sardanews

Immigrati, Cappellacci e Tocco contro Arru: “La sua idea stupida e aberrante”

Immigrati, Cappellacci e Tocco contro Arru: “La sua idea stupida e aberrante”

“Idea stupida è aberrante”. Così Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia, commenta le dichiarazioni dell’assessore Arru, secondo il quale i migranti sarebbero una risorsa per ripopolare la Sardegna. “Anziché aiutare le famiglie sarde ad avere i mezzi economici per mantenere un figlio si pensa  alla sostituzione di un popolo con un altro. Si dimentica anche – prosegue l’esponente azzurro- che migliaia di giovani sardi ancora oggi lasciano la nostra terra per proseguire il proprio progetto di vita. La risposta della Giunta a questi temi è inaccettabile anche nei confronti degli stessi migranti, che dovrebbero avere un diritto a “non migrare” come ricordava Giovanni Paolo II. Invece vengono ridotti a “materia prima” di un business cinico e senza scrupoli che vede la realizzazione, anche in Sardegna, di vere e proprie ‘fabbriche dell’immigrazione’. I sardi ricordino bene le parole dell’assessore Arru, che confermano quelle di altri suoi colleghi. La linea politica del PD è quella di rendere perpetua un’immigrazione senza criteri e senza controlli e addirittura di portarla alla conseguenza estrema di una sostituzione etnica. Ecco perché – ha concluso Cappellacci- dobbiamo mandare a casa subito chi vuole svendere il futuro dei nostri figli e della nostra terra”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Edoardo Tocco, consigliere regionale di Fi. “Il progetto dell’assessore Arru per ripopolare la Sardegna con l’integrazione dei migranti palesa in tutti i sensi la mancanza di un disegno per rilanciare l’economia della Sardegna”. Così il consigliere Edoardo Tocco (FI) sulle dichiarazioni del responsabile regionale della sanità: “Ormai lo stato confusionale della giunta è chiaro – aggiunge il rappresentante degli azzurri – visto che non è stata risolta una sola emergenza riguardante i lavoratori sardi e non si interviene con sostegni finanziari per i giovani isolani che vorrebbero restare nella propria terra. Basta citare il caso dei ritardi sulle risorse per i giovani agricoltori o, ancora, i fondi bloccati per le imprese già costituite”.

L’esponente forzista si chiede “perché l’Assessore alla Sanità abbia voluto dare un nuovo schiaffo sopratutto ai precari che tengono in piedi la Sanità sarda – dice Tocco – Da anni sono stati interrotti i processi di assunzione o i concorsi. Non si aprono spazi per le stabilizzazioni.. Così tantissimi medici, infermieri e operatori socio sanitari dopo anni sono costretti a lasciare la Sardegna”. Un patrimonio che la Sardegna sta perdendo pezzo dopo pezzo, salvo poi pensare al ripopolamento dell’Isola con i migranti. <<La diminuzione del tasso della natalità è legata alla mancanza di progetti per il rilancio del tessuto produttivo dell’Isola – conclude Tocco – Anche Arru e Moirano, con le idee di mobilità selvaggia nell’Ats, sono i primi promotori della diminuzione della natalità. Una graduatoria di concorso espletato per un posto di lavoro vicino a quello dove risiede la famiglia d’origine,poteva garantire la possibilità di pensare ad un progetto familiare, ma adesso la stessa graduatoria può essere valida per un posto dall’altra parte della Sardegna, con la clausola che se non accetti sei fuori…. Ma perché questi signori si dimenticano che l’unica risorsa e ammortizzatore sociale in Italia è la famiglia d’origine? Le non politiche sul lavoro stanno portando all’impossibilità per i Sardi di costruire il futuro dell’Isola”.

L'articolo Immigrati, Cappellacci e Tocco contro Arru: “La sua idea stupida e aberrante” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie