’anno 2017/2018), e abbiamo avuto risultati importanti sul potenziamento organizzativo dei dirigenti». Sul tema della dispersione scolastica, Dessena ha evidenziato le difficoltà di cogliere per tempo le cause, «ma è importante - ha aggiunto - il lavoro che si sta facendo tra scuole e istituzioni per capire dove agire. Un lavoro nel quale sono coinvolte anche le famiglie: l’Eurostat ha rilevato i primi risultati positivi con l'abbassamento della dispersione del 5,3percento».

Sulla riorganizzazione dell’offerta formativa, il titolare regionale dell’Istruzione ha sottolineato che «è stata ridisegnata da docenti e dirigenti insieme agli amministratori, in base alle esigenze complessive, le dinamiche territoriali e i loro bisogni e sviluppi». Infine, per quanto riguarda il Ddl sull’Anagrafe degli studenti, l’assessore ha sottolineato che la Sardegna si doterà presto anche di questo strumento, utile per monitorare ogni singolo ragazzo in età scolare. «Questo disegno di legge ci permetterà di interloquire con il Ministero per avere un insieme di dati di dettaglio per ogni studente, e individuare il meccanismo che porta all’abbandono degli studi. Un passaggio importante e decisivo per completare il quadro degli interventi che in questi anni sono stati messi in campo», ha concluso Dessena.

Nella foto: l'assessore regionale Giuseppe Dessena

Commenti

Vedi su Alguer.it









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie