sardanews

Ecco perchè è meglio pagare un centesimo per avere le buste biodegradabili

Sui social son tutti scatenati. Tutti a polemizzare contro le buste a pagamento nei supermercati. 

Ma basta un minimo di buon senso per capire che si tratta di una polemica inutile e nata solo per screditare le iniziative di una certa parte politica.

Le buste di plastica le abbiamo sempre pagate! Infatti anche i vecchi tradizionali sacchetti leggeri “gratuiti” erano in realtà pagati dai noi clienti: nei prezzi dei prodotti che acquistiamo sono già contenuti, spalmati, i costi di gestione che devono sostenere i supermercati.

Sapete cosa inquina maggiormente i nostri mari? La Plastica.

Almeno 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono in mare ogni anno. E gran parte dei rifiuti è composto da quelle buste che usavano prima al supermercato. Ci mettono minimo 20 anni per decomporsi...

Questa legge elimina queste buste di plastica e obbliga ad utilizzare le biodegradabili che si possono tranquillamente riutilizzare per la raccolta dei rifiuti organici (umido.)

Qualcuno si appiglia al fatto che i sacchetti non possono essere riutilizzati nei supermercati, vuoi per una questione di igiene, vuoi anche perchè le bilance nelle casse dei supermercati son tarate per le buste fornite in loco, quindi un'altra busta differente potrebbe comportare un peso differente.

Ma poi, il problema non si è mai posto con i sacchetti di plastica "gratis" e ve lo ponete ora? 

C'è poi chi ha avuto la brillante idea di pesare singolarmente la frutta, consumando più carta per le etichette oltre a perdere tempo inutilmente.

Una polemica sterile e inutile, considerando che le buste biodegradabili (quelle in cassa) si sono sempre pagate fino a 20cent a busta. L'obbligo non è mai una bella cosa, sopratutto magari sarebbe stato meglio spalmare il costo come le precedenti buste di plastica così nessuno si sarebbe lamentato. 

L'Italiano medio, è abituato a pagare "silenziosamente". Può pagare accise e iva senza accorgersene e dire nulla, ma basta mettere un centesimo reale a sacchetto e scatta il finimondo.

Quindi cari miei, non so voi, ma io per un ambiente meno inquinato, preferisco pagare qualche centesimo a busta.









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie