sardanews

Una bomba ecologica nell’immobile ex Fs casa di topi e piccioni - Cronaca

Una bomba ecologica nell’immobile ex Fs casa di topi e piccioni - Cronaca
OZIERI. Una palazzina abbandonata da anni e residenti che temono possa diventare una bomba ecologica: è quanto sta accadendo a Chilivani nell’edificio operativo e residenziale ex Dco e Ctc, che si trova uno stato di pesante degrado. Il palazzo celeste, che un tempo ospitava nei primi due piani la Direzione centrale operativa regionale (un macchinario divenuto un pezzo da museo, che infatti ora si trova esposto a Cagliari) e il Controllo centralizzato del traffico ferroviario e nei piani superiori gli alloggi del personale tecnico e operativo delle Ferrovie, è abbandonato da più di dieci anni e nel frattempo è divenuto inagibile. Il tetto e i cornicioni sono pericolanti - e infatti il perimetro è transennato da una rete - e all’interno è diventato dimora, e cimitero, per uccelli e piccoli animali. Dall’esterno si sente un penetrante odore di guano di uccelli e di carogne di animali morti, e chi da poco ha osato avventurarsi al suo interno (la rete si scavalca facilmente e il portone si apre con un tocco) si è trovato davanti uno spettacolo tremendo: sporcizia ovunque, macchinari e mobili abbandonati, ma soprattutto una marea di carcasse e guano di piccioni, che potendo entrare agevolmente dalle finestre aperte hanno fatto della palazzina il proprio regno. Lo si vede all’interno ma lo si nota, come detto, anche da fuori, e per questo nei residenti è forte il timore delle ricadute in termini di scarsa igiene dell’intero quartiere vista la grande quantità di rifiuti organici presenti all’interno. La disponibilità dell’edificio, come ancora accade per tanti altri edifici e aree nel quartiere ferroviario di Chilivani, è di Ferservizi, società che fa capo alle Ferrovie dello Stato, che da tempo dismesso, non solo a Chilivani, molte sue proprietà. L’ultimo inquilino ha lasciato la palazzina celeste circa dieci anni fa, e da allora l’edificio è stato abbandonato in attesa di trovargli una nuova destinazione. A Chilivani, per esempio, altri edifici residenziali sono stati acquisiti dal Comune di Ozieri che li ha ristrutturati per concederli a canone agevolato (a breve saranno completate le ultime ristrutturazioni), ma la stessa sorte non ha ancora arriso alla palazzina ex Dco e Cct. Quella di una riconversione ai fini abitativi, vista anche la penuria di alloggi popolari, sarebbe la soluzione più auspicabile, ma l’edificio non è stato sino a ora annoverato nell’elenco delle cessioni. Nel frattempo i residenti del rione sono preoccupati per la loro salute, e auspicano un intervento degli enti competenti almeno per eliminare le emergenze più evidenti e potenzialmente pericolose.

vedi su La Nuova Sardegna









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie