sardanews

Meningite, “Cagliari non è pronta a fronteggiare una possibile epidemia”

Meningite, “Cagliari non è pronta a fronteggiare una possibile epidemia”
“All’interno del reparto Infettivi c’è un un repartino, pagato tanti soldi, inutilizzato, in pieno disuso. Quello potrebbe essere utilizzato per isolare i pazienti in caso di emergenza sanitaria, come una possibile epidemia di salmonella o meningite”. Così Paolo Cugliara, segretario provinciale Fials. Dopo l’ultimissimo caso di meningococco B – con un ragazzo di 20 anni di Senorbì che, per fortuna, sta già meglio – Cugliara punta il dito contro quelli che definisce gravi disservizi: “Non è possibile che Cagliari, che ha l’Azienda mista universitaria, l’Azienda Brotzu e l’Assl, debba ricorrere a Iglesias per un esame prioritario come quello del puntato midollare, utile a smascherare la meningite. Gli ultimi sei casi devono invitare Regione e assessorato della Sanità a riflettere, in caso di molti nuovi malati siamo in grado di gestire l’emergenza? Per me non siamo all’altezza”.
Per Cugliara “lo spirito prioritario della medicina deve essere la prevenzione, che significa anche avere strutture accoglienti e idonee per i pazienti. Non si sa perché il reparto Infettivi sia stato privato di un’ala, che doveva essere utilizzata per la medicina Penitenziaria, per un repartino lasciato, tra la polvere, in pieno

L'articolo Meningite, “Cagliari non è pronta a fronteggiare una possibile epidemia” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie