sardanews

Ossi, arrivano 80mila euro per eliminare le buche - Cronaca

Ossi, arrivano 80mila euro per eliminare le buche - Cronaca
OSSI. Arrivano dal Patto per lo Sviluppo della Regione Sardegna - Fondo Sviluppo e coesione 2014/2020 assegnato dal Cipe alla Regione i fondi per la sistemazione di alcune strade interne all’abitato. Si tratta di 80 mila euro che consentiranno unicamente l’esecuzione di interventi di manutenzione e messa in sicurezza.Come ben facilmente immaginabile, sottolinea l’assessore comunale ai Lavori pubblici Mauro Derudas, i sopralluoghi tecnici effettuati hanno evidenziato che la dotazione finanziaria messa a disposizione dell’amministrazione non consente di risolvere le molteplici criticità che riguardano il piano viario cittadino. Si è così arrivati alla conclusione di programmare una serie di interventi parziali su alcune vie che presentano maggiori problemi. Il monitoraggio effettuato ha in ogni modo consentito di disporre di un programma manutentivo aggiornato e di poter successivamente contare sui dati acquisiti per l’accesso a ulteriori finanziamenti. Le strade che è risultato aver maggior bisogno del rifacimento del manto di usura, per degrado e importanza, sono risultate essere: via Togliatti, via Porto Torres, via Ottava, via Nuraghe, via Tirso, via Coghinas, via Manzoni, via Flumendosa, via Corte ’e Lottene e via Costa Smeralda, per un totale di circa 6.500 metri quadrati. Il degrado delle vie è conseguente al traffico veicolare e alle innumerevoli manomissioni a cui, nel tempo, sono state soggette (per allaccio idrico-fognario, luce, condotte, eccetera) che hanno prodotto numerosi ammaloramenti (buche, solchi e così via) e che hanno prodotto un importante grado di pericolosità e di difficoltà nella fruizione della rete viaria urbana. A rischio, oltre agli pneumatici delle vetture, anche la stessa incolumità delle persone che si trovano a percorrere quelle strade. Aggiudicataria provvisoria della gara è la ditta Spea di Sassari con un ribasso del 23 per cento. L’iter burocratico continua e la stipula del contratto d’appalto è prevista ai primi di marzo. L’esecuzione dei lavori dovrà poi tener conto dell’andamento della stagione al fine di una ottimale posa in opera del nuovo tappetino bituminoso e del rifacimento della segnaletica orizzontale. Tra esigenze burocratiche e clima, conclude l’assessore, non sarà possibile iniziare i lavori prima del mese di aprile. Di non più di due settimane circa la durata dei lavori, sempre tempo permettendo.

vedi su La Nuova Sardegna









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie