sardanews

Sarda News - L'Unione delle Ultime Notizie dalla Sardegna

La compagine algherese ritorna vittoriosa dalla trasferta sul campo del Toscana Aeroporti I Medicei. La gara, valida per la settima giornata d’andata del girone 3 del campionato Serie A, è finita con il punteggio di 20-26 per i ragazzi di coach Paoletti, che tornano al secondo posto

ALGHERO - Vittoria doveva essere e vittoria è stata. L’Amatori Alghero ritrova sul campo de I Medicei cadetti di Firenze un risultato positivo che mancava da tre turni. Cinque i punti conquistati dagli algheresi, che salgono a quota23, guadagnano la seconda posizione ai danni del Pesaro (sconfitto pesantemente a Catania) e si portano a -8 dalla vetta, occupata ancora dalla Union Capitolina, vittoriosa con il Perugia.

PRIMO TEMPO. La partenza non è stata delle migliori per l’Amatori, che è andata sotto di 15punti già al quarto d’ora. D’Aliesio con due mete (di cui solo una trasformata) e Pietrangeli (autore della trasformazione e di un piazzato) hanno portato avanti i toscani. Il primo squillo algherese arriva al 18’, quando Fernandez trova la via della meta e Micheli trasforma. Al 37’, va in meta anche Armani (recuperato dopo alcune giornate) ed ancora Micheli trasforma per il 15-14, risultato con il quale si va al riposo.

SECONDO TEMPO. Al ritorno in campo, l’Alghero prosegue nella sua veemente reazione. E’ Daniele Pesapane, al 46’, a realizzare la meta (non trasformata) del sorpasso algherese (15-19). I padroni di casa provano ad agguantare gli ospiti, ma questa volta è il tongano Oneone, autore di una buona prestazione, a schiacciare la palla in meta e (con i due punti della trasformazione), a portare il risultato sul 15-26. I locali spingono e riescono a trovare 5punti con la meta di Elegi, ma non c’è più tempo per recuperare: l’arbitro Chirnoaga decreta la fine delle ostilità sul punteggio di 20-26 Alghero.

TOSCANA AEROPORTI I MEDICEI CADETTI-AMATORI ALGHERO 20-26:
TOSCANA AEROPORTI I MEDICEI CADETTI: Reale (65’ Falleri), D’Aliesio (44’ N.Elegi), D’Andrea, Petrangeli, Cervellati (47’ Marucelli), Bartoli, Taddei, Burattin (65’ Michelagnoli), Fi.Santi, Di Donna, Massimo (65’ Fissi), Biagini, Panerai (60’ Manigrasso), Bartolini (69’ Kapaj), Chiostrini (69’ Fr.Santi). Coach Lo Valvo.
AMATORI ALGHERO: Micheli; Delrio, Serra (68’ Raffaele Madeddu), Oneone, Pesapane, Anversa, Armani, Fernandez, Sciacca, Ceglia, Fall, Paco, Stefani (60’ Gabbi), Salaris, Ilie (58’ Prette). Coach Tino Paoletti.
ARBITRO: Chirnoaga di Roma.
PUNTI 5’ met. D’Aliesio; 8’ meta D’Aliesio, trasforma Petrangeli; 14’ calcio piazzato Petrangeli; 18’ meta Fernandez, trasf. Micheli; 37’ meta Armani, trasf. Micheli; 46’ meta Pesapane; 60’ meta Oneone, trasf. Micheli; 79’ meta Elegi.

Commenti

Fonte: Alguer

Si fa più grave il bilancio dell’incidente stradale in tarda serata nella SS 131.
Un cagliaritano di 70 anni, alla guida di una Renault Megane mentre percorreva la SS 131 con direzione Sestu, si è scontrato violentemente con una motoape 50, che lo precedeva. Il conducente dell’ape un 56enne di Sestu, e la passeggera anch’essa 56enne, sono stati soccorsi dal 118 è trasportati rispettivamente al Brotzu e al SS Trinità con assegnato per entrambe, codice rosso.
Sul posto la Polizia Municipale per i rilievi del caso e stabilire l’esatta dinamica dell’in

L'articolo Renault contro Apixedda alle porte di Cagliari: gravissime due persone dopo lo scontro proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Incidente stradale sulla S.s. 131, intorno al km 6 in direzione Sassari.

Intervento dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Cagliari alle 20:15 circa sulla Strada statale 131 al km 6, per un incidente stradale: un cagliaritano di 70 anni, alla guida di una Renault Megane, si è scontrato violentemente con un’Ape 50 che lo precedeva. Il conducente dell’Ape, un 56enne di Sestu, e la passeggera anch’essa 56enne, sono stati soccorsi dal 118 è trasportati rispettivamente al Brotzu e al SS. Trinità in codice rosso.

La Sala operativa del 115 che ha ricevuto la richiesta di soccorso ha tempestivamente inviato una squadra di Pronto intervento che all’arrivo sul posto ha provveduto a soccorrere gli occupanti e a mettere in sicurezza i veicoli e la sede stradale.

Sul posto anche la Polizia Municipale per i rilievi del caso e per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente.

L'articolo Tamponamento tra un’auto e un’Ape sulla S.s. 131: feriti gravemente un uomo e una donna proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Gli uomini di coach Vincenzo Esposito cedono di un punto davanti alle scarpette rosse. 106-107 il risultato dopo 45´ al PalaSerradimigni, nel match valido per la decima giornata del campionato di Lba

SASSARI – Il Banco di Sardegna Dinamo Sassari cede di un punto davanti all'Olimpia Milano. 106-107 il risultato dopo 45' al PalaSerradimigni, nel match valido per la decima giornata del campionato di Lba. Il Banco esce a testa alta da una battaglia senza esclusione di colpi, in cui tutti hanno dato il loro contributo alla causa: spicca Bamforth, a referto con 32punti 5/9 da tre, 4rimbalzi e 9falli subiti, per un totale 31 di valutazione. Bene Jack Cooley (17punti e 19rimbalzi), Rashwan Thomas (14punti e 7rimbalzi) e Jaime Smith (13punti e 6assist).

Coach Vincenzo Esposito manda in campo Smith, Bamforth, Petteway, Thomas e Cooley, l’Olimpia risponde con James, Fontecchio, Nedovic, Burns e Brooks. Gli ospiti aprono le danze con Burns, la tripla di Bamforth sblocca i padroni di casa: Milano subito avanti con l’ex Brooks e Nedovic. Ma il Banco non ci sta, il trio Pierre, Bamforth e Cooley sigla il break per il sorpasso sassarese (12-11). Gudaitis risponde per i suoi: le due squadre si fronteggiano punto a punto, Brooks e Micov conducono l’Olimpia, Bamforth ristabilisce la parità. La preghiera di Kuszminskas scrive il 18-21 al 10’. In avvio di seconda frazione, Cooley domina il pitturato, ma le scarpette rosse scappano sul +10 con Jerrells, James e Nedovic. Reazione sassarese con Smith e Polonara, Cooley accorcia le distanze ed alla seconda sirena il tabellone dice 41-45.

Al rientro dall'intervallo lungo, Milano scappa sul +11 condotta da Gudaitis, James e Burns. Ma i sassaresi non ci stanno ed accorciano le distanze con 2+1 di Smith ed un break di 6punti firmato Thomas, complici tre perse sanguinose dell’Olimpia (63-68). Thomas continua la sua corsa e porta il Banco a -5, Milano incespica e Spissu inchioda il coast to coast. La tripla di tabella di Gentile sigla il pareggio e fa esplodere il PalaSerradimigni esplode. La sfida è apertissima: segna Cooley dalla media, risponde Jerrells dalla lunga distanza, lo segue Cinciarini. Pierre trova il canestro del vantaggio biancoblu (80-78). Milano tira con il 50percento dalla lunetta con Nedovic prima e Gudaitis poi, Gentile non sbaglia dalla media. Un parziale di 9punti di Nedovic consegna il vantaggio all’Olimpia (82-89). La tripla di Bamforth, quando inizia l’ultimo giro di cronometro, tiene viva la Dinamo: Scott infila la seconda bomba consecutiva ed è -1 con 14”8 sul cronometro. Fallo tattico e James non sbaglia dalla lunetta; Bamforth infila una tripla da distanza siderale ed è 91pari. Si va all'overtime, È il duello tra Gudaitis e Bamforth a prendere la scena nei primi 2’ del supplementare: canestro and one per entrambi, poi la quinta infrazione costringe il lungo meneghino alla panchina. La sfida si gioca sul filo della tensione: giri in lunetta per Bamforth che non sbaglia, anche James non trema per il +3. L’appoggio al ferro di Thomas tiene i suoi a contatto; la tensione in campo si alza. Burns a cronometro fermo scrive 98-101. Cooley e Bamforth riportano il Banco a -1, ma la tripla di Micov ricaccia indietro la compagine isolana. Bomba di Smith per il -1 con 9” sul cronometro, Bamforth spende il quinto fallo su Micov, che non trema in lunetta: +3 Milano. Giro in lunetta per Smith (106-107) e sul cronometro restano 6”. La preghiera di Pierre va lunga: il match finisce 106-107.

BANCO DI SARDEGNA DINAMO SASSARI-OLIMPIA MILANO 106-107:
BANCO DI SARDEGNA DINAMO SASSARI: Spissu 6, Smith 13, Bamforth 32, Petteway 5, Devecchi, Magro, Pierre 5, Gentile 7, Thomas 14, Polonara 7, Diop, Cooley 17. Coach Vincenzo Esposito.
OLIMPIA MILANO: Della Valle 7, James 19, Micov 8, Musumeci, Gudaitis 16, Fontecchio 3, Nedovic 21, Kuzminskas 4, Cinciarini 7, Burns 8, Brooks 8, Jerrells 6. Coach Simone Pianigiani.
PARZIALI: 18-21, 41-45, 63-68, 91-91.

Nella foto (della Dinamo basket): Bamforth

Commenti

Fonte: Alguer

Incidente stradale sulla S.s. 131, intorno al km 6 in direzione Sassari.

Intervento dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Cagliari alle 20:15 circa sulla Strada statale 131 al km 6, per un incidente stradale: un’auto ha tamponato un’Ape Piaggio, due i feriti dati in cura agli operatori Sanitari del Servizio di Emergenza del 118.
La Sala operativa del 115 che ha ricevuto la richiesta di soccorso ha tempestivamente inviato una squadra di Pronto intervento che all’arrivo sul posto ha provveduto a soccorrere gli occupanti e a mettere in sicurezza i veicoli e la sede stradale.

Sul posto i vigili del fuoco.

L'articolo Tamponamento tra un’auto e un’Ape sulla S.s. 131: ci sono due feriti proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Legenda sulla prestazione: *scarsa, **insufficiente, ***sufficiente, ****buona, *****eccellente

CRAGNO***: non impegnato nella prima frazione, viene poi chiamato dai napoletani più volte all’intervento. Non può fare nulla su Milik al 91°

PISACANE****: nuova prova di grande generosità, in cui si spinge pure per suggerire. Chiude con i crampi.

Dall’86° CIGARINI n.g.

ROMAGNA****: il ragazzo gioca sempre a testa alta e sbaglia poco, lottando su tutti i palloni.

Dal 79° ANDREOLLI n.g.

KLAVAN***: mulina il mancino per rilanciare, con poca precisione. Tuttavia, prova attenta.

PADOIN***: soffre Malcuit e Ounas. Cresce nella ripresa, quando riesce pure a spingersi in avanti.

FARAGÒ***: collabora bene con Pisacane sulla corsia destra, punta l’uomo e va al tiro, respinto da Ospina.

BRADARIC***: partita pulita in mediana, con molti palloni recuperati e buona lucidità per tutto l’arco di gara.

IONITA***: consueto apporto di dinamismo e sacrificio. Sgomita e fa legna contro gli avversari del Napoli.

BARELLA*****: nel secondo tempo ingrana la quarta e sciorina giocate importanti per qualità e personalità. Il migliore rossoblu in campo.

JOÃO PEDRO***: poco pericoloso in fase squisitamente offensiva, si dedica maggiormente a suggerire appena può.

FARIAS**: ha due palloni buoni, di piede e di testa, ma non è fortunato. Sbaglia alcuni disimpegni.

Dal 69° SAU s.v.

MARAN****: ottima preparazione della gara, altrettanto lo è stato l’approccio alla gara dei suoi contro un avversario di tale livello. L’imbattibilità tra le mura amiche cade, non la consapevolezza.

Fabio Ornano

(admaioramedia.it)

Fonte: Admaioramedia

Una beffa atroce per il Cagliari, sconfitto al 91° dal Napoli dopo una gara di concretezza e sacrificio, contro una corazzata del campionato. Il giustiziere è il polacco Milik, autore di una velenosa parabola da fermo che ammutolisce la Sardegna Arena. I sardi perdono l’imbattibilità stagionale in casa.

Anteprima. Maran deve rinunciare agli squalificati Ceppitelli e Srna, più gli acciaccati Pavoletti e Lykogiannis. Recupera invece Ionita, torna Barella dopo un turno ai box e si schiera sulla trequarti, dietro alla coppia brasiliana João PedroFarias. Dal canto suo, Ancelotti fa rifiatare diversi titolari dopo l’impegno in Champions League.

Prima frazione molto spezzettata, con numerose interruzioni per falli di gioco e gli interventi dello staff medico su Barella – che tiene con il fiato sospeso prima di riprendersi – e Maksimovic. Il Cagliari soffre un po’ le fiammate di Ounas ma mantiene compattezza e buona disposizione in campo, presentandosi più volte davanti a Ospina, con tentativi degni di nota di Faragò e Farias (in fuorigioco). Sardi alla costante ricerca di ripartenze veloci, mortificate però da tempi di reazione troppo lenti. Dal canto loro, la squadra di Ancelotti non riesce mai ad impensierire Cragno.

La seconda parte di gara si rivela più frizzante, dove il Napoli accelera. Milik impegna Cragno, poi al minuto 66 Farias spreca un ottimo cross di Pisacane mandando alto di testa. Nel frattempo Ancelotti inserisce Mertens e Insigne per cercare la svolta. Occasioni da una parte e dall’altra, i ritmi si fanno palpitanti. Quando la partita sembra avviarsi al termine a reti inviolate, ecco la beffa per il Cagliari. Punizione contestata dal limite concessa da Doveri: Milik va sul pallone, aggira la barriera di sinistro e beffa Cragno. Una delusione enorme per i sardi, dopo una partita disputata con carattere e sostanza. Cade così l’imbattibilità del Cagliari tra le mura amiche, al 91° minuto.

Primo tempo.

8° – TIRO NAPOLI: sinistro basso di Ounas da fuori area, Cragno blocca agevolmente.
11° – TIRO CAGLIARI: Farias va via in contropiede, entra in area e tira. Maksimovic respinge, la palla arriva a Faragò che vince un rimpallo su Koulibaly: diagonale respinto da Ospina in corner.
13° – TIRO CAGLIARI: sugli sviluppi di un corner da destra, conclusione sbilenca e altissima di Bradaric.
28° – TIRO CAGLIARI: traversone da sinistra di Padoin, incornata out di João Pedro a lato del primo palo.
37° – TIRO NAPOLI: brutta conclusione di Milik, sinistro larghissimo sul fondo.
42° – TIRO CAGLIARI: João Pedro triangola con Bradaric e da sinistra mette in mezzo molto bene per Farias, conclusione al volo respinta da Ospina. Ottima chance sciupata, tuttavia in posizione di offside del numero 17 come da replay tv.

Secondo tempo.

48° – TIRO NAPOLI: bell’inserimento sulla destra di Malcuit e sfera in mezzo per Fabian Ruiz, sinistro impreciso sul fondo.
50° – TIRO NAPOLI: sinistro ravvicinato di Milik verso la porta, palla fuori.
61° – TIRO CAGLIARI: Bradaric triangola con Faragò e calcia alto di destro sopra la traversa.
63° – TIRO NAPOLI: Milik, lanciato in profondità, avanza e calcia centralmente di sinistro. Cragno gli dice di no.
66° – TIRO CAGLIARI: cross di Pisacane in mezzo per Farias, colpo di testa alto da buona posizione.
67° – TIRO NAPOLI: traversone di Mertens per Milik, incornata che colpisce la faccia interna della traversa e l’azione sfuma.
69° – TIRO NAPOLI: tentativo di Zielinski, senza fortuna.
82° – TIRO CAGLIARI: sinistro al volo di Padoin, non molto forte e neutralizzato da Ospina.
91° – GOL NAPOLI: punizione mancina a giro di Milik dal limite, palla che scavalca la barriera e infila Cragno.

Cagliari-Napoli 0-1
Cagliari (4-3-1-2) Cragno; Pisacane (86° Cigarini), Romagna (79° Andreolli), Klavan, Padoin; Faragò, Bradaric, Ionita; Barella (C); João Pedro, Farias (69° Sau) (Aresti, Rafael, Pajac, Dessena, Cerri). Allenatore: Rolando Maran.
Napoli (4-3-3) Ospina; Malcuit (80° Callejón), Maksimovic, Koulibaly (C), Ghoulam; Ounas (71° Insigne), Allan, Diawara (62° Mertens); Zielinski, Milik, Fabián Ruíz (Meret, Karnezis, Hysaj, Albiol, Luperto, Hamsik, Rog, Younes). Allenatore: Carlo Ancelotti.
Arbitro: Doveri (Roma).
Reti: 91° Milik.
Note: ammoniti Padoin (48°), Maksimovic (72°), Insigne (79°), Sau (89°); minuti di recupero: primo tempo 2, secondo tempo 7.

Fabio Ornano

(admaioramedia.it)

Fonte: Admaioramedia

La rappresentante del Movimento 5 stelle alla Camera dei deputati è stata aggredita ieri sera, mentre usciva da un supermercato di Nuoro, finendo la sua giornata al Pronto soccorso. La Polizia è al lavoro per ricostruire gli eventi ed identificare l´aggressore

NUORO – Ieri sera (sabato), la deputata del Movimento 5 stelle Mara Lapia è stata aggredita mentre usciva da un supermercato di Nuoro, finendo la sua giornata al Pronto soccorso. La Polizia è al lavoro per ricostruire gli eventi ed identificare l'aggressore. Secondo le prime versioni, l'onorevole stava facendo la spesa, quando ha avuto un alterco con un uomo, all'altezza della cassa. Lo stesso ha seguito la Lapia fuori dall'esercizio commerciale, colpendola con calci e pugni, causandole varie contusioni e la frattura di una costola. Tante le dichiarazioni di solidarietà all'onorevole Lapia.

«A nome del gruppo parlamentare Lega-Salvini premier alla Camera esprimo totale solidarietà e vicinanza alla collega Mara Lapia aggredita prima verbalmente e poi fisicamente in un supermercato di Nuoro. Un fatto di inaudita gravità – ha dichiarato il capogruppo della Lega alla Camera Riccardo Molinari - consumato ai danni di una donna ancor prima che di una parlamentare della Repubblica italiana. Confidiamo nel lavoro degli inquirenti affinché consegnino il responsabile alla giustizia. Alla collega Lapia gli auguri più sentiti di pronta guarigione e di un suo pronto ritorno tra i banchi di Montecitorio». «L'aggressione alla deputata Mara Lapia avvenuta a Nuoro è un fatto gravissimo – rilancia il deputato Eugenio Zoffili, commissario della Lega per la Sardegna - Il responsabile pagherà caro per questo gesto tanto violento quanto vile. Esprimo solidarietà alla collega, che conosco personalmente. Sto partendo proprio per la Sardegna, dove domani chiederò un incontro al prefetto e andrò a farle visita. Al rientro a Roma depositerò un’interpellanza urgente al ministro dell’Interno Matteo Salvini, con cui sono in contatto per ulteriori approfondimenti».

Solidarietà anche dall'Isola. «Apprendiamo dagli organi di informazione della brutale aggressione, in un supermercato di Nuoro, della deputata Mara Lapia. Non posso che condannare il gesto ed esprimere solidarietà. La contrapposizione politica non deve mai trascendere. Il rispetto delle persone è alla base del vivere civile», ha dichiarato il segretario regionale del Pd Emanuele Cani. «Aprendo in questo momento, il grave fatto di aggressione morale e fisica, subita dalla parlamentare Mara Lapia nella città di Nuoro a causa di un uomo all’interno di un negozio. Esprimo la mia piena solidarietà alla Parlamentare Mara Lapia – ha dichiarato Tore Piana, a nome del partito Energie per l’italia Sardegna - non c’è e non potrà mai esserci nessuna differenza di opinione politica che possa giustificare forme di violenza verbale e fisica. La Sardegna e Nuoro in particolare, rappresentano un’isola e una città pacifica dove i valori del rispetto e la solidarietà sono e rappresentano priorità e modello di convivenza. L’episodio accaduto alla parlamentare non rappresenta per niente il popolo sardo e la comunità nuorese».

Nella foto: l'onorevole Mara Lapia

Commenti

Fonte: Alguer

L´annuncio è arrivato ieri, dalla sala Search di Cagliari, con l´accordo sottoscritto dai rispettivi leader Mauro Pili e Gianluca Collu. Con loro, anche il consigliere regionale ex Psd´Az Angelo Carta e l´ex presidente sardista Giovanni Columbu

CAGLIARI - Unidos e Progres correranno insieme alle Elezioni Regionali in programma nel febbraio 2019. L'annuncio è arrivato ieri (sabato), dalla sala Search di Cagliari, con l'accordo sottoscritto dai rispettivi leader Mauro Pili e Gianluca Collu.

Con loro, anche il consigliere regionale ex Psd'Az Angelo Carta e l'ex presidente sardista Giovanni Columbu. Il simbolo sarà “Sardi liberi”, presentato proprio per l'occasione.

«Inizia la sfida moderna e coraggiosa per liberare la Sardegna», ha chiosato l'ex governatore dell'Isola Pili. Ancora non annunciato chi sarà il candidato presidente per il nuovo soggetto politico.

Nella foto: Mauro Pili

Commenti

Fonte: Alguer

Il 54enne ittirese Francesco Simula è deceduto in seguito ad un incidente a bordo della sua motocicletta. Per cause non ancora accertate, l´uomo ha perso il controllo del mezzo, finendo fuori strada

ALGHERO - Incidente mortale sulla vecchia Provinciale che congiunge Ittiri ad Alghero. Il 54enne ittirese Francesco Simula è deceduto in seguito ad un incidente a bordo della sua motocicletta.

Per cause non ancora accertate, l'uomo ha perso il controllo del mezzo, finendo fuori strada. Pronto l'intervento del personale medico del 118, che ha potuto solo constatare il decesso. Sul posto anche i Carabinieri della Compagnia di Alghero, che hanno effettuato i rilievi del caso.

(Foto d'archivio)

Fonte: Alguer

Gli ultimi post dai bloggers Sardi

 









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie