sardanews

Monserrato, decine di cartelle Imu contestate: “Attacchi strumentali”

Monserrato, decine di cartelle Imu contestate: “Attacchi strumentali”
Monserrato: Cartelle Imu contestate dall’opposizione.
Il Sindaco Locci “Attacchi falsi, strumentali e pretestuosi rivolti ad un Settore Amministrativo, quello Finanziario, che lavora tra mille scadenze in modo il più possibile puntuale.” L’invito rivolto ai cittadini oggetto degli avvisi: “La produzione di una comunicazione in carta libera al Comune a cui si è versato erroneamente l’importo, chiude ogni addebito da parte dell’Amministrazione di Monserrato.”
Durante la passata settimana l’opposizione ha sollevato il caso di presunte irregolaità commesse dagli uffici comunali del Settore Finanziario nell’emissione di “prestampati” inviati ai cittadini per il pagamento dell’IMU anno 2012.
 “Stupisce che da parte di una opposizione che si definisce costruttiva e responsabile possano provenire certe affermazioni; affermazioni pretestuose e fuorvianti che arrecano danno all’immagine dell’Amministrazione e del Settore Finanze e Tributi in particolare, nonchè confusione fra i cittadini sul come comportarsi. “
Il sindaco Locci si riferisce alle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi da alcuni membri dell’opposizione che contestavano al Comune l’invio ai contribuenti di “prestampati” compilati in modo erroneo.
“Infatti – prosegue il Sindaco Locci – come l’I.C.I. anche l’I.M.U. è un’imposta (e non una tassa) in “autoliquidazione”, ovvero che il contribuente deve provvedere a liquidare (cioè a calcolare) in autonomia. Ne consegue che il Servizio Tributi del Comune di Monserrato non ha mai inviato ai contribuenti modelli di pagamento F24 precompilati (come affermato da una parte dell’opposizione) e quindi l’Amministrazione comunale non può essere stata causa di alcun errore  addebitabile alla compilazione dei modelli”.
I contribuenti, infatti, provvedono al pagamento ordinario compilando autonomamente il modello di versamento F24 o affidando la compilazione di esso agli uffici dei vari CAF o a dottori commercialisti.
Pertanto i riscontrati errori, causa degli avvisi, non possono essere assolutamente imputabili al Servizio Tributi del Comune e gli atti di accertamento emessi sono legittimi.
“In conclusione e per fare chiarezza ai cittadini – prosegue il Sindaco Locci –  tengo a precisare che per la parte di questi avvisi che derivano da errori di identificazione dei codici catastali dei comuni beneficiari del versamento (errori posti in essere da parte del contribuente o dei consulenti al quale avevano affidato a suo tempo la compilazione dei modelli di pagamento), al fine di porre rimedio all’errore il contribuente deve inoltrare un’istanza in carta semplice (ossia totalmente gratuita) al Comune al quale ha effettuato il versamento dichiarando:
1)di aver erroneamente indicato il codice catastale;
2)che nulla è dovuto al comune che ha ricevuto il versamento
3) chiedere il trasferimento dell’importo pagato al comune di Monserrato.
L’avviso di accertamento verrà così annullato definitivamente a seguito del trasferimento al Comune di Monserrato dell’importo incassato indebitamente dal comune beneficiario.”
L’ufficio tributi del Comune fa pervenire alla redazione che verrà incontro a tutti i contribuenti, pur non essendo un suo onere, prestando aiuto anche nella compilazione dell’istanza di trasferimento delle somme e quando gli errori derivano da errata digitazione dei dati catastali dagli operatori bancari o postali, l’ufficio intercede presso la direzione dell’Agenzia delle Entrate per capire a quale comune sono stati riversati i pagamenti in modo da poter facilitare al contribuente la procedura di istanza di trasferimento.

L'articolo Monserrato, decine di cartelle Imu contestate: “Attacchi strumentali” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie