sardanews

Casteddu Food Diet: alimenti surgelati nella dieta, sono nocivi o salutari?

Casteddu Food Diet: alimenti surgelati nella dieta, sono nocivi o salutari?
ALIMENTI SURGELATI NELLA DIETA: SONO NOCIVI O POSSONO GARANTIRE UN REGIME ALIMENTARE CORRETTO?
A cura di Raffaella Aschieri (Dietista @Menutrix e consulente per la ristorazione)
Qulunque sia la vostra dieta e il vostro stile alimentare prima c’è sempre la spesa da fare e il carrello da riempire. Il dato positivo è che dopo cinque anni di consumi alimentari scanditi dal segno “meno”, nel 2017 la crisi sembra, finalmente, alle spalle e il carrello della spesa degli italiani torna a riempirsi (+2,5% nei primi 6 mesi dell’anno). A contribuire alla ripresa anche il settore dei prodotti surgelati che, da gennaio ad agosto di quest’anno, ha registrato un incremento dei consumi superiore anche alla crescita del settore alimentare, con un positivo +2,9%, dopo un 2016 sostanzialmente debole (dati IIAS Istituto Italiano Alimenti Surgelati).
La domanda che in tanti si pongono spesso è: Ma i prodotti surgelati garantistocono una sana e corretta alimentazione?” Prima di tutto facciamo una distinzione tra i prodotti congelati e i surgelati industriali: i primi sono cibi che in lunghi tempi arrivano a temperature tra i 7 gradi e i meno 12 gradi, che saranno conservati poi tra i meno 10 e i meno 30 gradi. In questo caso però i lunghi tempi di abbattimento delle temperature possono causare un danneggiamento delle sostanze nutritive. Nel secondo caso invece, i cibi surgelati, sono portati in tempi rapidissimi alla temperatura di meno 18 gradi. Per questo i surgelati oltre ad essere un prodotto che dà la certezza della freschezza dell’alimento, da anche la possibilità di avere queste derrate alimentari tutto l’anno dato che la stagionalità viene superata dalla loro perfetta conservazione nel congelatore.
Un altro fattore importante è la convenienza, in quanto sono più economici in base al prezzo-qualità, sono utilizzate integralmente dato che sono già pronte senza avere ulteriori scarti di preparazione, consentono un risparmio di tempo e si possono acquistare in maggiori quantità in una sola volta. Le proteine e i glucidi dei surgelati non subiscono variazioni nonostante l’abbassamento della temperatura, si ritrovano in tutti gli alimenti surgelati nella stessa percentuale. I surgelati conservano tutti i principi nutritivi e sono indicati per la realizzazione di diete particolari in tutte le stagioni. Anzi quando sono state eseguite idonee tecniche di congelazione (a seconda del prodotto) e disgelo, le loro qualità e quantità possono essere addirittura superiori. Per quanto riguarda i grassi dobbiamo solo ricordare che tendono ad irrancidire prima degli altri componenti di un cibo, di conseguenza l’unica accortezza da tener presente è che non può essere conservato più di 5 – 8 mesi un alimento molto grasso (maiale, formaggio grasso, burro, strutto, panna, ecc…). Per quanto riguarda le vitamine negli ortaggi è da rilevare che nei surgelati la vitamina C si ritrova in maggiore quantità che nell’alimento fresco. Questo perchè nei vegetali freschi dopo la raccolta, fino ad arrivare al consumatore, c’è una perdita dovuta ai processi metabolici che la pianta continua ad avere, mentre con la surgelazione questi si bloccano allo stato iniziale con maggiori quantità di principi nutritivi presenti nel prodotto confezionato.
Anche i dati Nielsen, affermano che più della metà degli italiani identifica i surgelati come veri prodotti “freschi”, perché mantengono al meglio il valore nutritivo e le proprietà organolettiche nel tempo. 1 italiano su 3 li predilige per il risparmio di tempo e di sforzi in cucina, mentre circa il 10% ne apprezza l’aspetto più ecologico: il surgelato è visto, insomma, come vero “cibo antispreco”, perché un consumo frequente di questi prodotti può abbattere del 47% gli sprechi alimentari (che nel 42% dei casi si verificano a livello domestico). Eppure, in questo contesto i surgelati vengono anche premiati per la loro capacità di rispondere ai mutati stili di vita dei consumatori. Laddove compaiono nuovi trend alimentari, dal “bio” al “veg”, fino ad arrivare ai “senza” – glutine, lattosio, ecco che gli alimenti surgelati sono apparsi da subito i giusti interpreti di questa nuova tendenza alimentare. In conclusione si puo’ affermare che una sana e corretta alimentazione si basa sicuramente sul uso di prodotti freschi, di stagione e possibilmente di produzione locale senza manipolazioni aggiuntive ma, allo stesso tempo, inserire nel fresco di giornata gli alimenti surgelati, anche con cadenza giornaliera, non compromette la qualità nutrizionale della vostra dieta.

L'articolo Casteddu Food Diet: alimenti surgelati nella dieta, sono nocivi o salutari? proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie