sardanews

Giorgia in Nazionale sulle orme di papà - Cronaca

PORTO TORRES. Vuole seguire le orme calcistiche del padre con la stessa umiltà e determinazione la giocatrice Giorgia Chessa, della Società sportiva dilettantistica Turris, che è stata convocata dal settore tecnico giovanile scolastico della Figc per lo stage nazionale “calcio + 15”. Un raduno che ospiterà cinquanta calciatrici della categoria Under 15 femminile nel centro tecnico di Coverciano, dall’11 al 15 gennaio, con l’obbiettivo di incrementare il livello tecnico e formativo del settore femminile giovanile nazionale. Figlia d’arte di Fabio Chessa – ex capitano di mille battaglie, nelle categorie dilettanti e professionisti, con la maglia della Torres – la ragazzina frequenta la classe prima del Liceo scientifico “Europa Unita” e ha cominciato a dare i primi calci al pallone all’età di 7 anni nella categoria Micro con il mister Salvatore Dessantis. Gli anni seguenti le categorie Pulcini con il babbo allenatore, gli Esordienti con mister Emiliano Frau e da quest’anno i Giovanissimi guidati da Tore Secchi e Pietro Sanna. Lo scorso anno la prima chiamata in Nazionale per partecipare al torneo di Alassio e, dopo la pausa estiva, la preparazione con la Sassari Torres femminile. Una carriera giovanile già intensa e che ripercorre quella che fece il babbo-mister negli anni Ottanta, sbocciando nel vivaio locale e poi prendendo il volo verso il professionismo con la maglia dell’Ilva e soprattutto con il rossoblù torresino sulla pelle. «Per migliorarsi – dice Giorgia – si devono sempre seguire i consigli che ti danno le persone più grandi ed esperte: questi raduni sono per me delle grandi soddisfazioni ed esperienze uniche. Spero di continuare a crescere attraverso gli insegnamenti e magari togliermi delle soddisfazioni importanti praticando uno sport che mi piace davvero tanto». (g.m.)

vedi su La Nuova Sardegna









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie