sardanews

Si uccide a 14 anni sparandosi una fucilata - Cronaca

I carabinieri davanti alla villetta...
GALTELLÌ. Decidere di morire, nel silenzio di un sonnolento pomeriggio invernale, con un colpo esploso da un fucile da caccia. Francesco Porcu, 13 anni (ne avrebbe compiuti 14 anni il prossimo 24 gennaio), introverso e sensibile come molti adolescenti, ha scelto di andarsene in questa maniera. Con una fucilata, nella sua casa di Galtellì. A trovarlo ormai senza vita, ieri intorno alle 16, è stata la sorella maggiore. Papà Giovanni, militare dell’Aeronautica e sindaco del paese e mamma Giuseppina Anedda, cassiera in un supermercato, erano fuori casa, la sorellina minore ancora alla scuola materna.Si uccide a 14 anni sparandosi una fucilata - CronacaUn unico colpo esploso dal fucile del padre, esperto cacciatore che di recente aveva deciso di portare con sé il ragazzino nelle battute di caccia, lo ha raggiunto al volto. Inutili i soccorsi. Francesco è spirato quasi sicuramente sul colpo, nel seminterrato di casa, una villetta alla periferia del centro della bassa Baronia. Il volto ancora infantile, che faceva capolino sorridente da alcune foto nel profilo Facebook del papà, violato dai pallettoni. Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale  

vedi su La Nuova Sardegna









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie